Marquez ha subito un impatto da 26 g nel crash di Buriram!

I dati del terribile highside di Marc Marquez durante le prove libere del Gran Premio di Thailandia di MotoGP rivelano che ha colpito l'asfalto con un impatto di 26,16 G e che l'incidente è durati 4"81.

Marquez ha subito un impatto da 26 g nel crash di Buriram!

Il pilota della Honda è stato sbalzato dalla sua RC213V alla curva 7 mentre affrontava un out-lap alla conclusione della prima sessione di prove libere del weekend di Buriram ed è stato costretto anche ad andare in ospedale per accertamenti.

Lo spagnolo è stato dichiarato quasi subito "fit" e quindi è tornato in pista nelle libere del pomeriggio e in seguito ha spiegato che a causare l'incidente è stata la chiusura completa dell'acceleratore, con il freno motore che ha bloccato la gomma posteriore.

I dati forniti a Motorsport.com da Alpinestars, fornitore della tuta di Marquez, rivelano il momento esatto in cui si è aperto l'airbag, la durata dell'incidente e la forza con cui ha impattato il suolo.

Infografica Apinestar con i dati della caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team

Infografica Apinestar con i dati della caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team

Photo by: Alpinestars

Come mostra il grafico qui sopra, Marquez ha perso improvvisamente il controllo, come chiaramente indicato dal sensore giroscopico (linea grigia) inserito nella sezione toracica della sua tuta.

Il calo di tutte le tracce colorate segna il momento in cui la gomma posteriore ha ritrovato grip dopo la sbandata iniziare, ma non c'è traccia della frenata che ha dato vita all'hishside. Le tracce poi hanno un'impennata quando Marc viene lanciato verso l'alto.

A quel punto, tutti e quattro i sensori collegati alla tuta di Marquez rilevano che si sta verificando un problema potenzialmente serio e decidono di aprire l'airbag, che si attiva 0"585 prima che Marc sbatta sull'asfalto con il lato destro del corpo.

Leggi anche:

I sensori della tuta osservano i dati ogni 0"002 ed è per questo che l'airbag si è aperto quasi istantaneamente quando il sistema ha capito che c'era un'anomalia.

La tuta di Marquez ha registrato un impatto della forza di 26,14 g quando ha toccato terra, che però in parte è stato assorbito dall'airbag già aperto.

Dal momento in cui ha toccato terra a quando si è fermato nella ghiaia della via di fuga, la tuta poi ha rilevato un tempo di 4"81 secondi, con il sistema dell'airbag Alpinestars che ha garantito una protezione completa alla parte superiore del corpo del pilota per cinque secondi.

 

Sorprendentemente, indossare una tuta dotata di airbag non era obbligatorio in MotoGP fino all'anno scorso, con diversi piloti di tutte le classe che in precedenza avevano optato per non utilizzarlo.

Il fatto che Marquez sia tornato in pista a poche ore da un incidente del genere, dimostra i progressi che sono stati fatti in questo settore per quanto riguarda la sicurezza dei piloti.

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
1/9

Foto di: HRC / CormacGP

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
2/9

Foto di: Chang International Circuit

La moto di Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta
La moto di Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta
3/9

Foto di: Chang International Circuit

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
4/9

Foto di: Chang International Circuit

Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta
Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta
5/9

Foto di: Chang International Circuit

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
6/9

Foto di: Chang International Circuit

La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
La caduta di Marc Marquez, Repsol Honda Team
7/9

Foto di: Chang International Circuit

Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta
Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta
8/9

Foto di: Chang International Circuit

Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta
Marc Marquez, Repsol Honda Team, dopo la caduta
9/9

Foto di: Chang International Circuit

condivisioni
commenti
Márquez: “L’obiettivo è il podio, se davanti a Dovi è meglio”

Articolo precedente

Márquez: “L’obiettivo è il podio, se davanti a Dovi è meglio”

Prossimo Articolo

LIVE MotoGP, GP di Thailandia: Gara

LIVE MotoGP, GP di Thailandia: Gara
Carica commenti
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia" Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia"

Il Gran Premio di San Marino di MotoGP ha regalato tanti promossi e tanti bocciati. Da un perfetto Bagniaia, un sorprendente Bastianini, fino ad arrivare alla delusione Dovizioso, ecco le pagelle stilate e commentate da Franco Nugnes e Matteo Nugnes.

MotoGP
20 set 2021
MotoGP, Lap Chart del GP di San Marino Prime

MotoGP, Lap Chart del GP di San Marino

A Misano, Bagnaia si ripete. Un successo arrivato dopo una gara impeccabile. Ripercorriamo, grazie alla nostra animazione grafica, tutte le emozioni del Gran Premio di San Marino.

MotoGP
20 set 2021
MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati Prime

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati

Bagnaia precede Miller nella doppietta Ducati in quel di Misano. Alle spalle delle rosse di Borgo Panigale, abbiamo la Yamaha di Fabio Quartararo.

MotoGP
19 set 2021
Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021