MotoGP, Andalusia, Libere 1: Vinales beffa Rossi

Lo spagnolo soffia la leadership a tempo scaduto al "Dottore", che però sembra aver fatto un passo avanti. Bene le KTM, con un super Binder terzo. Indietro Quartararo.

MotoGP, Andalusia, Libere 1: Vinales beffa Rossi

Dopo aver fatto doppietta domenica scorsa, la Yamaha ha iniziato il secondo weekend sul circuito di Jerez de la Frontera, quello del Gran Premio di Andalusia, piazzando tre moto nelle prime quattro posizioni.

La notizia però è il grande passo avanti mostrato da Valentino Rossi. Il "Dottore" è stato al comando fino a pochi secondi dalla conclusione del turno, venendo infilato solo dal compagno di squadra Maverick Vinales, che sotto alla bandiera a scacchi ha fermato il cronometro su un tempo di 1'37"063.

Il pesarese invece si è fermato a 1'37"205, tempo comunque interessante rispetto a quelli che aveva fatto il weekend scorso, anche se bisognerà vedere se sarà in grado di ripetersi quando la temperatura dell'asfalto si farà rovente nel pomeriggio.

Come detto, sono tre le Yamaha nelle prime posizioni, perché al quarto posto c'è anche quella di Franco Morbidelli, ma la vera sorpresa di questa FP1 sono state le KTM: il rookie Brad Binder si è issato addirittura fino in terza posizione con un ottimo 1'37"370, ma anche Pol Espargaro e Miguel Oliveira non sono stati tanto da meno, occupando la quinta e la sesta posizione.

Settimo tempo per la migliore delle Ducati, che è stata quella di Jack Miller, accreditato di un tempo di 1'37"566. Poco distante Andrea Dovizioso, decimo ed un paio di decimi più lento. Davanti a lui ci sono poi anche la Honda di Takaaki Nakagami e l'Aprilia di Aleix Espargaro.

Il giapponese ha tenuto alto l'onore della Casa nipponica in un turno che ha visto Alex Marquez in 15esima piazza ed il convalescente Cal Crutchlow 20esimo a poco meno di 2". Il britannico, tra le altre cose, ha provato anche un telaio leggermente modificato sulla sua RC213V.

Bisogna ricordare invece che Marc Marquez, tornare subito a Jerez dopo la frattura dell'omero destro di domenica scorsa, oggi non scenderà in pista preservandosi in vista delle qualifiche di domani, visto che dispone già di un buon assetto e di tanti dati.

Positivo il nono tempo di Espargaro, che aveva posto come obiettivo per oggi proprio il provare a guadagnarsi subito un posto nella Q2. Al momento nel quadro della Q2 mancano invece le Suzuki: tutto regolare per Alex Rins, rientrato dall'infortunio, che chiude il gruppo in 21esima posizione a 3". Paga sei decimi invece Joan Mir, che si ritrova 11esimo.

Al momento in Q2 non ci sarebbe neanche il leader del Mondiale Fabio Quartararo, che però con la sua Yamaha Petronas non ha tentato un vero e proprio "time attack" ed è 13esimo in 1'37"832. Attardate poi le altre due Ducati di Danilo Petrucci e Pecco Bagnaia, che sono rispettivamente in 16esima e 17esima posizione, con il portacolori del Pramac Racing che si è visto rovinare il giro buono da una chiusura decisa di Alex Marquez.

Guarda il Gran Premio Red Bull di Andalusia live su DAZN. Attiva ora

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Spain Maverick Viñales Yamaha 21 1'37.063     164.046
2 Italy Valentino Rossi Yamaha 20 1'37.205 0.142 0.142 163.806
3 South Africa Brad Binder KTM 19 1'37.370 0.307 0.165 163.528
4 Italy Franco Morbidelli Yamaha 20 1'37.416 0.353 0.046 163.451
5 Spain Pol Espargaro KTM 18 1'37.442 0.379 0.026 163.407
6 Portugal Miguel Oliveira KTM 17 1'37.492 0.429 0.050 163.324
7 Australia Jack Miller Ducati 18 1'37.566 0.503 0.074 163.200
8 Japan Takaaki Nakagami Honda 19 1'37.592 0.529 0.026 163.156
9 Spain Aleix Espargaro Aprilia 16 1'37.735 0.672 0.143 162.918
10 Italy Andrea Dovizioso Ducati 20 1'37.739 0.676 0.004 162.911
11 Spain Joan Mir Suzuki 18 1'37.749 0.686 0.010 162.894
12 Spain Iker Lecuona KTM 17 1'37.832 0.769 0.083 162.756
13 France Fabio Quartararo Yamaha 20 1'37.892 0.829 0.060 162.656
14 France Johann Zarco Ducati 17 1'37.955 0.892 0.063 162.552
15 Spain Alex Marquez Honda 20 1'37.957 0.894 0.002 162.548
16 Italy Danilo Petrucci Ducati 19 1'37.997 0.934 0.040 162.482
17 Italy Francesco Bagnaia Ducati 19 1'38.309 1.246 0.312 161.966
18 Spain Tito Rabat Ducati 19 1'38.393 1.330 0.084 161.828
19 United Kingdom Bradley Smith Aprilia 20 1'38.692 1.629 0.299 161.338
20 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 18 1'39.050 1.987 0.358 160.755
21 Spain Alex Rins Suzuki 8 1'40.222 3.159 1.172 158.875
22 Spain Marc Márquez Alenta Honda 0        
condivisioni
commenti
Miller: "Mondiale illegittimo? Tutti possiamo farci male!"
Articolo precedente

Miller: "Mondiale illegittimo? Tutti possiamo farci male!"

Prossimo Articolo

MotoGP, Andalusia, Libere 2: Nakagami sorprende tutti

MotoGP, Andalusia, Libere 2: Nakagami sorprende tutti
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021