MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
Prossimo evento tra
46 giorni
G
GP della Thailandia
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
60 giorni
G
GP delle Americhe
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
74 giorni
G
GP d'Argentina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
88 giorni
G
GP di Spagna
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
102 giorni
G
GP di Francia
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
116 giorni
G
GP d'Italia
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
130 giorni
G
GP della Catalogna
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
137 giorni
G
GP di Germania
18 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
151 giorni
G
GP d'Olanda
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
158 giorni
G
GP di Finlandia
09 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
172 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
200 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
207 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
221 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
235 giorni
G
GP di Aragon
01 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
256 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
270 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
278 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
284 giorni
G
GP di Valencia
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
298 giorni

Marquez ha subito un impatto da 26 g nel crash di Buriram!

condivisioni
commenti
Marquez ha subito un impatto da 26 g nel crash di Buriram!
Di:
Co-autore: Valentin Khorounzhiy
5 ott 2019, 17:27

I dati del terribile highside di Marc Marquez durante le prove libere del Gran Premio di Thailandia di MotoGP rivelano che ha colpito l'asfalto con un impatto di 26,16 G e che l'incidente è durati 4"81.

Il pilota della Honda è stato sbalzato dalla sua RC213V alla curva 7 mentre affrontava un out-lap alla conclusione della prima sessione di prove libere del weekend di Buriram ed è stato costretto anche ad andare in ospedale per accertamenti.

Lo spagnolo è stato dichiarato quasi subito "fit" e quindi è tornato in pista nelle libere del pomeriggio e in seguito ha spiegato che a causare l'incidente è stata la chiusura completa dell'acceleratore, con il freno motore che ha bloccato la gomma posteriore.

I dati forniti a Motorsport.com da Alpinestars, fornitore della tuta di Marquez, rivelano il momento esatto in cui si è aperto l'airbag, la durata dell'incidente e la forza con cui ha impattato il suolo.

Infografica Apinestar con i dati della caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team

Infografica Apinestar con i dati della caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team

Photo by: Alpinestars

Come mostra il grafico qui sopra, Marquez ha perso improvvisamente il controllo, come chiaramente indicato dal sensore giroscopico (linea grigia) inserito nella sezione toracica della sua tuta.

Il calo di tutte le tracce colorate segna il momento in cui la gomma posteriore ha ritrovato grip dopo la sbandata iniziare, ma non c'è traccia della frenata che ha dato vita all'hishside. Le tracce poi hanno un'impennata quando Marc viene lanciato verso l'alto.

A quel punto, tutti e quattro i sensori collegati alla tuta di Marquez rilevano che si sta verificando un problema potenzialmente serio e decidono di aprire l'airbag, che si attiva 0"585 prima che Marc sbatta sull'asfalto con il lato destro del corpo.

Leggi anche:

I sensori della tuta osservano i dati ogni 0"002 ed è per questo che l'airbag si è aperto quasi istantaneamente quando il sistema ha capito che c'era un'anomalia.

La tuta di Marquez ha registrato un impatto della forza di 26,14 g quando ha toccato terra, che però in parte è stato assorbito dall'airbag già aperto.

Dal momento in cui ha toccato terra a quando si è fermato nella ghiaia della via di fuga, la tuta poi ha rilevato un tempo di 4"81 secondi, con il sistema dell'airbag Alpinestars che ha garantito una protezione completa alla parte superiore del corpo del pilota per cinque secondi.

 

Sorprendentemente, indossare una tuta dotata di airbag non era obbligatorio in MotoGP fino all'anno scorso, con diversi piloti di tutte le classe che in precedenza avevano optato per non utilizzarlo.

Il fatto che Marquez sia tornato in pista a poche ore da un incidente del genere, dimostra i progressi che sono stati fatti in questo settore per quanto riguarda la sicurezza dei piloti.

Scorrimento
Lista

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
1/9

Foto di: HRC / CormacGP

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
2/9

Foto di: Chang International Circuit

La moto di Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta

La moto di Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta
3/9

Foto di: Chang International Circuit

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
4/9

Foto di: Chang International Circuit

Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta

Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta
5/9

Foto di: Chang International Circuit

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
6/9

Foto di: Chang International Circuit

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
7/9

Foto di: Chang International Circuit

Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta

Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta
8/9

Foto di: Chang International Circuit

Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta

Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta
9/9

Foto di: Chang International Circuit

Prossimo Articolo
Fotogallery MotoGP: la quarta pole di Quartararo a Buriram

Articolo precedente

Fotogallery MotoGP: la quarta pole di Quartararo a Buriram

Prossimo Articolo

LIVE MotoGP, GP di Thailandia: Gara

LIVE MotoGP, GP di Thailandia: Gara
Carica commenti