Marquez: "Lorenzo sarà un rivale molto duro"

Marc si gode la pole ed il suo record strepitoso, ma si attende una gara molto combattuta domani

Spaventoso, straordinario e chi più ne ha, più ne metta. Non ci sono davvero più aggettivi per descrivere quello che è in grado di fare Marc Marquez quando abbassa la visiera del casco e sale sulla sua Honda RC213V in qualifica. Oggi ne ha dato un altro saggio a Motorland Aragon, dove ha colto la settima pole position stagionale, realizzando anche il nuovo record della pista per ben mezzo secondo.

Una prestazione che ha sorpreso anche lui, soprattutto perché è arrivata nel primo run: "Ho visto il tempo del primo giro e sinceramente non me lo aspettavo. Pensavo che saremo riusciti a girare sull'1'46"7-1'46"8, ma alla fine della Q2. Con la seconda gomma ho provato a spingere un po' di più, ma ho commesso qualche piccolo errore e questo ha permesso a Lorenzo di avvicinarsi".

Nella terza ed ultima uscita è incappato anche in una caduta senza conseguenze alla curva 2, che comunque non ha intaccato la sua grande prova: "Nell'ultimo tentativo quindi ho provato a cercare il limite, ma ho esagerato nel punto sbagliato: quella è la prima curva a destra dopo un lungo tratto, quindi la gomma era ancora fredda da quel lato e mi si è chiuso l'anteriore. In ogni caso sono contento per la pole".

Per domani si aspetta una gara molto interessante e come pericolo numero uno indica Jorge Lorenzo: "Penso che domani sarà una gara interessante, nella quale sarà dura salire sul podio: Lorenzo è molto forte, ma anche Pedrosa non è da sottovalutare. Valentino al momento sembra un passo indietro, ma con lui in gara non si sa mai. Sarà importante lavorare bene nel warm-up e fare una bella partenza, ma sicuramente Jorge sarà un rivale molto duro".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio di Aragon
Circuito Motorland Aragon
Articolo di tipo Ultime notizie