Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Gara
MotoGP GP di Catalogna

MotoGP | Aleix vince il derby Aprilia a Barcellona dopo il crash di Bagnaia

L'Aprilia celebra la prima doppietta della sua storia con la vittoria di Aleix Espargaro davanti a Vinales, in una gara che però è segnata dall'incidente alla prima partenza di Bagnaia, che cade e poi viene investito su una gamba da Binder, finendo la sua domenica in ospedale. Ne approfitta Martin, che con il terzo posto si riporta a -50. Bella rimonta per Quartararo, settimo, mentre Bezzecchi è solo 12° davanti a Marc Marquez.

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

Foto di: Miquel Liso

E' grande festa Aprilia a Barcellona, in una domenica che però non può essere completamente festosa per il motociclismo italiano, complice l'incidente di Pecco Bagnaia, che ha concluso la sua domenica all'ospedale di Barcellona dopo che la KTM di Brad Binder gli è passata sulle gambe in seguito ad un highside avvenuto al primo giro.

Questo però non deve togliere niente alla Casa di Noale, perché si tratta di una giornata storica, visto che è la prima volta che riesce a piazzare una doppietta in MotoGP. Un trionfo arrivato grazie al terzo successo in carriera di Aleix Espargaro, che quindi ha concesso il bis della vittoria di ieri nella Sprint, precedendo il compagno di box Maverick Vinales.

Al primo via, c'è stata una maxicarambola innescata da Enea Bastianini, che ha azzardato un ingresso all'interno della curva 1, colpendo Johann Zarco e coinvolgendo poi anche le altre Ducati di Marco Bezzecchi, Alex Marquez e Fabio Di Giannantonio.

Il peggio però doveva ancora venire, perché in uscita dalla seconda curva Bagnaia è stato vittima di un violento highside e si è ritrovato in mezzo alla pista con tutto il gruppo alle sue spalle. Purtroppo Brad Binder non ha potuto fare nulla per evitarlo e lo ha colpito ad una gamba. Pecco si è mostrato subito cosciente, ma è rimasto a terra dolorante, quindi è stata esposta la bandiera rossa.

La gara quindi è ripartita sulla distanza di 23 giri, uno in meno dei 24 previsti, con l'assenza delle due Ducati ufficiali, con entrambi i piloti portati in ospedale per accertamenti, e al via quindi sono state subito le Aprilia a fare la parte delle padrone, con Vinales che per una volta è riuscito ad avere uno scatto a dir poco felino.

Per buona parte della gara è stato lui a dettare il passo, approfittando anche del fatto che inizialmente Aleix era rimasto bloccato alle spalle della Ducati di Jorge Martin. Una volta che si è liberato del ducatista, però, Espargaro si è messo in caccia e piano piano ha iniziato a limare il gap su un Maverick che probabilmente aveva chiesto troppo alla sua gomma anteriore, mostrata letteralmente distrutta da un replay.

A quattro giri dal termine poi Espargaro ha dato vita ad un'azione decisa alla curva 1, mandando anche largo Vinales nella via di fuga ed andando a prendersi la leadership. A quel punto è stato chiaro che Vinales non aveva più la forza per reagire, ma che la festa poteva iniziare nel box di Noale, perché sia per il marchio che per Aleix si tratta della seconda vittoria in tre gare al ritorno dopo la pausa estiva.

Per buona parte della corsa l'Aprilia aveva addirittura sperato di piazzare una tripletta, perché Miguel Oliveira era riuscito a portarsi terzo. Alla lunga però si è dovuto inchinare al ritorno delle due Ducati del Prima Pramac Racing, con Martin che quindi ha approfittato del KO di Bagnaia per ridurre a 50 punti il suo gap in classifica, precedendo il compagno Johann Zarco.

Detto del quinto posto di Oliveira, in sesta posizione si è piazzata la Ducati del Gresini Racing affidata ad Alex Marquez, mentre alle sue spalle ha sfoderato una bella rimonta Fabio Quartararo, riportando la sua Yamaha al settimo posto finale dal fondo dello schieramento. Finalmente una domenica che si conclude con un sorriso per il campione del mondo 2021.

Solo ottava la migliore delle KTM, che è quella di Jack Miller, perché Brad Binder è stato costretto al ritiro da un problema tecnico nelle primissime fasi dopo la ripartenza. Tra le altre cose, il sudafricano si è reso protagonista di un bel gesto, andando subito al centro medico per assincerarsi delle condizioni di Bagnaia.

La top 10 poi si completa con Agusto Fernandez e Fabio Di Giannantonio, mentre è stata una domenica piuttosto complicata per i portacolori della Mooney VR46: dopo il crash del primo via, Bezzecchi non è riuscito a fare meglio del 12° posto, alle spalle del compagno Luca Marini, quindi il suo gap da Bagnaia rimane di oltre 70 punti.

Tre punticini poi se li porta a casa anche Marc Marquez, che ha chiuso 13° con la sua Honda, dopo aver provato a battagliare senza successo per la top 10. 14° posto invece per Franco Morbidelli, che a sua volta conquista 2 punti.

 
 
         
Driver Info
 
 
 
   
Cla Pilota # Moto Giri Tempo Distacco km/h Ritirato Punti
1 Spain A. Espargaro Aleix Espargaro Aprilia Racing Team 41 Aprilia 23 -       25
2 Spain M. Viñales Maverick Viñales Aprilia Racing Team 12 Aprilia 23 +0.377 0.377     20
3 Spain J. Martin Jorge Martin Pramac Racing 89 Ducati 23 +2.831 2.454     16
4 France J. Zarco Johann Zarco Pramac Racing 5 Ducati 23 +4.867 2.036     13
5 Portugal M. Oliveira Miguel Oliveira RNF Racing 88 Aprilia 23 +7.529 2.662     11
6 Spain A. Marquez Alex Marquez Gresini Racing 73 Ducati 23 +10.590 3.061     10
7 France F. Quartararo Fabio Quartararo Yamaha Factory Racing 20 Yamaha 23 +10.821 0.231     9
8 Australia J. Miller Jack Miller Red Bull KTM Factory Racing 43 KTM 23 +10.880 0.059     8
9 Spain A. Fernandez Augusto Fernandez Tech 3 37 KTM 23 +12.889 2.009     7
10 Italy F. Di Giannantonio Fabio Di Giannantonio Gresini Racing 49 Ducati 23 +13.280 0.391     6
11 Italy L. Marini Luca Marini Team VR46 10 Ducati 23 +16.491 3.211     5
12 Italy M. Bezzecchi Marco Bezzecchi Team VR46 72 Ducati 23 +16.561 0.070     4
13 Spain M. Marquez Marc Marquez Repsol Honda Team 93 Honda 23 +21.616 5.055     3
14 Italy F. Morbidelli Franco Morbidelli Yamaha Factory Racing 21 Yamaha 23 +23.108 1.492     2
15 Japan T. Nakagami Takaaki Nakagami Team LCR 30 Honda 23 +26.740 3.632     1
16 Spain I. Lecuona Iker Lecuona Team LCR 27 Honda 23 +28.860 2.120      
17 Spain J. Mir Joan Mir Repsol Honda Team 36 Honda 23 +33.929 5.069      
dnf Spain R. Fernandez Raul Fernandez RNF Racing 25 Aprilia 10       Ritirato  
dnf South Africa B. Binder Brad Binder Red Bull KTM Factory Racing 33 KTM 3       Ritirato  
dnf Spain P. Espargaro Pol Espargaro Tech 3 44 KTM 1       Ritirato  
dns Italy F. Bagnaia Francesco Bagnaia Ducati Team 1 Ducati 0       Accident before restart  
dns Italy E. Bastianini Enea Bastianini Ducati Team 23 Ducati 0       Accident before restart  

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Paura Bagnaia: cade e Binder gli passa su una gamba!
Prossimo Articolo MotoGP | Bagnaia sembra non avere infortuni gravi, Bastianini è fratturato

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia