Marquez cade, ma piazza pole e record ad Aragon

Marc va mezzo secondo sotto alla pole 2014, ma Lorenzo è vicino. Terzo un super Iannone, Rossi sesto

Marquez cade, ma piazza pole e record ad Aragon
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Andrea Iannone, Ducati Team
Andrea Iannone, Ducati Team
Stefan Bradl, Aprilia Racing Team
Daniel Pedrosa, Repsol Honda Team
Qualifiche in azione
Yonny Hernandez, Octo Pramac Racing e Nicky Hayden Aspar MotoGp Team

Nemmeno una caduta è riuscita ad impedire a Marc Marquez di prendersi la sua settima pole position stagionale nel Gp di Aragon. Del resto, nel primo dei tre tentativi pianificati per la Q2 di oggi, il pilota della Honda ha letteralmente polverizzato il primato del tracciato spagnolo, battendo di oltre mezzo secondo la pole dello scorso anno con il suo 1'46"635.

Nel secondo tentativo poi Marc si è quasi ripetuto e nel terzo forse ha chiesto troppo alla sua RC213V ed è finito ruote all'aria alla curva 2. Poco male comunque, perché se l'è cavata senza conseguenze e comunque si è portato a casa la pole position.

Attenzione però perché Jorge Lorenzo non è stato tanto da meno: il maiorchino della Yamaha è stato l'unico a scendere sotto al muro dell'1'47" oltre al poleman e alla fine si è arreso per appena 108 millesimi. Anzi, nella prima parte della pista riusciva addirittura ad essere più veloce, poi però pagava qualcosa nella seconda.

La vera sorpresa di oggi è la prima fila artigliata proprio sotto alla bandiera a scacchi da Andrea Iannone. Nonostante una spalla fresca di sublussazione, il ducatista ha sfruttato alla grande la gomma soft al posteriore ed ha chiuso a soli 543 millesimi dai due extraterrestri che lo precedono, chiudendo una prima fila con tre marchi differenti. Un risultato che gli mancava dalla gara del Mugello: tanta roba se si pensa che il suo compagno Andrea Dovizioso non ha neppure passato la Q1 e dovrà scattare 13esimo.

Sotto la voce sorpresa poi si può incasellare anche il quarto tempo di Pol Espargaro: lo spagnolo della Yamaha Tech 3 non è mai stato particolarmente brillante in questo weekend, ma nell'ultima uscita della Q2 ha tirato fuori un giro praticamente perfetto, issandosi davanti ad un Dani Pedrosa dal quale invece ci si attendeva sicuramente di più dopo il miglior tempo della FP4. Invece si ritrova a ben 722 millesimi dalla moto gemella.

Sembra mettersi in salita anche il weekend di Valentino Rossi, che evidentemente non ha trovato la soluzione ai problemi che lo hanno tormentato nella FP4 e si ritrova sesto a ben 857 millesimi. Se non altro, il "Dottore" è riuscito a fare un passetto in avanti all'ultimo giro, evitando almeno di dover andare a schierare la sua Yamaha in terza fila.

Una terza fila che si aprirà con la Suzuki GSX-RR di Aleix Espargaro, che su questo tracciato sembra essere riuscito a ritrovare almeno in parte il bandolo della matassa dopo alcuni weekend davvero complicati. Accanto a lui ci saranno Cal Crutchlow ed un ottimo Danilo Petrucci, che si è tolto la bella soddisfazione di essere il migliore in Q1 con la sua Ducati Pramac.

Decimo tempo, un po' deludente per la verità, per la Yamaha Tech 3 di Bradley Smith, che ha preceduto Yonny Hernandez e Maverick Vinales, che completano il quadro dei piloti che hanno disputato la Q2. Per quanto riguarda gli esclusi in Q1, detto del 13esimo posto di Andrea Dovizioso (eliminato dalle vecchie GP14.2), alle sue spalle ci sono Scott Redding ed il poleman delle "Open" Eugene Laverty con la Honda Aspar.

Discreto poi il 17esimo posto in griglia dell'Aprilia RS-GP di Stefan Bradl, mentre il suo compagno Alvaro Bautista non ha celebrato al meglio il suo 100esimo Gp: lo spagnolo ha accusato qualche difficoltà di troppo in Q1 ed è solo 21esimo.

condivisioni
commenti
Aragon, Libere 4: spunta Pedrosa davanti a tutti
Articolo precedente

Aragon, Libere 4: spunta Pedrosa davanti a tutti

Prossimo Articolo

Valentino: "In difficoltà con le gomme con il caldo"

Valentino: "In difficoltà con le gomme con il caldo"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021