Barcellona, Libere 2: Smith davanti alle Honda

L'inglese precede Bradl e Marquez. Lorenzo è quarto e Valentino sesto davanti a Dovizioso

Barcellona, Libere 2: Smith davanti alle Honda
L'asfalto rovente di Barcellona all'inizio del pomeriggio è arrivato a 60 gradi, cambiando le condizioni rispetto alla prima sessione di prove libere del Gp di Catalunja che avevano premiato Aleix Espergaro. Alla conclusione della seconda sessione di prove libere a emergere è stata la Yamaha di Bradley Smith. L'inglese con la M1 del team Tech 3 ha svettato con il tempo di 1'42"123, migliorando la sua prestazione del mattino, mentre sono stati molti ad innalzare le proprie prestazioni per il caldo torrido. Bradley è riuscito a scalzare dalla testa Stefan Bradl per appena sette millesimi di secondo! Il tedesco di Lucio Cecchinello ha reagito alle cadute del Mugello nel migliore dei modi, mettendosi alla spalle anche Marc Marquez. Il campione del mondo ha lasciato sfogare gli avversari, lavorando molto sulla messa a punto per la gara con la gomma a mescola dura. Lo spagnolo patisce i cordoli di Barcellona piuttosto alti che limitano in parte il suo stile di guida molto sdraiato: alle spalle dell'iridato ci sono tre Yamaha con Jorge Lorenzo a guidare la pattuglia di M1. Il maiorchino non è andato oltre 1'42"282, lasciando a tre decimi Pol Espargaro sulla seconda Yamaha di Poncharal e Valentino Rossi che rimedia un distacco di mezzo secondo dalla vetta. Il pesarese aveva iniziato il turno molto bene e poi è via via scivolato indietro con l'aumentare della temperatura sull'asfalto. Andrea Dovizioso è il miglior ducatista: il romagnolo ha limitato a quasi sette decimi il gap dal vertice lavorando sull'elettronica e trovando un set up più soddisfacente rispetto alla mattinata. Andrea ha preceduto altre due Desmosedici con Yonny Hernandez davanti a Andrea Iannone, meno brillante dopo la scivolata del mattino. Non trova il passo Daniel Pedrosa al suo rientro in pista dopo l'operazione alla quale si è dovuto sottoporre al braccio dopo il Mugello: il secondo pilota della HRC è a un secondo dalla vetta, pagando un gap che è eccessivo per il potenziale dello spagnolo. Aleix Espargaro, che aveva sbalordito nella prima sessione risultando il più veloce con la Forward - Yamaha, è solo dodicesimo nel più caldo pomeriggio: l'iberico non ha potuto sfruttare la gomma morbida ed è rientrato nei ranghi preceduto anche da Alvaro Bautista con la Honda di Gresini. Continua a deludere Cal Crutchlow 14esimo con la Rossa, mentre stringe i denti Nicky Hayden con la Honda di Aspar: anche l'americano è reduce da un intervento chirurgico, ma sembra reagire con il solito coraggio alle difficoltà... L'aumento delle temperature (c'erano 60 gradi sull'asfalto!) ha messo in crisi le due Yamaha che avevano dato la sensazione di dettare il passo in mattinata: Valentino Rossi

MotoGP / Barcellona, Libere 2

condivisioni
commenti
Barcellona, Libere 1: Espargaro svetta con la Forward!

Articolo precedente

Barcellona, Libere 1: Espargaro svetta con la Forward!

Prossimo Articolo

Problemi di assetto per Bautista a Barcellona

Problemi di assetto per Bautista a Barcellona
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Stefan Bradl
Autore Franco Nugnes
MotoGP: scatta l'allarme sicurezza per le velocità troppo alte Prime

MotoGP: scatta l'allarme sicurezza per le velocità troppo alte

I paurosi incidenti visti a Jerez hanno fatto scattare l'allarme tra i piloti per le velocità elevate raggiunte dalle MotoGP, ma convincere i costruttori a fare un passo indietro sembra davvero difficile.

MotoGP
7 mag 2021
Rossi: quanto è amaro dirsi addio Prime

Rossi: quanto è amaro dirsi addio

Valentino Rossi sta attraversando il più difficile avvio di stagione della carriera. Appena quattro punti in altrettante gare. Lontano dalla top15, il Dottore rischia di vivere una lenta stagione da incubo in attesa di ufficializzare una decisione che, onestamente, sarebbe stato bene intraprendere anni fa

MotoGP
5 mag 2021
Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo" Prime

Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo"

Franco Nugnes, in compagnia del Dottor Ceccarelli, affronta il tema dell'ennesimo caso di sindrome compartimentale in MotoGP. Fabio Quartararo si è dovuto arrendere al dolore durante il GP di Spagna: classe regina in allarme?

MotoGP
5 mag 2021
Miller: il sostegno psicologico arrivato dalla moglie di Crutchlow Prime

Miller: il sostegno psicologico arrivato dalla moglie di Crutchlow

Dopo un avvio di stagione da dimenticare, Jack Miller è riuscito ad ottenere la prima vittoria con Ducati a Jerez ed ha svelato come un grande aiuto psicologico sia arrivato dalla moglie del suo grande amico Cal Crutchlow.

MotoGP
4 mag 2021
Pagelle MotoGP: Riscatto Miller, Rossi a fondo Prime

Pagelle MotoGP: Riscatto Miller, Rossi a fondo

Tanti promossi e tanti bocciati al Gran Premio di Spagna di MotoGP. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com

MotoGP
4 mag 2021
Ducati: la doppietta di Jerez è una "svolta" epocale Prime

Ducati: la doppietta di Jerez è una "svolta" epocale

Sono almeno tre le svolte a cui abbiamo assistito a Jerez: quella della Desmosedici GP, che finalmente "gira" anche su una pista stretta. Quella della stagione di Jack Miller, che ha risposto con una vittoria ad un avvio di stagione deludente. E la trasformazione di Pecco Bagnaia in un top rider a tutti gli effetti, arrivata con la leadership in campionato.

MotoGP
3 mag 2021
MotoGP, GP di Spagna: animazione grafica della gara Prime

MotoGP, GP di Spagna: animazione grafica della gara

Andiamo a rivivere l'emozione del GP di Spagna di MotoGP in questa nostra animazione graficca

MotoGP
3 mag 2021
MotoGP: la griglia di partenza del GP di Spagna Prime

MotoGP: la griglia di partenza del GP di Spagna

Andiamo a scoprire insieme la griglia di partenza del GP di Spagna, quarta prova del Campionato del Mondo 2021 di MotoGP.

MotoGP
2 mag 2021