MotoGP
04 apr
Evento concluso
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
18 apr
Prove Libere 1 in
5 giorni
G
GP di Spagna
02 mag
Gara in
21 giorni
G
GP di Francia
16 mag
Gara in
35 giorni
G
GP d'Italia
30 mag
Gara in
49 giorni
G
GP della Catalogna
06 giu
Gara in
56 giorni
G
GP di Germania
20 giu
Gara in
70 giorni
G
GP d'Olanda
27 giu
Gara in
77 giorni
G
GP di Finlandia
11 lug
Gara in
91 giorni
G
GP d'Austria
15 ago
Gara in
126 giorni
G
GP di Gran Bretagna
29 ago
Gara in
140 giorni
G
GP di Aragon
12 set
Gara in
154 giorni
G
GP di San Marino
19 set
Gara in
161 giorni
G
GP del Giappone
03 ott
Gara in
174 giorni
G
GP della Tailandia
10 ott
Gara in
182 giorni
G
GP d'Australia
24 ott
Gara in
195 giorni
G
GP di Malesia
31 ott
Gara in
203 giorni
G
GP di Valencia
14 nov
Gara in
217 giorni

Morbidelli: “La velocità si è allineata alle altre Yamaha”

Franco Morbidelli conclude i test di Losail con un bilancio positivo. Nessun giro in pista nell’ultimo giorno a causa delle condizioni del tracciato che hanno costretto i piloti nei box. Al termine della pre-stagione però, il pilota del team Petronas è soddisfatto e punta in alto in vista del campionato.

Morbidelli: “La velocità si è allineata alle altre Yamaha”

La terza giornata di test a Losail si è conclusa in un nulla di fatto, il forte vento che si è alzato ha portato la sabbia in pista e ha impedito così ai piloti di girare per l’ultimo giorno di prove prima di proiettarsi verso l’inizio della stagione. Tuttavia, nelle giornate precedenti è stato svolto gran parte del lavoro e i test pre-stagionali vanno in archivio tra sorprese e conferme.

Una delle conferme è Franco Morbidelli, che si è dimostrato efficace e chiude la pre-stagione con grande soddisfazione. Il pilota del team Petronas tira le somme ed il bilancio finale è decisamente positivo, nonostante le difficoltà ed il lavoro che ancora c’è da fare per poter fare dei passi in avanti. Le novità introdotte da Yamaha sono state promosse dal pilota, che sarà ancora equipaggiato della vecchia M1 con cui però punta a grandi risultati.

Quali sono state le sensazioni di questi giorni di test?
“Sono molto felice di questi test. Abbiamo avuto la possibilità di fare tutto ciò che dovevamo. È un peccato che non siamo riusciti a girare oggi, ma le condizioni erano molto insidiose e difficili, quindi abbiamo deciso di rimanere ai box. Non so cos’altro dire, sono felice e mi sento sufficientemente pronto. Sono contento della situazione, ci sono cose da migliorare sulla moto, ma le vedremo con il tempo. Dobbiamo vedere anche come andrà il weekend di gara, che sarà difficile. Punterò alle posizioni che credo siano il mio obiettivo, ovvero quelle di testa, perché sono stato piuttosto veloce e avevo un buon passo. Pensiamo di arrivare al weekend puntando a buone posizioni, poi le condizioni potrebbero cambiare e quindi anche noi potremmo stare in una situazione diversa. Ma se restano così, siamo pronti e abbiamo molta energia”.

Pensi di iniziare la stagione con più fiducia grazie agli aggiornamenti che ha portato Yamaha?
“Sì, perché erano molto semplici, sostanziali. Penso che gli aggiornamenti che ha portato Yamaha lavoreranno anche su altre piste, è ciò che penso e che spero nello stesso tempo”.  

Hai avuto l’occasione di guidare insieme a Jack Miller? Sembra che lui sia uno dei grandi favoriti...
“No, non l’ho seguito né visto, quindi non posso dire nulla. Però penso che sia molto veloce, ha già un gran passo ed è veloce sul rettilineo. Tra l’altro l’anno scorso ha concluso la stagione con un gran ritmo e quest’anno può essere un grande contendente per le prime due gare della stagione e per il campionato in generale”.

Hai notato qualche aspetto interessante nel lato box di Valentino Rossi?
“Mi piace passare del tempo con Vale e con il suo staff, Uccio e Max. Li conosco da quando sono un bambino, quindi mi diverto con loro. Ovviamente siamo rivali, quando lavoriamo, lavoriamo. Ma poi è sempre un’occasione per passare una giornata con gli amici che ti fanno stare bene”.

Nonostante una moto vecchia, sei considerato uno dei favoriti al mondiale. Come lavorerai mentalmente su questa cosa?
“Cercherò di dare il massimo e sempre di più, come cerco di fare sempre. So che è difficile, ma anche l’anno scorso lo era e le cose non andavano a mio favore. Ma ho visto che lavorando bene e impegnandosi interamente e dando tutto te stesso, ci sono cose che puoi raggiungere che magari non ti aspetti. Questo proverò a farlo anche quest’anno. So che non sarà facile e che non ho tutte le energie concentrate su di me, ma comunque sono anche consapevole delle mie forze e di quella della mia squadra. Quindi cercherò di far giocare a mio favore le mie carte forti, che sono la conoscenza della moto, il feeling ottimo con la squadra. Giocherò le mie carte e farle valere al meglio, poi vedremo dove arriverò”.

Leggi anche:

Prima dei test, avevi ipotizzato che con il congelamento dei motori, la tua moto non sarebbe stata così lontana rispetto alle altre. Dopo i test confermi questa ipotesi?
“Sì, la confermo, perché la velocità nel dritto rispetto alle altre Yamaha addirittura si è equilibrata. C’è ancora meno differenza, secondo me in questa pista non c’era differenza sul rettilineo rispetto alle altre Yamaha, quindi vuol dire che io ho migliorato un po’ e le altre M1 magari hanno migliorato in altre zone, ma non in velocità di punta, che era l’aspetto che più mi penalizzava l’anno scorso. Quindi sono contento di questo e sono anche felice del fatto che quando sono arrivato ai test, sono salito sulla moto e non prendevo due decimi nel dritto, almeno dalle altre Yamaha. Magari dalle Ducati sì, ma dalle Yamaha no”.

L’anno scorso tu e Jack Miller ci avete fatto vedere gare bellissime. Pensi che, insieme a te, quest’anno possa essere uno dei favoriti per il mondiale, ora che ha la moto ufficiale?
“Sì, Jack ha tutte le carte in regola per lottare per questo campionato. Ha una squadra ufficiale dietro di sé, ha una Ducati, è un pilota molto forte e ha già lottato per un titolo mondiale e questa non è una cosa da poco”.

Con Ramon Forcada cosa vi siete detti alla fine di questi test?
“È sempre difficile leggere la soddisfazione o la delusione nel volto, negli occhi o nelle parole di Ramon, perché essendo un uomo di così tanta esperienza, so che lui non si lascia trasportare dalle emozioni né quando le cose vanno bene né quando vanno male. Ho avuto l’opportunità di conoscerlo in tutte e due le situazioni, perché a volte è capitato di andare bene e altre di andare male. Ma la sua attitudine è sempre quella di guardare la giornata successiva e la mossa successiva da fare. Quindi, prima di andare via ci siamo parlati e ovviamente mi ha spiegato e illustrato il piano del weekend che andremo ad affrontare, ovvero il weekend di gara. Questo è Ramon. Ovviamente quando si parla di lavoro, quando invece si parla di cavolate, diventa tutta un’altra cosa”.

Chi potrebbe essere la sorpresa di questa stagione?
“Allora...ci sono tre rookie molto forti, sono indeciso fra i tre rookie e il ritorno di Zarco al top. Però metterei un rookie, perché...no, non lo voglio dire. I tre esordienti sono molto, molto forti tutti e tre. Vedremo, sarà interessante perché sono andati molto forte in questi test”.

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
1/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
2/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
3/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
4/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
6/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
7/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
8/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
9/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
10/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
11/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
12/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
13/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
14/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
15/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
16/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
17/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
18/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
19/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
20/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
21/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
22/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
23/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
24/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
25/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
26/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
27/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
28/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Test MotoGP Qatar 2, Giorno 3: Petrucci nella tempesta

Articolo precedente

Test MotoGP Qatar 2, Giorno 3: Petrucci nella tempesta

Prossimo Articolo

Rossi: "I valori reali li capiremo solo in gara"

Rossi: "I valori reali li capiremo solo in gara"
Carica commenti
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021
La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader Prime

La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader

L'esplosione immediata del rookie della Ducati Pramac ha aggiunto un nuova stella all'elenco sempre più lungo dei piloti che possono ambire a fare grandi cose in MotoGP. Per lui, come per tanti altri, si prospetta un grande futuro, anche se al momento all'orizzonte non si vede ancora un talento capace di prendere l'eredità di quella leadership che è stata prima di Valentino Rossi e poi di Marc Marquez.

MotoGP
6 apr 2021
Pagelle MotoGP: al GP di Doha stupisce Martin, disastro Petronas Prime

Pagelle MotoGP: al GP di Doha stupisce Martin, disastro Petronas

Tanti promossi e tanti bocciati nel secondo appuntamento in Qatar, il Gran Premio di Doha. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes, Responsabile MotoGP per Motorsport.com, e Franco Nugnes.

MotoGP
6 apr 2021
Yamaha a due facce: il Factory Team convince, Petronas a picco Prime

Yamaha a due facce: il Factory Team convince, Petronas a picco

Umori opposti nelle due squadre della Casa di Iwata: quella ufficiale ha iniziato il 2021 alla grande, con una vittoria a testa per Vinales e Quartararo. Il box Petronas invece sembra entrato in crisi, con appena 4 punti a testa per Morbidelli e Rossi. I giapponesi stanno puntando tutto sui Factory?

MotoGP
5 apr 2021
MotoGP: la griglia di partenza del GP di Doha Prime

MotoGP: la griglia di partenza del GP di Doha

Martin conquista la prima pole in MotoGP nel GP di Doha, seconda gara del Motomondiale 2021. Disastro Valentino Rossi, solo 21°.

MotoGP
4 apr 2021
MotoGP: ecco perché c'è grande attesa per la serie di Amazon Prime

MotoGP: ecco perché c'è grande attesa per la serie di Amazon

La MotoGP avrà una sua versione di Drive to Survive su Amazon Prime nel prossimo futuro: una notizia accolta positivamente dai principali piloti della griglia, visto l'impatto della serie sulla Formula 1, con la speranza che sia uguale per le due ruote, che ne hanno un disperato bisogno.

MotoGP
4 apr 2021