Morbidelli: "Fiducioso per domani, posso puntare al podio"

Il pilota del team Petronas domani scatterà dalla sesta casella e si è detto fiducioso di avere un passo ideale per puntare al podio dopo una qualifica finalmente positiva.

Morbidelli: "Fiducioso per domani, posso puntare al podio"
Carica lettore audio

Franco Morbidelli è stato di parola. Ieri, al termine delle FP2, aveva detto che non doveva commettere errori in qualifica ed oggi è riuscito ad artigliare il sesto tempo nonostante le cose non fossero partite col piede giusto.

Il pilota del team Petronas, infatti, ha dovuto passare la Q1 per ottenere un risultato certamente di rilievo e nel Q2 è stato in grado di centrare la seconda fila con il crono di 1’37’’412 piazzandosi dietro ad un sorprendente Miguel Oliveira, quinto, e ad un ritrovato Valentino Rossi.

Morbidelli ha spiegato le difficoltà incontrate nelle FP3 parlando di alcuni cambiamenti di set-up che non hanno dato i riscontri sperati.

“E’ stato un sabato difficile, non iniziato nel migliore dei modi perché abbiamo provato un grande cambiamento e non siamo riusciti a tornare indietro nel corso delle libere. Ho dovuto fare il massimo con quello che avevo, ma alla fine siamo riusciti a passare la Q1 ed artigliare la seconda fila in Q2”.

“Questo era l’obiettivo minimo per il weekend. Sono contento, ma adesso dobbiamo migliorare qualche piccola cosa e farci trovare pronti per la gara”.

Franco ha poi affermato di essere fiducioso per la gara. La posizione di partenza è certamente buona ed un podio potrebbe essere alla sua portata.

“Ho un buon ritmo. Domani sarà dura al via contro i piloti ufficiali, ma conosciamo il nostro potenziale e cercheremo di ottenere il massimo. Domenica scorsa avevo detto che se fossi riuscito a partire davanti sarei riuscito a giocarmela per il podio”.

La qualifica di oggi ha messo in evidenza il grande balzo in avanti compiuto dalla Yamaha. Fabio Quartararo ha conquistato la seconda pole consecutiva tenendo Vinales a soli 95 millesimi di distanza, mentre Rossi, dopo aver faticato nel primo round stagionale, si è riscattato centrando il quarto crono in 1’37’’342.

Morbidelli ha così voluto sottolineare gli sforzi compiuti dalla Casa giapponese per migliorare nettamente la M1.

“La Yamaha ha fatto un grande lavoro e le moto stanno migliorando. Non ho una moto ufficiale come gli altri tre, ma ho un grande pacchetto. In queste due settimane sono quasi sempre riuscito a stare in top 5 e quindi non posso lamentarmi del mio mezzo. Oggi Quartararo, Vinales e Rossi sono stati più veloci di me, ma io domani cercherò di migliorarmi e di stare con loro. Di sicuro avere 4 Yamaha nei primi sei posti in classifica è un ottimo risultato”.

La domanda che tutti si fanno, però, è se la Yamaha potrà esprimersi sugli stessi livelli anche su piste con un layout differente. Secondo Morbidelli la M1 potrà essere competitiva su ogni circuito.

“Credo che quando ci saranno piste con rettilinei lunghi le Yamaha soffriranno di più. Sicuramente il tracciato di Jerez si sposa alla perfezione con le caratteristiche della M1. Dobbiamo vedere cosa accadrà negli altri circuiti, ma sia in Qatar che a Sepang siamo andati bene”.

Franco, infine, ha voluto sottolineare come il suo approccio alla gara non cambierà a causa degli infortuni rimediati da Marquez, Rins e Crutchclow.

“Facciamo uno sport pericoloso. Gli infortuni fanno parte della MotoGP e sei sempre a rischio. Credo che non mi approccerò in modo differente perché ci sono tre piloti non al 100%. Mi spiace per loro, ma non salgo in moto con il pensiero che potrebbe capitare anche a me. Non cambierò il mio approccio per questo”.

Guarda il Gran Premio Red Bull di Andalusia live su DAZN. Attiva ora

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
1/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
2/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
3/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
4/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
6/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
7/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
8/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
9/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
10/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
11/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
12/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
13/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
14/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
15/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
16/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
17/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
18/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
19/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
20/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
21/22

Foto di: Motogp.com

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
22/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Marquez: “Ho ascoltato il mio corpo, lo avevo promesso a Honda”
Articolo precedente

Marquez: “Ho ascoltato il mio corpo, lo avevo promesso a Honda”

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: Quartararo centra la seconda Pole a Jerez

Fotogallery MotoGP: Quartararo centra la seconda Pole a Jerez
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021