MotoGP, Aprilia fissa le date del ritorno in pista a Misano

L'Aprilia tornerà in pista con la sua squadra per la prima volta la settimana prossima a Misano, dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia del Coronavirus.

MotoGP, Aprilia fissa le date del ritorno in pista a Misano

Lo scoppio del COVID-19 ha costretto la MotoGP a prendersi una pausa, iniziata con la cancellazione della gara del GP del Qatar, al quale hanno preso parte solamente la Moto2 e la Moto3.

Ora è stato tutto pianificato per iniziare la stagione il 19 luglio, con la prima delle due gare di Jerez, annunciate come il Gran Premio di Spagna e il Gran Premio d'Andalusia, che sono in attesa dell'approvazione del governo.

Una recente dichiarazione del governo spagnolo ha sottolineato l'importanza delle gare motociclistiche per il Paese, e con l'inizio della Liga questa settimana e l'apertura al turismo a partire dal 1° luglio, le speranze di ritorno della MotoGP hanno ricevuto un notevole impulso.

Con le restrizioni che iniziano ad essere allentate in tutta Europa, le i circuiti hanno iniziato ad aprire le porte ad alcune giornate di prove.

Leggi anche:

La scorsa settimana, KTM ha portato le sue moto da MotoGP sul circuito del Gran Premio d'Austria, il Red Bull Ring, per una due giorni privata con Pol Espargaro e Dani Pedrosa, segnando il ritorno in pista assoluto delle moto della classe regina dopo i test del Qatar dello scorso febbraio.

L'Aprilia sarà la prossima squadra della MotoGP a tornare in pista, con in vista un test privato di due giorni presso la sede del Gran Premio di San Marino, a Misano, con il collaudatore Bradley Smith.

La Casa italiana sarà di nuovo in azione alla fine del mese, con il collaudatore Smith e il pilota titolare Aleix Espargaro.

Motorsport.com è consapevole del fatto che questo sarà parte del primo test di gruppo della MotoGP da febbraio, dato che la Ducati ha affittato il circuito e che altre Case costruttrici dovrebbero unirsi ai suoi collaudatori il 23-24 giugno.

Solo Aprilia e KTM potranno schierare i propri piloti durante questi test privati, essendo rimasti gli ultimi due costruttori della griglia che godono delle concessioni.

Un test ufficiale organizzato dall'IRTA dovrebbe essere confermato per mercoledì 15 luglio a Jerez, prima del previsto round di apertura della stagione.

Stamani i promoter della Dorna Sports hanno confermato che la stagione 2020 sarà europea fino a metà novembre, in modo da disputare il maggior numero di gare possibile, mentre gli eventi oltreoceano si svolgeranno solo successivamente, se sarà sicuro farlo a porte chiuse.

Questo è avvenuto dopo che il Gran Premio del Giappone è stato cancellato per il 2020, unendosi ai GP di Qatar, Olanda, Germania, Finlandia, Gran Bretagna ed Australia.

condivisioni
commenti
Espargaró: “Sarà un anno duro, chiave è il rapporto con il team”

Articolo precedente

Espargaró: “Sarà un anno duro, chiave è il rapporto con il team”

Prossimo Articolo

Petrucci: "Ducati ha deciso di non continuare il nostro rapporto"

Petrucci: "Ducati ha deciso di non continuare il nostro rapporto"
Carica commenti
Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi Prime

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi

Il prossimo passo della carriera di Valentino Rossi in MotoGP dovrebbe avere un'influenza di grande portata su un certo numero di piloti e squadre sulla griglia. Ma probabilmente l'impatto più grande sarà quello sulla Yamaha...

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP
22 giu 2021
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021