Morbidelli: "Se andrà male a Portimao, sarà preoccupante"

Il vice-campione del mondo archivia la trasferta in Qatar con due weekend deludenti, nei quali non ha mai ritrovato il feeling della fine del 2020 con la sua Yamaha. Ora arriva Portimao, dove lo scorso anno è salito sul podio, quindi sarà un banco di prova molto importante.

Morbidelli: "Se andrà male a Portimao, sarà preoccupante"

Il doppio round del Qatar è stata una vera e propria mazzata per Franco Morbidelli. Nonostante disponga di una Yamaha M1 "Spec A", quindi di una versione sulla carta leggermente inferiore a quelle Factory, il portacolori del Team Petronas veniva indicato come uno dei grandi favoriti nella corsa al titolo. Eppure, riparte da Losail con appena 4 punti in saccoccia, frutto del 12esimo posto conquistato ieri.

Nella prima gara ha chiuso 18esimo a causa di un problema con l'abbassatore del posteriore che si è manifestato sulla griglia di partenza e che lo ha condizionato per tutta la corsa. Il secondo weekend invece è iniziato con una doppia fumata dalle sue M1 nella FP1: inizialmente si temeva il peggio per i motori, ma poi c'è stato un sospiro di sollievo perché si è capito che si era trattato solo di un problema legato al sistema di passaggio dell'olio.

A preoccupare il vice-campione del mondo in carica però non sono tanto questi problemi, quanto la difficoltà a ritrovare il feeling che aveva con la sua moto nella parte finale del 2020. Cosa davvero particolare, se si considera che il pacchetto è praticamente lo stesso, salvo alcune piccole migliorie apportate dalla Casa di Iwata.

 

Inoltre, la sua M1 sembra risentire parecchio degli sbalzi di temperatura, visto che volava nelle sessioni diurne e faticava in quelle notturne. Lo stesso Morbidelli infatti non è riuscito a trovare delle risposte quando gli è stato chiesto se poteva provare a fare un po' di chiarezza dopo la gara di ieri.

"Vorrei tanto poter rispondere, ma non posso, perché non conosco la risposta. Abbiamo capito poco in questi giorni qui in Qatar. Siamo stati molto veloci in alcune situazioni e molto lenti in altre. Nella seconda gara, abbiamo chiuso la nostra parentesi a Losail essendo veloci, ma non costanti, anche perché ho finito la gomma troppo presto", ha detto Franco.

La speranza è che, a Portimao, tornando su una pista su cui era salito sul podio nel 2020, si possa tornare un po' a riannodare il filo con il grande finale della scorsa stagione, nella quale aveva raccolto la bellezza di tre vittorie.

"L'idea che ho, ma della quale devo discutere con la squadra, è che a Portimao vorrei ripartire da un foglio bianco, nello stesso modo in cui abbiamo finito il 2020. Quella è una pista su cui abbiamo già corso e la moto praticamente è la stessa dell'anno scorso, quindi dovremmo avere delle sensazioni simili. Se non sarà così, sarà preoccupante, ma dovremo muoverci per riscrivere la nostra forza in maniera differente rispetto al 2020".

Leggi anche:

La cosa curiosa è che se lui sta faticando tanto, le M1 del team ufficiale invece stanno brillando, visto che le prime due vittorie sono andate a Maverick Vinales e Fabio Quartararo. Ma questa secondo Franco può essere un'indicazione positiva.

"E' incoraggiante. E' bello vedere una Yamaha vincere la gara. Almeno così posso spingere per provare ad avere qualcosa che stanno usando anche agli altri. Purtroppo, avendo delle moto diverse, io non posso confrontare i dati per capire perché loro hanno saputo gestire meglio le gomme. Ma questa è una lama a doppio taglio, perché per loro varrà lo stesso se dovessi essere più veloce io".

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
1/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
2/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
3/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
4/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
6/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
7/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
8/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
9/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
10/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
11/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
12/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
13/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
14/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
15/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
16/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
17/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
18/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
19/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
20/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
21/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
22/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
23/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
24/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
25/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Bastianini: “A fine gara avevo i capelli negli occhi, non vedevo”

Articolo precedente

Bastianini: “A fine gara avevo i capelli negli occhi, non vedevo”

Prossimo Articolo

Yamaha a due facce: il Factory Team convince, Petronas a picco

Yamaha a due facce: il Factory Team convince, Petronas a picco
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Doha
Sotto-evento Gara
Location Losail International Circuit
Piloti Franco Morbidelli
Team Petronas Yamaha SRT
Autore Matteo Nugnes
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021
La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader Prime

La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader

L'esplosione immediata del rookie della Ducati Pramac ha aggiunto un nuova stella all'elenco sempre più lungo dei piloti che possono ambire a fare grandi cose in MotoGP. Per lui, come per tanti altri, si prospetta un grande futuro, anche se al momento all'orizzonte non si vede ancora un talento capace di prendere l'eredità di quella leadership che è stata prima di Valentino Rossi e poi di Marc Marquez.

MotoGP
6 apr 2021
Pagelle MotoGP: al GP di Doha stupisce Martin, disastro Petronas Prime

Pagelle MotoGP: al GP di Doha stupisce Martin, disastro Petronas

Tanti promossi e tanti bocciati nel secondo appuntamento in Qatar, il Gran Premio di Doha. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes, Responsabile MotoGP per Motorsport.com, e Franco Nugnes.

MotoGP
6 apr 2021