Morbidelli: “Oggi avevo il ritmo migliore, ma bisogna lavorare”

Franco Morbidelli chiude il venerdì di libere a Brno con il secondo tempo alle spalle di Fabio Quartararo e mostra il passo migliore della griglia. Eppure il pilota del team Petronas Yamaha non si sbilancia e mantiene un profilo basso.

Morbidelli: “Oggi avevo il ritmo migliore, ma bisogna lavorare”
Carica lettore audio

Il venerdì di libere del Gran Premio della Repubblica Ceca si chiude nel segno delle Yamaha del team Petronas, che firmano una doppietta nella seconda sessione con Fabio Quartararo al comando davanti al compagno di squadra Franco Morbidelli. L’italiano in particolare ha mostrato un ottimo passo in ottica gara, candidandosi come uno dei pretendenti alle prime posizioni.

Siamo però solamente alla fine del primo giorno del fine settimana di gara ed è ancora molto difficile fare dei pronostici. Morbidelli non si sbilancia, anzi, sostiene di avere ancora del lavoro da fare per poter essere costantemente tra i primi: “È stato un buon venerdì per me, abbiamo iniziato subito bene e abbiamo lavorato esattamente o forse anche meglio di quanto non abbiamo chiuso a Jerez. Mi sento bene con la moto, ma penso che dobbiamo lavorare un po’ di più sulle gomme perché credo sia un punto debole per tutti. Quindi dobbiamo lavorare su quest’area, ma fino ad ora è andato tutto bene”.

“Oggi il mio ritmo forse era il migliore, ma abbiamo bisogno di lavorare per migliorare, perché qui se vuoi stare nelle prime posizioni devi migliorare giorno per giorno. Proveremo a farlo domani e già sappiamo su cosa lavorare. In particolare devo provare la dura anteriore perché non l’ho provata e devo migliorare in frenata. C’è qualcosa da fare per domani”.

Alla luce delle prestazioni odierne, Morbidelli sembra pronto a lottare per le posizioni di testa con il suo compagno di squadra. L’italiano spera di rifarsi dopo il guasto di due settimane fa a Jerez, ma non vede la mancanza di affidabilità di Yamaha nel Gran Premio d’Andalusia come un freno al proprio lavoro: “Non temo un deja-vu, non penso troppo a quello che non posso controllare. Non sono preoccupato di avere problemi tecnici, sono concentrato sul migliorare il setting, le prestazioni delle gomme”.

“Il grip oggi era scarso – prosegue il pilota del team Petronas – ma credo sia così per tutti. A Jerez abbiamo corso su un asfalto nuovo, mentre qui a Brno penso che non corra nessuno da molto tempo. Tuttavia guidavo abbastanza bene, anche grazie all’allenamento al Ranch, che è buono per tutto. È una delle cose più divertenti del mondo”.

Le prestazioni odierne lasciano pensare che Morbidelli possa essere uno dei candidati a ‘detronizzare’ Fabio Quartararo, eppure l’italiano mantiene un profilo basso: “Domenica farò del mio meglio per lottare per la vittoria. Penso che a Jerez avremmo potuto lottare per il podio se fossi partito da una posizione migliore. Per provare a vincere domenica bisogna migliorare in prova, dobbiamo migliorare la velocità nel time attack, la precisione nella guida, il setting. Ma siamo concentrati un po’ di più sulla velocità pura, dato che abbiamo già il passo, ci concentriamo sulla velocità. Sarà difficile come sempre e spero di non avere troppe moto davanti a me domenica”.

Dovrà inoltre fare ancora a meno dell’holeshot, ma ci sono novità in arrivo: “Devo ringraziare Yamaha perché qui li ho visti arrivare con delle misure per mettere qualcosa di nuovo sulla moto. Ora posso fare delle buone partenze con la moto attuale, ovviamente l’holeshot dà un minimo di vantaggio in partenza, ma al momento provo a fare il massimo con quello che ho. Non posso dire quando arriverà, perché voglio rispettare i tempi di Yamaha, quindi non posso dirlo. Ma posso dire che stanno facendo un passo in avanti e sono grato di questo”.

Guarda il Gran Premio Monster Energy di Repubblica Ceca live su DAZN. Attiva ora

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
1/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
2/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
3/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
4/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT's garage
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT's garage
6/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
7/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
8/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
9/9

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Rossi: "Asfalto da rifare a Brno, il problema è: chi paga?"
Articolo precedente

Rossi: "Asfalto da rifare a Brno, il problema è: chi paga?"

Prossimo Articolo

Quartararo: “Giornata difficile, il passo non è ottimo”

Quartararo: “Giornata difficile, il passo non è ottimo”
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021