Jerez, Libere 1: Honda subito padrone, Rossi è terzo

Jerez, Libere 1: Honda subito padrone, Rossi è terzo

Stoner e Pedrosa chiudono divisi da pochi millesimi, il resto del gruppo è staccatissimo

Se ci si ferma a guardare le prime due posizioni della classifica al termine della prima sessione di prove libere del Gp di Spagna della MotoGp, è lecito dire che rispetto a Losail sembra essere cambiato veramente poco. A dettare il passo, davanti a tutti, ci sono ancora una volta le due Honda RC212V ufficiali affidate al tandem composto da Casey Stoner e Dani Pedrosa. Il leader del mondiale ed il suo compagno di squadra si sono scambiati più volte le posizioni, ma alla fine è stato l'australiano a spuntarla in 1'39"551, tempo con cui ha preceduto di appena 28 millesimi lo spagnolo. Ancora una volta però è il distacco dal terzo che deve preoccupare il resto del gruppo, visto che siano nuovamente nell'ordine del mezzo secondo, anche se per "Camomillo" le cose non sono tutte rose e fiori come potrebbe sembrare, visto che il suo indolenzimento al braccio è parso piuttosto evidente. La vera sorpresa però è il nome del pilota che occupa la terza posizione, visto che si tratta di Valentino Rossi. Il ducatista per ora sembra pagare molto solo negli ultimi due settori del tracciato andaluso e rispetto al Qatar è riuscito a contenere molto il distacco. Non bisogna dimenticare però che anche Losail il weekend era cominciato bene: la speranza nel box Ducati, quindi, è di non concedere il bis. Alle spalle di Rossi, a completare la top five troviamo un ottimo Marco Simoncelli, seguito da Jorge Lorenzo. Il campione del mondo è parso piuttosto in difficoltà in questa sessione e si è preso anche un rischio non indifferente, rimanendo in piedi per miracolo con la sua Yamaha M1 nei pressi del curvone. Impresa che non è riuscita invece ad Andrea Dovizioso, sesto, che è caduto nello stesso punto proprio nei minuti finali. Se Valentino ha lanciato un buon segnale, non si può dire invece che le cose stiano andando bene per le altre Desmosedici, che si ritrovano ai margini della top ten con Randy De Puniet e Nicky Hayden, entrambi staccati di oltre un secondo dal loro leader. Come era prevedibile, infine, non è stato facile il rientro di John Hopkins che per ora si è dovuto accontentare dell'ultimo tempo, anche se alla fine la sua Suzuki ha nel mirino almeno tre o quattro piloti i cui tempi non sembrano irraggiungibili.

MotoGp - Jerez - Libere 1

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie