MotoGP
23 ago
-
25 ago
Evento concluso
13 set
-
15 set
Evento concluso
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
FP1 in
13 Ore
:
21 Minuti
:
04 Secondi
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
7 giorni
G
GP della Malesia
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
14 giorni
G
GP di Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
28 giorni

MotoGP, Aragon, Libere 1: Marquez mostruoso, rifila 1"6 a Vinales

condivisioni
commenti
MotoGP, Aragon, Libere 1: Marquez mostruoso, rifila 1"6 a Vinales
Di:
20 set 2019, 08:56

Il pilota della Honda ha fatto una differenza impressionante, rifilando 1"6 al diretto inseguitore Vinales e 2" a Quartararo che è terzo. Dovizioso quarto, ma con la gomma dura, mentre Rossi è addirittura 17esimo, ma non monta la gomma nuova nel finale. Lorenzo ultimo a 4".

Siamo solamente alla prima sessione di prove libere, ma Marc Marquez sembra aver già allungato in maniera decisa le sue mani sul GP d'Aragon. Quello che ha fatto stamattina il pilota della Honda è letteralmente mostruoso, perché ha rifilato la bellezza di 1"6 al diretto inseguitore Marc Marquez.

Il leader del Mondiale ha avuto un margine di oltre un secondo su tutta la concorrenza fin dai primissimi minuti, quando era stato velocissimo con la gomma dura. Nel finale poi ha montato una gomma soft nuova al posteriore ed ha piazzato un 1'46"869 con cui ha distanziato di appunto 1"6 la Yamaha di Maverick Vinales, che lo segue in seconda posizione, ma ha fatto il suo tempo con la gomma dura al posteriore.

Non fosse per il distacco, le M1 hanno iniziato bene anche il weekend di Motorland Aragon, perché in terza posizione c'è quella con i colori Petronas affidata a Fabio Quartararo. Pur essendo terzo, il rookie francese però si ritrova a ben 2" dal miglior tempo di Marquez a parità di gomma soft.

Quarto tempo per la migliore della Ducati, quella di Andrea Dovizioso, che è 19 millesimi più indietro rispetto, ma come Vinales ha ottenuto la sua prestazione con la gomma dura al posteriore. Stessa scelta fatta anche da Jack Miller, quinto a 2"2 con la Desmosedici GP del Pramac Racing. Rispetto a Misano poi si è riavvicinato alle altre Rosse anche Danilo Petrucci, settimo a 2"3.

Tra l'australiano ed il pilota di Terni c'è un Joan Mir che è parso abbastanza in palla in questo avvio di weekend con la Suzuki. Più indietro invece il suo compagno di squadra Alex Rins, che all'inizio del turno ha perso anche diversi minuti a causa di un problema tecnico accusato dalla sua GSX-RR e alla fine si è dovuto accontentare del 13esimo posto.

Il quadro delle prime dieci posizioni, che al momento varrebbe l'accesso diretto alla Q2, comprende poi la KTM di Pol Espargaro, l'altra Yamaha Petronas di Franco Morbidelli e la Honda LCR di Takaaki Nakagami, con la seconda delle RC213V che si ritrova addirittura a 2"5 da Marquez.

12esimo tempo per la migliore delle Aprilia, che è quella di Aleix Espargaro, ma anche Andrea Iannone per il momento non sembra soffrire troppo per l'infortunio alla spalla sinistra che gli aveva impedito di correre a Misano, visto che è 16esimo a tre decimi dal compagno di squadra. A fine giornata saranno valutate le sue condizioni per decidere se proseguire il weekend o meno.

E' iniziato molto male invece il weekend di Valentino Rossi. Il "Dottore" ha provato una gomma dura ed una media al posteriore, quindi nel finale non ha montato una terza gomma nuova per fare un "time attack", ma si ritrova addirittura 17esimo a 3", quindi paga 1"4 dalla M1 gemella di Vinales.

Subito dietro c'è Pecco Bagnaia con la Ducati Pramac, mentre è proprio notte fonda per Jorge Lorenzo. Il maiorchino della Honda è 23esimo ed ultimo a 4"1, ma si ritrova ad oltre mezzo secondo anche dall'Aprilia della wild card Bradley Smith che lo precede in 22esima posizione. La sua avventura in sella alla RC213V sta diventando un vero e proprio calvario.

Attenzione poi alla sessione di oggi pomeriggio, che rischia di essere fondamentale per l'accesso diretto alla Q2, perché le previsioni per domani portano una minaccia concreta di pioggia.

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Spain Marc Márquez Alenta Honda 19 1'46.869     171.058
2 Spain Maverick Viñales Yamaha 16 1'48.486 1.617 1.617 168.508
3 France Fabio Quartararo Yamaha 19 1'48.870 2.001 0.384 167.914
4 Italy Andrea Dovizioso Ducati 17 1'48.889 2.020 0.019 167.884
5 Australia Jack Miller Ducati 18 1'49.101 2.232 0.212 167.558
6 Spain Joan Mir Suzuki 19 1'49.101 2.232 0.0 167.558
7 Italy Danilo Petrucci Ducati 16 1'49.230 2.361 0.129 167.360
8 Spain Pol Espargaro KTM 17 1'49.30 2.431 0.070 167.253
9 Italy Franco Morbidelli Yamaha 19 1'49.304 2.435 0.004 167.247
10 Japan Takaaki Nakagami Honda 18 1'49.443 2.574 0.139 167.034
11 Portugal Miguel Oliveira KTM 17 1'49.445 2.576 0.002 167.031
12 Spain Aleix Espargaro Aprilia 15 1'49.508 2.639 0.063 166.935
13 Spain Alex Rins Suzuki 16 1'49.565 2.696 0.057 166.848
14 Spain Tito Rabat Ducati 18 1'49.607 2.738 0.042 166.784
15 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 18 1'49.709 2.840 0.102 166.629
16 Italy Andrea Iannone Aprilia 18 1'49.809 2.940 0.10 166.478
17 Italy Valentino Rossi Yamaha 19 1'49.913 3.044 0.104 166.320
18 Italy Francesco Bagnaia Ducati 15 1'50.122 3.253 0.209 166.004
19 Mika Kallio KTM 18 1'50.128 3.259 0.006 165.995
20 Czech Republic Karel Abraham Ducati 16 1'50.155 3.286 0.027 165.955
21 Malaysia Hafizh Syahrin KTM 17 1'50.418 3.549 0.263 165.559
22 United Kingdom Bradley Smith Aprilia 17 1'50.455 3.586 0.037 165.504
23 Spain Jorge Lorenzo Honda 17 1'51.034 4.165 0.579 164.641
Prossimo Articolo
Rossi: "Marquez all'apice? E' giovane, può ancora migliorare"

Articolo precedente

Rossi: "Marquez all'apice? E' giovane, può ancora migliorare"

Prossimo Articolo

Leitner: "KTM ha appiedato Zarco per evitare che si facesse male"

Leitner: "KTM ha appiedato Zarco per evitare che si facesse male"
Carica commenti