MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
17 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
24 giorni
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
16 apr
Prossimo evento tra
38 giorni
G
GP di Spagna
29 apr
Prossimo evento tra
51 giorni
G
GP di Francia
13 mag
Prossimo evento tra
65 giorni
G
GP d'Italia
27 mag
Prossimo evento tra
79 giorni
G
GP della Catalogna
03 giu
Prossimo evento tra
86 giorni
G
GP di Germania
17 giu
Prossimo evento tra
100 giorni
G
GP d'Olanda
24 giu
Prossimo evento tra
107 giorni
G
GP di Finlandia
08 lug
Prossimo evento tra
121 giorni
G
GP d'Austria
12 ago
Prossimo evento tra
156 giorni
G
GP di Gran Bretagna
26 ago
Prossimo evento tra
170 giorni
G
GP di Aragon
09 set
Prossimo evento tra
184 giorni
G
GP di San Marino
16 set
Prossimo evento tra
191 giorni
G
GP del Giappone
30 set
Prossimo evento tra
205 giorni
G
GP della Tailandia
07 ott
Prossimo evento tra
212 giorni
G
GP d'Australia
21 ott
Prossimo evento tra
226 giorni
G
GP di Malesia
28 ott
Prossimo evento tra
233 giorni
G
GP di Valencia
11 nov
Prossimo evento tra
247 giorni

MotoGP, Aragon, Libere 2: Vinales nel dominio Yamaha

Le M1 continuano a dettare legge, con Maverick che precede Quartararo e Morbidelli. Mir è il primo degli inseguitori, ma a 0"7. A picco le Ducati, tutte fuori dalla top 10.

MotoGP, Aragon, Libere 2: Vinales nel dominio Yamaha

Le Yamaha hanno continuato a fare la differenza anche nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Aragon di MotoGP, nella quale hanno continuato a monopolizzare le prime tre posizioni, con un Maverick Vinales che si è confermato in grande spolvero.

Lo spagnolo è stato il solo capace di infrangere il muro dell'1'48", scendendo fino a 1'47"771. Una prestazione che gli ha permesso di distanziare di 249 millesimi l'altra M1 griffata Petronas di Fabio Quartararo. La moto gemella di quella del francese, quella di Franco Morbidelli, è invece in terza posizione con un ritardo di 447 millesimi.

Peccato quindi che non possa partecipare alla festa anche Valentino Rossi, fermato dalla positività al COVID-19 scoperta ieri, che questo fine settimana gli impedirà di essere in pista al Motorland.

Il primo degli inseguitori è stato Joan Mir, anche se il distacco del pilota della Suzuki è piuttosto importante, perché si ritrova a ben 730 millesimi dalla vetta. Va detto che probabilmente il suo giro migliore è stato rovinato da Danilo Petrucci, ma il distacco rimane pesante.

Leggi anche:

In quinta posizione c'è la Honda di Cal Crutchlow e per la Casa dell'Ala dorata la buona notizia è che al momento avrebbe piazzato ben tre RC213V in Q2. Oltre a quella del britannico, infatti, sono buone anche le posizioni di Alex Marquez e Takaaki Nakagami, ottavo e nono. Una bella conferma per il campione del mondo della Moto2 dopo il podio sul bagnato di Le Mans.

Alle spalle di Crutchlow, in sesta posizione, troviamo l'Aprilia di Aleix Espargaro, con lo spagnolo che è stato molto bravo ad aggrapparsi alla scia di Vinales nel suo giro migliore, precedendo la KTM del fratello Pol, l'unica che al momento avrebbe accesso diretto alla Q2.

La top 10 si completa poi con l'altra Suzuki di Alex Rins, mentre è stata un'altra sessione disastrosa per le Ducati, che al momento sarebbero tutti costretti a passare dalla Q1. Nonostante l'incremento della temperatura rispetto a stamattina, le Desmosedici GP hanno continuato a faticare a mandare in temperatura la gomma anteriore.

La miglior Rossa è quella di Johann Zarco, 11esimo nonostante sia incappato in una scivolata alla curva 2. Nella sua scia poi ci sono nell'ordine Tito Rabat, Andrea Dovizioso, Jack Miller e Danilo Petrucci, tutti ad oltre 1"2. Se la passa anche peggio Pecco Bagnaia, che è addirittura 19esimo a 1"7.

Da segnalare, infine, le cadute fortunatamente senza conseguenze di cui si sono resi protagonisti Brad Binder alla curva 14 e Stefan Bradl alla curva 12, con il sudafricano della KTM che si ritrova a chiudere il gruppo ad oltre 2".

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Spain Maverick Viñales Yamaha 15 1'47.771     169.626
2 France Fabio Quartararo Yamaha 20 1'48.020 0.249 0.249 169.235
3 Italy Franco Morbidelli Yamaha 19 1'48.218 0.447 0.198 168.925
4 Spain Joan Mir Suzuki 18 1'48.501 0.730 0.283 168.485
5 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 19 1'48.598 0.827 0.097 168.334
6 Spain Aleix Espargaro Aprilia 18 1'48.670 0.899 0.072 168.223
7 Spain Pol Espargaro KTM 18 1'48.746 0.975 0.076 168.105
8 Spain Alex Marquez Honda 18 1'48.823 1.052 0.077 167.986
9 Japan Takaaki Nakagami Honda 18 1'48.824 1.053 0.001 167.985
10 Spain Alex Rins Suzuki 19 1'48.839 1.068 0.015 167.961
11 France Johann Zarco Ducati 16 1'48.906 1.135 0.067 167.858
12 Spain Tito Rabat Ducati 19 1'49.003 1.232 0.097 167.709
13 Italy Andrea Dovizioso Ducati 20 1'49.015 1.244 0.012 167.690
14 Australia Jack Miller Ducati 18 1'49.026 1.255 0.011 167.673
15 Italy Danilo Petrucci Ducati 19 1'49.107 1.336 0.081 167.549
16 Spain Iker Lecuona KTM 18 1'49.165 1.394 0.058 167.460
17 Portugal Miguel Oliveira KTM 19 1'49.208 1.437 0.043 167.394
18 United Kingdom Bradley Smith Aprilia 18 1'49.258 1.487 0.050 167.317
19 Italy Francesco Bagnaia Ducati 19 1'49.488 1.717 0.230 166.966
20 Germany Stefan Bradl Honda 16 1'50.091 2.320 0.603 166.051
21 South Africa Brad Binder KTM 15 1'50.244 2.473 0.153 165.821
condivisioni
commenti
Rossi scherza: "Il COVID ci vede bene: ha preso me e Ronaldo"

Articolo precedente

Rossi scherza: "Il COVID ci vede bene: ha preso me e Ronaldo"

Prossimo Articolo

Aragon: le FP3 scattano 30 minuti dopo causa freddo

Aragon: le FP3 scattano 30 minuti dopo causa freddo
Carica commenti
Savadori: quel treno da non perdere che arriva a 28 anni Prime

Savadori: quel treno da non perdere che arriva a 28 anni

Rookie a 28 anni, arrivato quasi dal nulla. Lorenzo Savadori è un po' l'oggetto misterioso della griglia di partenza della MotoGP 2021. Ha fatto tanta gavetta per guadagnarsi questa chance con l'Aprilia e c'è da scommettere che darà tutto se stesso per onorarla al meglio. Se ci sarà un futuro oltre quest'anno, dipende solo da lui.

MotoGP
5 mar 2021
Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni Prime

Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni

Nonostante i suoi 42 anni, Valentino Rossi non ne vuole sapere di appendere il casco al chiodo: per continuare a correre in MotoGP ha accettato di passare al Team Petronas, ma con supporto ufficiale Yamaha. Crede ancora in sé stesso ed ha voglia di dimostrare a tutti di poter continuare a lottare con i migliori. Ce la farà a rinascere ancora una volta?

MotoGP
2 mar 2021
Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata Prime

Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata

Il Pramac Racing entra nella sua 20esima stagione in MotoGP, la 17esima con Ducati ed insegue ancora la sua prima vittoria con la Casa di Borgo Panigale, pur avendola sfiorata in diverse occasioni. Ripercorriamo insieme tutte le volte che è mancato veramente un soffio.

MotoGP
28 feb 2021
Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati Prime

Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati

Il ritorno di un pilota australiano in sella ad una Ducati ufficiale fa tornare alla memoria un periodo glorioso per la Casa di Borgo Panigale. Miller, però, è un personaggio che potrà aiutare il team a tornare ai vertici.

MotoGP
25 feb 2021
Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test? Prime

Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test?

Dopo un 2020 senza vittorie in MotoGP, la Honda è chiamata assolutamente al riscatto nel 2021, anche se la sua stagione inizierà in salita: Marc Marquez non è ancora pronto, quindi dovrà saltare i test e non si sa ancora quando potrà tornare a correre. Che impatto avrà questo sullo sviluppo della RC213V?

MotoGP
24 feb 2021
Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici Prime

Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici

La crescita di Alex Marquez è stata una delle sorprese della MotoGP 2020 e, uscendo finalmente dall'ombra del fratello Marc, ha dimostrato che alcune persone si sbagliavano. Non che gli importi di questo, come ha spiegato a Lewis Duncan.

MotoGP
21 feb 2021
La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales Prime

La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales

Dopo l'elettrizzante inizio della sua carriera in Yamaha nel 2017, Maverick Vinales ha faticato a trovare la costanza. Molti temono che l'arrivo di Fabio Quartararo possa significare un disastro per lui, ma la partenza di Valentino Rossi potrebbe essere proprio l'impulso di cui ha bisogno.

MotoGP
19 feb 2021
Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte" Prime

Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte"

Intervista esclusiva a Luca Marini, esordiente nel campionato 2021 di MotoGP. Il marchigiano si racconta ai nostri microfoni in vista del primo anno da rookie in sella ad una Ducati del team Esponsorama.

MotoGP
19 feb 2021