Bridgestone: un colore per ogni mescola

Bridgestone: un colore per ogni mescola

I giapponesi vogliono rendere riconoscibili per il pubblico la scelta delle gomme fatte dai piloti

La Bridgestone segue in MotoGp l'idea della colorazione delle gomme come la Pirelli ha fatto in Formula 1 negli ultimi anni. Da quest'anno ogni mescola sarà riconoscibile con una striscia colorata sulla spalla, mentre fino allo scorso anno c'era solo l'opzione della striscia bianca che identificava la copertura con la mescola più morbida fra le due a disposizione a dispetto dalla specifica adottata. Nel 2014, invece le quattro mescole saranno facilmente riconoscibili secondo questo schema: Mescola extra-soft: verde Mescola soft: bianco Mescola media: nero (senza banda) Mescola dura: rosso Le gomme rain invece avranno due opzioni e manterranno la marchiatura nota con la mescola più borbida che sarà cerchiata di bianco, mentre quella più dura resterà nera. Hiroshi Yamada, responsabile di Bridgestone Motorsport spiega: "Il nuovo sistema di marcatura degli pneumatici è stato pensato per rendere più facile per gli appassionati la comprensione delle gomme che ogni pilota utilizzerà sia davanti che dietro. Sarà più facile distinguere le moto Factory da quelle Open, visto che avranno forniture diverse".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie