Aragon, Warm-Up: Marquez e Lorenzo sono vicini

condivisioni
commenti
Aragon, Warm-Up: Marquez e Lorenzo sono vicini
Di: Matteo Nugnes
27 set 2015, 10:06

Marc allunga sul giro secco, ma il passo è molto simile. Valentino è quarto, ma resta lontano

Marc Marquez, Repsol Honda Team e Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Pol Espargaro, Tech 3 Yamaha
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Marc Marquez, Repsol Honda Team e Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Loris Baz, Forward Racing Yamaha and Marc Marquez, Repsol Honda Team and Scott Redding, Marc VDS Rac

Le nuvole sono minacciose su Motorland Aragon, ma per ora non hanno ancora scaricato acqua sull'asfalto del tracciato spagnolo, limitandosi ad abbassare la temperatura rispetto a ieri. Tuttavia, il warm-up di questa mattina ha mostrato dei valori simili a quello che ci si poteva attendere con la colonnina più alta.

A svettare è stato il poleman Marc Marquez, che ha girato come un orologio svizzero sul passo dell'1'48" basso, riuscendo addirittura a spingere la sua Honda fino ad un 1'48"181 sotto alla bandiera a scacchi. Non è stato tanto da meno Jorge Lorenzo: sul giro secco il maiorchino della Yamaha ha pagato un paio di decimi, ma sul passo lui ed il connazionale sembrano davvero vicini.

In terza posizione c'è un'altra M1, ma non è quella di Valentino Rossi: Pol Espargaro ha confermato quanto di buono ha fatto vedere nelle qualifiche di ieri, issandosi proprio davanti al "Dottore". Il pesarese ha fatto un piccolo passo avanti, ma il suo passo è ancora distante di almeno mezzo secondo rispetto ai primi due. Poi con Lorenzo c'è stata anche un'incomprensione ai box quando i due hanno provato il cambio moto (un rischio di pioggia comunque esiste per la gara).

A completare la top five c'è l'altra RC213V di Dani Pedrosa, con un Bradley Smith in crescita ad occupare la sesta piazza davanti alla Ducati di un Andrea Dovizioso che sembra aver migliorato la situazione rispetto alla disastrosa qualifica di ieri. Di contro, nel box della Casa di Borgo Panigale è arretrato al decimo posto Andrea Iannone, anche se il pilota di Vasto ha lavorato con una gomma molto usata.

Davanti a lui ci sono anche Cal Crutchlow e Maverick Vinales, che quindi è stato il più veloce tra i due piloti Suzuki. Honda in evidenza anche tra le "Open", con Nicky Hayden che è stato il più rapido in 15esima posizione davanti a Jack Miller. Le due Aprilia RS-GP sono invece 18esima e 19esima con Alvaro Bautista e Stefan Bradl.

Prossimo articolo MotoGP