Lorenzo tiene il Mondiale aperto in casa della Honda

Il maiorchino riduce a 13 punti il gap da Marquez, che chiude secondo: si deciderà tutto a Valencia

Lorenzo tiene il Mondiale aperto in casa della Honda
Tutto rimandato: il Mondiale MotoGp 2013 si deciderà tra due settimane a Valencia. Il merito di tutto è di uno strepitoso Jorge Lorenzo, che ha conquistato la seconda vittoria consecutiva a Motegi, dominando dal primo all'ultimo giro proprio sulla pista di casa della Honda. Dopo aver conquistato la pole position sul bagnato, il maiorchino è stato impeccabile anche sull'asciutto: scattato benissimo dalla prima posizione, il maiorchino della Yamaha ha provato a scappare nelle prime fasi della corsa, forte anche della scelta della gomma morbida al posteriore (le Honda invece avevano quella dura). Poco dopo la metà della corsa Marc Marquez sembrava però in grado di saltargli davanti, ma si è trattato solo di un'impressione: per andare all'attacco, "El Cabronsito" è andato lungo in un paio di occasioni e proprio in questo frangente Lorenzo si è mostrato in versione "Martillo", piazzando per un paio di tornare il giro veloce e riuscendo in questo modo a fare il vuoto alle sue spalle. Jorge, forte anche di una maggior esperienza del rivale su questa pista, ha fatto tesoro della corsa dell'anno scorso, nella quale andò in crisi con la gomma dura al posteriore: alla fine la scelta della morbida ha pagato, permettendogli di andare a piantare la bandiera "Lorenzo's Land" anche in Giappone, nonostante anche l'involontario ostacolo di Damian Cudlin nel finale, che ha ignorato le bandiere blu in fase di doppiaggio. Il sogno del terzo titolo iridato nella classe regina, dunque, va avanti per Lorenzo, che arriverà a Valencia con 13 punti da recuperare su Marquez. Il rookie della Honda, che questa mattina era anche caduto nel Warm-Up, ha forse pagato a caro prezzo le difficoltà di un weekend nel quale non ha avuto praticamente tempo per provare sull'asciutto, se non nel turno di stamani. Una volta capito che non sarebbe stato possibile andare dietro a Lorenzo, Marc però è stato bravo a non correre rischi e a portarsi a casa 20 punti preziosi in ottica campionato: a Valencia gli basterà un quarto posto per essere campione. Il weekend di Motegi comunque ci ha già regalato una certezza: Dani Pedrosa non sarà campione neanche quest'anno. Lo spagnolo della Honda non è mai parso in gara oggi. E' rimasto nella scia dei primi due per buona parte della distanza, poi si è distanziato inesorabilmente, non riuscendo così a dare una mano al compagno di squadra, come magari Shuei Nakamoto e soci avrebbero sperato. Un discorso simile va fatto anche per Valentino Rossi, che nei primissimi giri ha provato a vestire i panni dell'alleato di Lorenzo, anche se troppo brevemente: scattato bene dalla seconda fila, alla prima curva si è portato alle spalle del "Black Mamba", ma dopo appena due tornate è andato lungo alla curva 11, subendo il sorpasso delle due RC213V. Un giro più tardi è incappato nuovamente nello stesso errore, finendo addirittura fuori pista ed al 12esimo posto. Il "Dottore" poi ha sfoderato una bella rimonta, ma alla fine si è dovuto accontentare del sesto posto, alle spalle delle due Honda di Alvaro Bautista e di Stefan Bradl, che quindi si è reso protagonista di un buon rientro ad appena due settimane da un'operazione ad una caviglia. Alle spalle del pesarese troviamo poi le altre due Yamaha di un deludente Cal Crutchlow, che non ha più avuto modo di piazzare qualche acuto dopo aver annunciato il suo passaggio alla Ducati, e di Bradley Smith. Dopo la bella prima fila conquistata ieri, ha deluso poi anche la Ducati di Nicky Hayden, solo nono al traguardo con oltre 37" di ritardo, davanti alla GP13 gemella di Andrea Dovizioso e alla wild card Katsuyuki Nakasuga. Tra le CRT ad imporsi è stata la FTR-Kawasaki di Colin Edwards, favorita anche dalla caduta della ART-Aprilia di Aleix Espargaro, che comunque la scorsa settimana aveva già chiuso i conti in questa particolare classifica. Per quanto riguarda gli altri italiani, Andrea Iannone ha chiuso 14esimo, Danilo Petrucci 18esimo e Claudio Corti 20esimo nonostante una scivolata. Ritirato invece Luca Scassa.

MotoGp - Motegi - Gara

MotoGp - Classifica campionato

condivisioni
commenti
Lorenzo: "Non avevo grandi ricordi del bagnato..."

Articolo precedente

Lorenzo: "Non avevo grandi ricordi del bagnato..."

Prossimo Articolo

Lorenzo: "Che gioia vincere in casa della Honda!"

Lorenzo: "Che gioia vincere in casa della Honda!"
Carica commenti
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021
Rossi-Ducati: un sequel inatteso che offre la redenzione Prime

Rossi-Ducati: un sequel inatteso che offre la redenzione

Un decennio dopo il primo legame con Ducati, in quello che si è rivelato essere un periodo sfortunato della sua carriera in MotoGP, Valentino Rossi ha unito nuovamente le forze con il marchio Borgo Panigale, questa volta come proprietario di un team. E il legame VR46/Ducati che inizierà il prossimo anno ha il potenziale per raddrizzare la parentesi negativa del 2011/2012.

MotoGP
4 lug 2021