MotoGP | Aprilia RS-GP 2022: il salto di qualità definitivo

La Casa di Noale ha presentato con un video molto suggestivo la RS-GP 2022, che è già stata la grande rivelazione dei test in Malesia con la coppia di piloti formata da Aleix Espargaro e Maverick Vinales. Gli ingredienti per fare davvero bene questa volta sembrano esserci davvero tutti...

MotoGP | Aprilia RS-GP 2022: il salto di qualità definitivo
Carica lettore audio

Il 2022 sarà un anno importante per tanti motivi per l'Aprilia. A partire dal suo nuovo status: dopo 7 anni di collaborazione, si è sciolto il legame con il Gresini Racing, che aveva supportato il ritorno in MotoGP del marchio nel 2015, e la Casa di Noale proverà a camminare solo con le sue gambe come un vero e proprio team factory.

Ma non solo, perché Aprilia è stata additata da tanti come la grande rivelazione dei test della scorsa settimana a Sepang, nei quali entrambi i suoi piloti sono riusciti a scendere sotto al precedente primato del tracciato malese, con una RS-GP che è stata ulteriormente rivista rispetto a quella che aveva già permesso un importante salto in avanti nel 2021.

Una moto che è stata ulteriomente miniaturizzata nelle forme ed ha già soluzioni simili a quella della Ducati per quanto riguarda l'abbassatore, oltre che un'aerodinamica particolarmente curata, come sempre nelle ultime stagionie. Il direttore tecnico Romano Albesiano poi ha rivelato che il motore è stato rivisto completamente, soprattutto in tutte le sue parti interne. E non bisogna dimenticare che l'Aprilia ha anche il vantaggio essere l'unico costruttore che gode ancora delle concessioni.

"La RS-GP 2022 è una evoluzione molto profonda della base eccellente utilizzata nel 2021. Ci siamo concentrati sulle aree di performance principali: il motore presenta profonde novità interne mantenendo il layout precedente, l'aerodinamica è in continua evoluzione, mentre la parte ciclistica e software è stata rivista con l'obiettivo di migliorare aspetti importanti come la frenata, l'accelerazione e la strategia di partenza", ha detto Albesiano.

La moto di Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

La moto di Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

Photo by: Aprilia Racing

Inoltre c'è una coppia di piloti agguerriti, che il CEO del reparto corse, Massimo Rivola, ha definito addirittura la più forte dello schieramento. Aleix Espargaro inizia la sua sesta stagione da pilota Aprilia, dopo averle regalato lo scorso anno a Silverstone il suo primo podio in era MotoGP ed aver chiuso il Mondiale all'ottavo posto.

"Non vedo l'ora di tornare in pista con la mia squadra. Dopo tanti anni insieme non si tratta più di semplici meccanici e tecnici, sono davvero parte della mia famiglia e da questo punto di vista la pausa invernale sembra sempre troppo lunga. Sono molto carico, anche se gli anni passano ho ancora la stessa fame di quando ho iniziato e fisicamente sono preparato al meglio. Per i primi test ho scelto un casco con una grafica dedicata a tutti i primi podi Aprilia nelle varie categorie, compreso quello ottenuto insieme a Silverstone. Mi sembra il modo giusto di iniziare la stagione e omaggiare la grande storia racing di questo marchio. Ovviamente l'obiettivo è di aggiungere altre immagini a questa gallery", ha detto Espargaro.

Leggi anche:

Gli occhi però saranno puntati soprattutto su Maverick Viñales, il top rider chiamato a portare il marchio italiano al definitivo salto di qualità. Dopo i test in Malesia, lo spagnolo ha ammesso di essere ancora in una fase di apprendistato con la RS-GP, sulla quale ha esordito nel GP di Aragon dello scorso settembre dopo la traumatica rottura con la Yamaha. Dopo tanti anni con dei quattro cilindri in linea, è alla prima esperienza in carriera con un V4, ma questa non è sembrata troppo una limitazione a Sepang, visto che è stato capace di inserirsi nella top 5.

"Dal primo momento in questa squadra ho capito di essere stato scelto per uno scopo, portare Aprilia in alto nella MotoGP moderna. Questo è l'obiettivo per cui tutti stiamo lavorando. Non credo sia giusto fare pronostici, preferisco concentrarmi sul lavoro e sulla preparazione perché credo che i risultati siano la diretta conseguenza del nostro impegno. Abbiamo avuto la grande opportunità di conoscerci in anticipo, disputando qualche gara insieme e iniziando a comprendere le reciproche esigenze. Dovremo essere bravi a sfruttare a nostro favore questo vantaggio, sono molto soddisfatto del lavoro fatto dal reparto corse durante l'inverno ed ora non ci resta che dimostrare in pista i nostri progressi", ha aggiunto Vinales.

Lorenzo Savadori, Aprilia Racing Team, Maverick Vinales, Aprilia Racing Team, Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

Lorenzo Savadori, Aprilia Racing Team, Maverick Vinales, Aprilia Racing Team, Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

Continuerà a fare parte della famiglia anche Lorenzo Savadori, che dopo essere stato titolare per buona parte della scorsa stagione torna a vestire i panni del collaudatore a tempo pieno. Il suo programma però comprende anche la bellezza di cinque wild card, anche se al momento non si sa ancora quali saranno le gare prescelte nello specifico, anche se è facile ipotizzare che due possano essere il Mugello e Misano.

La presentazione è stata davvero suggestiva: la squadra ha svelato i colori della RS-GP all'interno di un teatro dell'opera, con Rivola a fare da direttore d'orchestra e la squadra che "suonava" alcune componenti della moto, mentre i piloti toglievano il velo alla moto. E bisogna dire che rispetto al passato è stata realizzata una livrea decisamente elegante, con il nero opaco sempre a fare da padrone ed un tricolore questa volta appena accennato sul cupolino. Sui lati delle carene poi ci sono invece delle bande rosse e viola diagonali, accompagnate dall'inconfondibile marchio Aprilia.

"Grande adrenalina, voglia di vedere quanto siamo migliorati e dove siamo rispetto agli altri. Abbiamo preso qualche rischio nello sviluppo di questa moto, ma non vediamo l'ora di essere in pista", ha detto Rivola, sottolineando che Aprilia torna ad essere factory team a 30 anni dal primo Mondiale. E la voglia provare a riallacciare il filo con quella storia vincente sembra essere davvero tanta...

Aprilia RS-GP, Aprilia Racing Team

Aprilia RS-GP, Aprilia Racing Team

Photo by: Aprilia Racing

condivisioni
commenti
MotoGP | Diretta video: Aprilia presenta la RS-GP 2022
Articolo precedente

MotoGP | Diretta video: Aprilia presenta la RS-GP 2022

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP | Aprilia RS-GP 2022: bella e ambiziosa

Fotogallery MotoGP | Aprilia RS-GP 2022: bella e ambiziosa