Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Gara
MotoGP GP di Catalogna

MotoGP | Aleix Espargaro piega Bagnaia nella Sprint di Barcellona

Il pilota dell'Aprilia mostra un ritmo inarrivabile per la concorrenza e alla fine la spunta sul leader del Mondiale, che allunga ancora su Martin, quinto dopo un errore. Il ducatista si deve difendere nel finale dal ritorno di Vinales, che regala un doppio podio alla Casa di Noale, mentre Binder è quarto con la KTM. Solo ottavo Bezzecchi, giusto davanti a Bastianini. Marquez questa volta lotta, ma chiude 11°. Tutte indietro le altre moto giapponesi.

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

Aleix Espargaro non aveva digerito bene l'essersi visto sfuggire la pole position del Gran Premio di Catalogna per un soffio, ma il pilota dell'Aprilia si è rifatto alla grande nella Sprint, regalando alla Casa di Noale la sua prima affermazione nella gara breve del sabato ed esorcizzando così anche il clamoroso errore di un anno fa, quando aveva gettato alle ortiche un podio festeggiando con un giro d'anticipo.

Sulla pista di casa, il pilota di Granollers, cittadina che dista pochissimi chilometri dal circuito di Barcellona, ha fatto veramente una gran differenza. Al via, il più lesto è stato Pecco Bagnaia, che dalla pole position ha messo la sua Ducati davanti a tutti, seguito proprio dalle due Aprilia di Maverick Vinales e di Aleix, che all'inizio si era attestato in terza posizione.

Per avere la meglio sul compagno di squadra ci ha messo un paio di giri, poi si è messo in caccia del leader del Mondiale e si è incollato al codone della sua Desmosedici GP. Al settimo dei 12 giri previsti poi ha rotto gli indugi e si è preso la leadership con una staccata perentoria alla curva 1, contro la quale Pecco non ha potuto opporre la minima resistenza.

A quel punto è stato chiaro che non ce ne sarebbe stato più per nessuno, perchè il "Capitano" è stato l'unico capace di continuare a girare con regolarità sotto all'1'40" e infatti si è presentato sotto alla bandiera a scacchi con un margine di quasi due secondi nei confronti della concorrenza, celebrando così la sua prima vittoria in carriera in una Sprint.

Anche se si è dovuto inchinare ad Espargaro, Bagnaia è stato comunque molto bravo a gestire una situazione non semplice, perché la sua Ducati sembrava avere qualcosa in meno in termini di trazione rispetto alle Aprilia e infatti nel finale ha dovuto sudare sette camicie per resistere al ritorno di Vinales.

Il pilota di Roses ci ha provato un paio di volte in staccata, ma il ducatista è andato a frenare veramente profondissimo e si è portato a casa un altro risultato prezioso in ottica Mondiale, perché ha portato a 66 lunghezze il suo vantaggio nei confronti di Jorge Martin, alla fine quinto alla bandiera a scacchi dopo un drittone alla curva 1 che gli aveva fatto perdere diverse posizioni.

Tra i primi due candidati al titolo ci sono il già citato Vinales, che quindi ha regalato all'Aprilia il suo primo doppio podio nella classe regina, e Brad Binder, ancora una volta autore di una partenza spettacolare con la sua KTM e poi bravo a rimanere al gancio del gruppetto di testa. La giornata positiva delle Aprilia poi è completata anche dal buon sesto posto di Miguel Oliveira, rimasto con i migliori dopo essere scattato dalla prima fila.

La riprova di quanto abbia comunque fatto bene Bagnaia la si ha guardando alle difficoltà che hanno incontrato le altre Ducati, perché se è vero che a chiudere la zona punti ci sono Johann Zarco, Marco Bezzecchi ed Enea Bastianini, lo è allo stesso modo che non hanno assolutamente avuto modo di tenere il ritmo dei primi. Per il portacolori della Mooney VR46, dunque, il gap da Bagnaia sale a 75 punti.

Rispetto alle ultime uscite c'è stato un passo avanti anche da parte di Marc Marquez, anche se l'11° posto alle spalle della Ducati del fratello Alex non vale dei punti. Finalmente l'otto volte campione ha dato la sensazione di avere voglia di lottare e lo si vede nei quasi 10" che ha rifilato alle altre Honda, che chiudono il gruppo.

Attardate anche le Yamaha, con Franco Morbidelli che ha tagliato il traguardo in 15° posizione e Fabio Quartararo che si è ritrovato addirittura 18°, ad oltre 17 secondi, con alle sue spalle solamente le Honda.

 
 
         
Driver Info
 
 
 
   
Cla Pilota # Moto Giri Tempo Distacco km/h Ritirato Punti
1 Spain A. Espargaro Aleix Espargaro Aprilia Racing Team 41 Aprilia 12 -       12
2 Italy F. Bagnaia Francesco Bagnaia Ducati Team 1 Ducati 12 +1.989 1.989     9
3 Spain M. Viñales Maverick Viñales Aprilia Racing Team 12 Aprilia 12 +2.040 0.051     7
4 South Africa B. Binder Brad Binder Red Bull KTM Factory Racing 33 KTM 12 +2.857 0.817     6
5 Spain J. Martin Jorge Martin Pramac Racing 89 Ducati 12 +4.341 1.484     5
6 Portugal M. Oliveira Miguel Oliveira RNF Racing 88 Aprilia 12 +4.940 0.599     4
7 France J. Zarco Johann Zarco Pramac Racing 5 Ducati 12 +6.746 1.806     3
8 Italy M. Bezzecchi Marco Bezzecchi Team VR46 72 Ducati 12 +6.888 0.142     2
9 Italy E. Bastianini Enea Bastianini Ducati Team 23 Ducati 12 +8.068 1.180     1
10 Spain A. Marquez Alex Marquez Gresini Racing 73 Ducati 12 +10.380 2.312      
11 Spain M. Marquez Marc Marquez Repsol Honda Team 93 Honda 12 +11.823 1.443      
12 Italy L. Marini Luca Marini Team VR46 10 Ducati 12 +11.900 0.077      
13 Italy F. Di Giannantonio Fabio Di Giannantonio Gresini Racing 49 Ducati 12 +12.018 0.118      
14 Spain R. Fernandez Raul Fernandez RNF Racing 25 Aprilia 12 +13.284 1.266      
15 Italy F. Morbidelli Franco Morbidelli Yamaha Factory Racing 21 Yamaha 12 +16.207 2.923      
16 Australia J. Miller Jack Miller Red Bull KTM Factory Racing 43 KTM 12 +16.404 0.197      
17 Spain A. Fernandez Augusto Fernandez Tech 3 37 KTM 12 +16.534 0.130      
18 France F. Quartararo Fabio Quartararo Yamaha Factory Racing 20 Yamaha 12 +17.147 0.613      
19 Spain I. Lecuona Iker Lecuona Team LCR 27 Honda 12 +18.658 1.511      
20 Japan T. Nakagami Takaaki Nakagami Team LCR 30 Honda 12 +19.080 0.422      
21 Spain J. Mir Joan Mir Repsol Honda Team 36 Honda 12 +19.574 0.494      
dnf Spain P. Espargaro Pol Espargaro Tech 3 44 KTM 3       Ritirato  

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente LIVE MotoGP | Gran Premio di Catalogna, Sprint
Prossimo Articolo MotoGP | Bagnaia: "Noi più forti in frenata, ma l'Aprilia vola nei curvoni"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia