Valentino: "Ci ho provato, ma Dani era molto ispirato"

Il "Dottore" rende omaggio a Pedrosa, ma ammette che i 4 punti in più del secondo posto sarebbero stati pesanti

Valentino Rossi e Dani Pedrosa oggi hanno regalato un duello davvero straordinario agli appassionati della MotoGp per la seconda piazza nel Gp d'Aragon. Alla fine a spuntarla è stato lo spagnolo della Honda, che quindi ha concesso a Jorge Lorenzo il vantaggio di riguardagnare 9 punti sul "Dottore", tornando a -14.

Tuttavia, il nove volte iridato ha voluto rendere onore al suo avversario, pur senza nascondere un pizzico di rammarico per aver mancato la piazza d'onore: "Naturalmente sarebbe stato importante battere Dani, perché facendo secondo avrei perso solo 5 punti su Jorge. Però devo ammettere che è stato bravo. La battaglia è stata bellissima, ma sono contento anche perché oggi sono riuscito ad andare forte. Peccato che alla fine Dani mi ha battuto: ci ho provato in tutti i modi, ma oggi era ispirato e non mi ha fatto stare davanti".

Il duello non è stato affatto semplice, anche perché la Honda di Dani aveva qualcosina in più sul lunghissimo rettilineo opposto: "Da come mi ha risposto la prima volta, ho capito subito che oggi sarebbe stata dura. Nel corpo a corpo ho provato di tutto ed ero anche abbastanza a posto. È stato semplicemente più bravo. Ho tentato anche un attacco da matto all'ultima chicane, ma lui è riuscito ad incrociare ed è ripassato. Purtroppo è tutto il weekend che soffriamo molto come velocità di punta. Anzi, oggi la situazione è un pochino migliorata, ma non è una novità che la Honda abbia qualcosa in più da questo punto di vista".

Inoltre la sua M1 pativa un po' di spinning in uscita dalla chicane: "L'uscita della curva 15 è molto difficile e io storicamente ho sempre avuto dei problemi di spinning nelle curve a sinistra su questa pista. Questa volta abbiamo lavorato bene, però un po' è rimasto. È anche per quello che perdevo un po' da lui sul rettilineo opposto".

La gara di oggi comunque è stata più che buona. Se c'è un po' di delusione, è legata agli errori di messa a punto commessi ieri: "Abbiamo sbagliato le mosse nella FP4. Abbiamo fatto delle modifiche per migliorare la moto, ma in realtà l'abbiamo peggiorata ed abbiamo perso un po' di tempo. Per questo sono dovuto partire sesto, ma sono contento perché il mio team mi ha messo a posto la moto per la gara e riuscivo a guidarla bene. Ho finito solo a 2"5 da Jorge, su una pista su cui lui è sempre andato forte ed io non tanto. Sicuramente è la mia miglior gara ad Aragon, anche se sarebbe stato meglio finirla secondo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio di Aragon
Circuito Motorland Aragon
Piloti Valentino Rossi
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Commento