Morbidelli: "Non vedo Vale dal volo di ritorno da Le Mans"

condivisioni
commenti
Morbidelli: "Non vedo Vale dal volo di ritorno da Le Mans"
Di:

Franco Morbidelli ha affermato di non temere di essere stato contagiato da Valentino Rossi. I suoi tamponi più recenti lo hanno indicato negativo al COVID. Nel frattempo, si è detto molto contento di quanto sia competitivo ad Aragon.

Franco Morbidelli è stato uno dei grandi protagonisti delle prime due sessioni di prove libere del Gran Premio di Aragon, che si tiene in questo fine settimana al MotorLand.

il pilota del team SRT Petronas Yamaha ha ottenuto il terzo miglior temo, staccato di circa mezzo secondo dal riferimento di Maverick Vinales nel terzetto di testa composto interamente da moto uscite dagli stabilimenti giapponesi del marchio di Iwata.

Franco, al termine della giornata, si è presentato alla stampa molto sereno, conscio del potenziale che le M1 possono esprimere sulla pista spagnola.

"E' stato un giorno positivo per noi. Siamo stati veloci sempre e nel pomeriggio abbiamo avuto un ottimo passo. Le condizioni erano difficili anche a causa del vento".

Parte della stampa britannica ha insistito nel chiedere a Franco se nel corso dei giorni passati abbia avuto contatti con Valentino Rossi. Ricordiamo che il "Dottore" sarà costretto a saltare il doppio fine settimana di gara al MotorLand di Aragon dopo essere stato trovato positivo al COVID-19 nel pomeriggio di ieri.

"Ho preso il volo con Valentino da Le Mans. Da quel momento non l'ho più visto. Dunque non l'ho visto dopo che è stato trovato positivo al COVID. E' una situazione molto triste, mi spiace molto per lui. Anche perché Valentino ha un grande rispetto per le regole imposte in questo momento. Rispettare le regole è importante, ma non si è sempre al sicuro. Secondo me è anche questione di fortuna".

"La cosa che so è che il mio test è stato negativo e Dorna mi ha permesso di essere qui. Non credo che la situazione di Arbolino sia simile alla mia. Sono venuto ad Aragon non con un volo privato".

"I ragazzi dell'Academy non si allenano nelle gare back-to-back. Non ci incontriamo tra una gara e l'altra poste in due fine settimana vicini. Dobbiamo essere ancora più cauti, così da non essere infettati dal virus".

Tornando al fine settimana di gara, Franco ha ammesso di essere già molto soddisfatto delle prestazioni della sua moto ma, come ogni pilota di alto livello che si rispetti, cercherà domani di continuare a migliorare la sua M1 per arrivare alla gara di domenica con alte possibilità di giocarsi la vittoria finale.

"Quando inizi a fare ottimi risultati ti senti meglio, più forte. E' una cosa conseguente. Vediamo come sarà il mio passo, ma se la gara fosse domani sarei in grado di lottare per la vittoria. Spero di esserlo anche domenica. Spero di avere qualifiche tranquille, cosa che a Le Mans mi è mancata, ma poi anche il passo per vincere domenica".

Le basse temperature di oggi hanno aumentato il rischio per i piloti che fanno della percorrenza di curva una delle proprie armi principali. Tra questi c'è proprio Franco, il quale è anche incappato in una scivolata che ha rallentato il suo lavoro.

"E' un rischio spingere così tanto in curva con temperature come queste, ma è il nostro lavoro. Oggi sono caduto per quello. Stavo spingendo, ma è il nostro lavoro e semplicemente lo facciamo".

Petrucci: "La mia Ducati come la puntura del calabrone"

Articolo precedente

Petrucci: "La mia Ducati come la puntura del calabrone"

Prossimo Articolo

Vinales: "Lorenzo? Non si dimentica come si va in moto..."

Vinales: "Lorenzo? Non si dimentica come si va in moto..."
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Aragon
Sotto-evento Prove Libere 2
Piloti Franco Morbidelli
Team Petronas Yamaha SRT
Autore Giacomo Rauli