MotoGP | Aleix Espargaro critico sull’uniformità del Long Lap Penalty

Il pilota Aprilia ha espresso le proprie perplessità sull’uniformità del Long Lap Penalty, affermando che la differenza di decimi che si perdono in base alle piste non rende giustizia al tipo di sanzione, che secondo lui è una delle migliori invenzioni degli ultimi anni.

MotoGP | Aleix Espargaro critico sull’uniformità del Long Lap Penalty
Carica lettore audio

L’uomo da battere del Gran Premio di Gran Bretagna è indubbiamente Fabio Quartararo, tuttavia Aleix Espargaro si è mostrato decisamente in forma e combattivo nel venerdì di libere a Silverstone. Sul tracciato inglese, il pilota Aprilia aveva conquistato il primo podio in MotoGP lo scorso anno e questo weekend è a caccia di conferme, oltre a voler continuare a tenere la classifica molto corta.

Il catalano ha chiuso la prima giornata del GP di Silverstone con il quinto crono nella combinata, grazie al sesto e al quinto tempo nelle prime e nelle seconde libere rispettivamente. In termini di prestazioni, Espargaro è piuttosto soddisfatto dei passi avanti messi in mostra dalla RS-GP sulla stessa pista a distanza di un anno: “Abbiamo migliorato molto l’abbassatore rispetto allo scorso anno, ma anche se preferisco non usarlo posso sfruttare bene il tempo qui a Silverstone, la moto è molto stabile e oggi era molto competitiva. L’abbassatore e l’effetto suolo sono molto simili ed è molto importante, perché ti permette di andare quasi al 100% della potenza per tutto il tempo, mentre cinque anni fa era impossibile usare anche il 70%. Ora usi quasi tutta la potenza disponibile ed è fantastico”.  

Un grande aiuto in questa giornata è arrivato anche da Maverick Vinales, che appare sempre più a suo agio in sella alla RS-GP. Il pilota di Roses ha trainato Aleix Espargaro per qualche giro e il catalano ha rivelato a fine giornata che tra compagni di squadra c’è grande collaborazione: “Oggi abbiamo lavorato insieme e sono molto felice. Devo ringraziarlo perché è molto umile e predisposto ad andare avanti e spingermi per aiutarmi. Guardiamo la telemetria e sembra davvero mio fratello, anche lui vuole portare il titolo all’Aprilia. Domenica dovrà fare la sua gara e forse è presto per aiutarmi, ma già che lo faccia il venerdì e il sabato per me è un grande aiuto”.

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Il tema del weekend è però la penalità che Fabio Quartararo dovrà scontare domenica. Un Long Lap Penalty è stato comminato al campione del mondo in carica per aver tirato giù proprio Aleix Espargaro ad Assen prima della pausa estiva. Tuttavia, il pilota Aprilia ha da ridire sull’uniformità della sanzione, che secondo lui andrebbe rivista: “Non sono io a dovermi lamentare del Long Lap, perché non devo scontarlo io, però è veramente uno scherzo. Si perdono otto decimi, bisogna lavorare in maniera più professionale su queste cose. Il Long Lap Penalty è una sanzione leggera e mi piace, ma bisogna farla uguale per ogni pista. Magari perdi un paio di decimi, ma perderne otto? È ridicolo! Anche se fossero due secondi, già quest’anno è stata data prova del fatto che anche scontandolo si può lottare per il podio”.

Aleix Espargaro sostiene che il tipo di sanzione sia una delle idee migliori che siano state messe in atto negli ultimi anni. Contribuisce in maniera positiva allo spettacolo della MotoGP, ma crede che debba essere rivisto per creare una maggiore uguaglianza sulle diverse piste in cui viene scontato: “Dobbiamo ricordarci che la MotoGP è uno show e il Long Lap Penalty è buono per lo spettacolo. Ma anche la penalità in sé lo è, per esempio con le partenze anticipate qualche anno fa incappavi nel ride through ed era un disastro. Ora con il Long Lap Penalty lo show è migliorato ed è un’idea molto buona, ma bisogna essere seri con questa cosa. Ma non si può passare da due a otto decimi in base alla pista. Dovrebbe far impiegare più o meno tre secondi in tutti i tracciati, per me quel tempo è buono”.

“Ne parleremo in Safety Commission”, prosegue. “Non mi piace la mia situazione ora, non ho nulla contro Fabio. sembra che ora io dica queste cose per qualcosa contro di lui, ma io in realtà ce l’ho con le regole. Quello che noi piloti vogliamo è che le cose siano equilibrate per tutto e tutti. Qui c’è ancora una volta differenza con altre piste. Ripeto, il Long Lap Penalty è una delle invenzioni migliori degli ultimi anni perché aiuta lo spettacolo, di base mi piace molto”.  

Leggi anche:
condivisioni
commenti
MotoGP | Miller: "La Stowe è pericolosa, dobbiamo discuterne"
Articolo precedente

MotoGP | Miller: "La Stowe è pericolosa, dobbiamo discuterne"

Prossimo Articolo

MotoGP | Bagnaia: "Meglio del 2021, ma c'è molto lavoro da fare"

MotoGP | Bagnaia: "Meglio del 2021, ma c'è molto lavoro da fare"