Avintia Racing presenta il suo progetto 2012 a Jerez

La squadra spagnola arriva in MotoGp con due CRT, ma punta in alto in Moto2 e Moto3

Avintia Racing presenta il suo progetto 2012 a Jerez
Ieri sera Avintia Racing ha scelto lo scenario della “Plataforma VIP” del circuito di Jerez de la Frontera per presentare i propri piani sportivi per l’imminente stagione di fronte ai media e alla stampa. Antonio Martin (Presidente del Gruppo Avintia e coproprietario di Avinta Racing) e Raul Romero (coproprietario di Avintia Racing e Team Manager MotoGp) hanno spiegato come l’unione del Gruppo Avintia e BQR abbia reso possibile la nascita di Avintia Racing, con la conseguente possibilità di disporre di una struttura competitiva in Moto2 e Moto3, e di debuttare nella classe regina. Raul Romero, responsabile del progetto MotoGp, ha fatto capire quanto sia alto l’entusiasmo di tutta la squadra per la partecipazione a questa categoria con una moto costruita e sviluppata interamente in Spagna ed uno staff tecnico totalmente spagnolo. Per quel che riguarda Moto2 e Moto3, Ricard Jové ha voluto però muoversi con cautela davanti ai pronostici che piazzano nel gruppo dei favoriti delle rispettive categorie Maverick Viñales e Julian Simon. I grandi protagonisti della serata sono stati però i piloti: Julian Simon (Moto2), Maverick Viñales (Moto3), Yonny Hernandez e Ivan Silva (MotoGp), hanno posato orgogliosi accanto alle loro moto, rispondendo poi ad ogni domanda presentata dalla stampa accorsa all’evento. Raúl Romero (copropietario di Avintia Racing e Team Manager MotoGp): “Siamo cresciuti, siamo un nuovo team che dispone di tutta l’esperienza di BQR e dell’energia di Avintia. L’aggiunta a tutto questo dell’appoggio di Blusens e dei suoi collaboratori ci ha permesso di lavorare ad un progetto che altrimenti non saremmo mai riusciti a realizzare. È con estrema gioia che vi presento oggi la squadra Avintia Racing, con piloti Moto2 e Moto3 grazie ai quali punteremo al podio, e piloti MotoGp, con i quali realizzeremo un sogno e penseremo al futuro. I nostri meccanici hanno sviluppato una moto grazie alla quale speriamo di essere competitivi fra le CRT. Abbiamo piena fiducia nella squadra e nei nostri piloti”. Ricard Jové (Team Manager Moto2/Moto3): “Con la squadra che presentiamo oggi è logico sentirsi ottimisti e fiduciosi. Abbiamo buone moto, uno staff tecnico preparato ed ottimi piloti. È un’autentica fortuna poter disporre del talento e delle capacità di Julian e Maverick, ma siappiamo tutti che il Mondiale è lungo, difficile e competitivo: le possibilità le abbiamo, però preferiamo non cantar vittoria prima del dovuto”. Yonny Hernández (MotoGP):Correre in MotoGp per me è come un sogno che si avvera. Arrivo dalla Moto2 e quindi avrò molto da imparare, ma fortunatamente conosco bene la squadra e questo mi aiuterà moltissimo. Logicamente la moto è differente da quella che ho guidato finora, specialmente nel controllo della trazione e nell’elettronica, però per il momento sono soddisfatto della crescita fatta nella fase prestagionale”. Iván Silva (MotoGp):Faccio ancora fatica a crederci. Dovrò scendere in pista per la prima gara prima di realizzare la veridicità di tutto questo. Spero di poter sfruttare al meglio tutta la mia esperienza con queste moto di grossa cilindrata. Correremo con l’elite del motociclismo mondiale e già questo la dice lunga. Non sarà facile, però è un progretto che sentiamo ‘nostro’ e sono molto motivato”. Julián Simón (Moto2):Sono carico e pronto per la nuova stagione. Essere parte di Avintia Racing è una garanzia. Come già sapete, questa è una categoria complicata, con molte similarità, però mi sento forte e sono convinto riusciremo a fare grandi cose. Mi mancano ancora piccoli dettagli per migliorare, però con l’appoggio della squadra ce la faremo. Sicuramente disputeremo una buona campagna”. Maverick Viñales (Moto3):Sono contento di poter correre con i colori di Avintia Racing. Lo staff è lo stesso dello scorso anno e si è creato un bel legame. Mi trasmettono grande sicurezza e ci intendiamo bene nelle sessioni di lavoro. La fase prestagionale è andata bene e spero che il resto segua la stessa direzione. La competizione sarà serrata ma ci faremo trovare preparati”.
condivisioni
commenti
Presentazione a Valencia per il Team Aspar

Articolo precedente

Presentazione a Valencia per il Team Aspar

Prossimo Articolo

Test Jerez: ultimo appello per la Ducati

Test Jerez: ultimo appello per la Ducati
Carica commenti
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021
Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio Prime

Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio

La scomparsa di Jason Dupasquier a seguito dell'incidente di cui è stato vittima al Mugello ha alimentato una serie di polemiche e speculazioni - paradossalmente - tra i non addetti ai lavori. Come insegna Bambi, "quando non sai che cosa dire, è meglio che non dici nulla". E sarebbe il caso di apprendere questa regola aurea, soprattutto davanti ad un lutto.

MotoGP
1 giu 2021