La Yamaha potrebbe mantenere il "muro" nel 2011

Oggi Lin Jarvis ha ritrattato sull'intenzione di rimuoverlo con l'arrivo di Spies

La Yamaha potrebbe mantenere il
Dopo l'annuncio della partenza di Valentino Rossi, uno dei temi caldi in casa Yamaha è sempre stato il famigerato "muro" che era stato eretto all'interno del box, dividendo la squadra del campione di Tavullia da quella del compagno Jorge Lorenzo. Dall'interno del team era stato detto a più riprese che, siccome il muro era stato voluto da Valentino, non avrebbe senso tenerlo anche nel 2011 con l'arrivo di Ben Spies. Anzi, Lin Jarvis e Jorge Lorenzo avevano più volte spiegato che i piloti avrebbero potuto scambiarsi avvicendevolmente i dati della telemetria. Oggi però Jarvis sembra essersi rimangiato questa possibilità: "La mia personale opinione è che abbiamo usato il muro per tre anni e in quel periodo abbiamo vinto tutto, quindi non porta solo cose negative. Esso consente al pilota e ai meccanici di concentrarsi sul loro lavoro, cosa molto importante per ogni singolo pilota. Per questo credo che potremmo anche mantenere la partizione" ha spiegato. Chissà come finirà questa nuova telenovela...
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag nurburgring, record