Morbidelli: "Mi sono preso una bella rivincita!"

condivisioni
commenti
Morbidelli: "Mi sono preso una bella rivincita!"
Di:

Il pilota del team Petronas SRT ha chiuso la stagione 2020 col titolo di vice campione e si è tolto qualche sassolino dalla scarpa nei confronti della Yamaha rea di non avergli affidato una moto ufficiale.

Se ad inizio anno qualcuno avesse detto a Franco Morbidelli che avrebbe chiuso la stagione al secondo posto in classifica e sarebbe diventato il miglior pilota Yamaha in griglia, probabilmente il pilota del team Petronas SRT si sarebbe messo a ridere prendendolo per pazzo, ma l’esito dello strano e folle campionato 2020 è stato proprio questo.

Morbidelli è stato l’unico pilota della Yamaha in grado di tenere a galla la Casa giapponese mentre Rossi, Vinales e Quartararo naufragavano tra crisi imprevedibili, ed oggi ha confermato ancora una volta l’incredibile crescita vista in questa stagione con una grande gara conclusa sul terzo gradino del podio.

Dopo aver occupato per tutta la gara il secondo posto, impossibilitato a tenere il ritmo di un Oliveira extraterrestre, Franco ha ceduto alla pressione di un Jack Miller autore di un gran sorpasso all’ultimo giro effettuato tra curva 13 e curva 14.

Nonostante l’amaro in bocca per un secondo gradino del podio sfumato negli ultimi metri, Morbidelli non ha accolto il piazzamento con delusione ed ha fatto i complimenti a Miller per una gestione gara davvero intelligente.

“Non mi ha condizionato pensare al campionato nell’ultimo giro. Ho dato tutto per provare a scappare da Jack, ma non ce l’ho fatta. In parco chiuso ho visto che la mia gomma posteriore era distrutta, mentre la sua era in condizioni migliori. Aveva più velocità alla fine ed è stato in grado di chiudere in ogni varco. E’ stato bravo ad attaccare alla fine senza che me ne potessi accorgere”.

Franco, poi, ha voluto rendere merito anche al grande protagonista del GP di Portimao, Miguel Oliveira. Morbidelli ha spiegato come sin dal venerdì aveva capito che il portoghese fosse a proprio agio sul tracciato di casa.

“Ieri in FP4 Miguel è andato veramente molto forte, ma ad essere onesti è andato forte sin dal primo giorno del weekend, si vedeva che aveva qualcosa in più degli altri. Magari non è stato in vetta in tutti i turni, ma nell’aria c’era la sensazione che Oliveira fosse un passo avanti a tutti”.

Calato il sipario sulla stagione 2020 il pilota del team Petronas SRT si è poi tolto un sassolino dalla scarpa rivendicando le sue qualità nei confronti della Casa giapponese rea di non avergli voluto affidare una moto ufficiale.

“E’ stata una stagione fantastica per me. Non nascondo che ad inizio anno mi sentivo la quarta forza in Yamaha. Non dico messo da parte, ma il fatto di avere una moto diversa dagli altri mi ha fatto sentire un po' menomato. Ho concentrato questa rabbia nel lavoro. Questo ha pagato e ci ha fatto fare la differenza”.

“Con Ramon c’è stato un rapporto particolare quest’anno. Ho avuto la fortuna durante la mia carriera di lavorare con dei capotecnici eccezionali, ma quest’anno è sempre andato tutto bene con lui e questo ha aiutato. Ci siamo presi una bella rivincita e tolti delle soddisfazioni”.

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
1/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
2/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
3/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
4/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
6/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
7/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
8/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
9/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
10/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
11/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
12/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
13/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Polesitter Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, terzo classificato Jack Miller, Pramac Racing

Polesitter Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, terzo classificato Jack Miller, Pramac Racing
14/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
15/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
16/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
17/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
18/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
19/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
20/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
21/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
22/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miller: “Mi hanno passato le redini, sento già la responsabilità”

Articolo precedente

Miller: “Mi hanno passato le redini, sento già la responsabilità”

Prossimo Articolo

Oliveira: "Mi sento pronto per il titolo nel 2021"

Oliveira: "Mi sento pronto per il titolo nel 2021"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP del Portogallo
Sotto-evento Gara
Piloti Franco Morbidelli
Team Petronas Yamaha SRT
Autore Marco Di Marco