Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
MotoGP GP di Germania

MotoGP | Alex Marquez: “Cambierei i miei 40 podi per questo con Marc”

Il minore dei fratelli Marquez ha assicurato che rinuncerebbe a tutti i precedenti podi per quello conquistato domenica al Sachsenring, insieme a suo fratello Marc.

Marc Marquez, Gresini Racing, Alex Marquez, Gresini Racing

Il Gran Premio di Germania della MotoGP si è concluso con un colpo di scena incredibile: Jorge Martin è caduto a due giri dal termine della gara quando dominava davanti a Pecco Bagnaia. Questo ha dato il via libera al campione in carica, che si è portato a casa la vittoria, ma ha aperto uno scenario storico. Marc Marquez e Alex Marquez sono saliti sul podio insieme per la prima volta nella classe regina.

Marc, che era quinto, è passato in quarta posizione con la caduta di Martin, ha superato Franco Morbidelli e all’ultimo giro ha sopravanzato suo fratello Alex chiudendo la gara in seconda posizione. Il minore dei fratelli Marquez ha collezionato il 43° podio nel mondiale, il quinto in MotoGP e il primo insieme a suo fratello.

“È una sensazione strana, siamo molto fortunati. Abbiamo vissuto molti giorni felici, molti di più di quelli che potevamo immaginare. Giorni in cui abbiamo vinto entrambi in categorie diverse o quando abbiamo vinto il titolo nello stesso anno. Questo era il sogno successivo, l’avevo immaginato tante volte, cambierei i miei 40 podi nel mondiale solo per questo”, ha detto un emozionato Alex parlando della nuova pietra miliare dei fratelli Marquez.

Segundo Marc Márquez, Gresini Racing, tercero Alex Márquez, Gresini Racing

Segundo Marc Márquez, Gresini Racing, tercero Alex Márquez, Gresini Racing

Foto de: Gold and Goose / Motorsport Images

“È molto più speciale stare sul podio con mio fratello che tutti i precedenti 40 senza di lui. Spero di poterlo ripetere, magari con una vittoria e un secondo posto. Ma sappiamo che sarà difficile, quindi bisogna festeggiare e godersi il momento. Quello che mi ha insegnato il Mondiale ed essere qui, soprattutto, è che quello che hai oggi non sai se lo avrai domani”, ha proseguito il pilota di Cervera #73.

Alex Marquez, che nella caduta di sabato in Q2 ha interessato la cervicale ed era molto dolorante nella Sprint, ha recuperato velocemente per domenica. Così, è stato in lotta per il podio per tutta la gara, conquistando poi la terza posizione: “Sono molto felice, onestamente devo riconoscere che era inaspettato, non tanto il podio di Marc quanto il mio. Lui aveva qualcosa in più, ma sono molto felice di come è andato il weekend, abbiamo ribaltato la situazione cambiando molto la moto qui e vediamo se dopo la pausa estiva continua così”.

All’inizio dell’ultimo giro, Alex era secondo, ma poi ha dovuto cedere la sua posizione a Marc, autore di una grande rimonta, per conquistare poi il suo primo podio in stagione: “Ho visto che stava lottando, ma sinceramente non sapevo che era dietro di me. Pensavo che Enea Bastianini gli fosse davanti, perché stava venendo su molto veloce. Quando ho visto che sulla tabella c’era scritto ‘Marc +0’ non sapevo che fare. Ma quando è caduto Jorge Martin ho pensato che fosse più tranquillo per noi, sono stato egoista in quel momento. Ho provato a tirare, ma non facevo le curve allo stesso modo, quindi lui mi ha passato e non ho più voluto lottare”.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Morbidelli: "Devo tutto a VR46, correre con loro chiuderebbe il cerchio"
Prossimo Articolo MotoGP | Doppio Marquez: dopo 27 anni due fratelli tornano sul podio insieme

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia