MotoGP, Aragon, Libere 3: Rins azzarda la slick, ma rimane in Q1

Il pilota della Suzuki monta le slick nel finale e segna il miglior tempo di una FP3 caratterizzata dalla pista umida. Resta invariata però la cumulativa, quindi lo spagnolo dovrà passare dalla Q1, così come Petrucci e Morbidelli.

MotoGP, Aragon, Libere 3: Rins azzarda la slick, ma rimane in Q1

Su Motorland Aragon è tornato a splendere il sole durante la terza sessione di prove libere del GP d'Aragon, ma la pioggia caduta nel corso della notte e nelle prime ore della mattinata ha dato vita a condizioni molto particolari, che hanno impedito ai piloti anche solo di avvicinare i tempi realizzati nella giornata di ieri.

Questo vuol dire che la classifica cumulativa è rimasta invariata rispetto alla FP2, con Marc Marquez saldamente al comando davanti a tutti e i big che sono riusciti quasi tutti ad accedere direttamente alla Q2 di oggi pomeriggio.

E' giusto dire quasi, però, perché in Q1 non avranno sicuramente vita facile la Suzuki di Alex Rins, la Ducati di Danilo Petrucci e la Yamaha Petronas di Franco Morbidelli, perché vuol dire che almeno uno di questi tre non riuscirà ad arrivare al segmento decisivo della qualifica.

C'è poi un dato interessante da sottolineare, ovvero che nella Q2 ci sarà almeno una moto per ogni costruttore. Oltre alla Honda del già citato Marquez, l'elenco dei qualificati contempla anche l'altra RC213V di Cal Crutchlow, ma pure le Yamaha di Maverick Vinales, Valentino Rossi e Fabio Quartararo, le Ducati di Jack Miller ed Andrea Dovizioso, la KTM di Pol Espargaro, la Suzuki di Joan Mir e l'Aprili di un ottimo Aleix Espargaro.

Sono pochi i piloti che hanno azzardato le gomme slick nel finale di questa FP3 e tra questi c'è Rins, che in questo modo è riuscito a portare la sua Suzuki in cima alla lista dei tempi con un 1'55"934. Una prestazione che gli ha permesso di distanziare di oltre un secondo la Yamaha di Vinales, che è stato il più veloce tra quelli dotati invece di gomme rain.

Terzo tempo a sorpresa per il rientrante Mika Kallio, che da Aragon ha preso il posto di Johann Zarco sulla KTM e sull'umido si è messo in evidenza, precedendo Franco Morbidelli, che a parità di gomme slick però ha preso oltre 2" nei confronti dell'ottima prestazione di Rins.

Sono diversi comunque i nomi a sorpresa nelle prime posizioni, anche perché il fatto che le condizioni avessero reso inutile il turno ai fini della Q2 ha fatto sì che i piloti già qualificati non si prendessero troppi rischi. In quinta posizione infatti c'è la KTM di Miguel Oliveira, seguita da un Pecco Bagnaia che si è preso la palma di miglior Ducati.

Settimo tempo poi per Valentino Rossi, con a completare la top 10 l'Aprilia di Bradley Smith, seguita dalla Yamaha Petronas di Quartararo e dalla Suzuki di Mir. Tra i più attardati ci sono i due ducatisti ufficili, con Petrucci 12esimo e Dovizioso 14esimo. Indietro anche Jorge Lorenzo, 16esimo a quasi 4".

Sono diversi però i piloti che non hanno messo neanche un tempo a referto e tra questi c'è pure Marquez, che ha completato appena due giri con le gomme rain. Scelta simile per le due Aprilia, mentre Jack Miller e Tito Rabat non hanno neppure preso la via della pista.

condivisioni
commenti
LIVE MotoGP, GP d'Aragon: Libere 3

Articolo precedente

LIVE MotoGP, GP d'Aragon: Libere 3

Prossimo Articolo

Penalità più severe da Aragon per i track limits all'ultimo giro

Penalità più severe da Aragon per i track limits all'ultimo giro
Carica commenti
Marquez ha battuto anche la sua Honda per tornare alla vittoria Prime

Marquez ha battuto anche la sua Honda per tornare alla vittoria

Marc Marquez ha attraversato l'inferno ed è tornato nei 581 giorni trascorsi tra la sua vittoria nella gara conclusiva del 2019 e il ritorno al successo di domenica scorsa al Sachsenring. Nonostante stia ancora lottando con i suoi limiti fisici ed una Honda 2021 difficile da guidare, il Sachsenring ha fornito allo spagnolo la tempesta perfetta per tornare sul gradino più alto del podio.

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi Prime

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi

Il prossimo passo della carriera di Valentino Rossi in MotoGP dovrebbe avere un'influenza di grande portata su un certo numero di piloti e squadre sulla griglia. Ma probabilmente l'impatto più grande sarà quello sulla Yamaha...

MotoGP
23 giu 2021
Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP
22 giu 2021
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021