Morbidelli: "La M1 ‘A-spec’ non sarà un vantaggio nel 2021"

Franco Morbidelli non crede che mantenere la sua attuale versione della Yamaha per il 2021 sarà un vantaggio nonostante i problemi della M1 2020.

Morbidelli: "La M1 ‘A-spec’ non sarà un vantaggio nel 2021"

Franco Morbidelli ha concluso la stagione 2020 come miglior pilota Yamaha in seconda posizione in classifica generale, con tre vittorie, a pari merito con il compagno di squadra Fabio Quartararo, nonostante la vecchia M1 'A-spec', mentre i suoi compagni di marca hanno usato la versione 2020.

Morbidelli è stato il pilota Yamaha più costante in tutta la stagione, con la M1 2020 che ha ottenuto solo un'altra vittoria grazie a Maverick Vinales e altri tre podi messi insieme. Nonostante questo, Yamaha ha ancora una volta scelto di non aggiornare la moto di Morbidelli, dopo aver già deciso di non dargli la moto aggiornata per la stagione 2020 prima dei test. 

Tutti gli altri piloti Yamaha che hanno sfruttato la M1 2020 sono stati molto critici nei confronti della moto, Quartararo che il mese scorso ha ammesso che vorrebbe vedere se l'anno prossimo potrà correre la moto del 2019, che è essenzialmente quella che Morbidelli sta guidando. Visti i problemi che i piloti ufficiali hanno avuto quest'anno, Morbidelli ritiene che mantenere il suo attuale pacchetto non gli offrirà un vantaggio maggiore rispetto ai suoi compagni di scuderia, in quanto non può essere sviluppato.

"No, perché una nuova moto può svilupparsi - ha detto quando gli è stato chiesto se mantenere la sua moto "A-spec" per il 2021 gli avrebbe offerto maggiori possibilità di ottenere risultati migliori rispetto all'attuale moto - Ci si può lavorare, si può sviluppare, si possono fare modifiche, la fabbrica sta lavorando su una direzione di sviluppo. La mia moto è quella e devo estrarre il massimo da essa, da quel pacchetto. Certo, ci sono alcuni articoli che posso sfruttare dalla fabbrica e cercare di adattarli alla mia moto".

"Ma io dico sempre che l'ultima moto è la migliore per questo motivo, perché si può e tutte le energie della fabbrica sono su quel pacchetto, sono su quella cosa per farla crescere e svilupparla. La più nuova e l'ultima moto è quella con più margine di miglioramento, la mia è quella con meno margine". 

Quando gli è stato chiesto se l'anno prossimo sarà felice di rimanere sulla moto "A-spec", ha risposto: "Sì, lo sono". 

Morbidelli rimarrà in Petronas almeno per le prossime due stagioni, con il mentore Valentino Rossi che lo affiancherà come pilota nel box nel 2021.

condivisioni
commenti
KTM conferma Pedrosa e Kallio come collaudatori MotoGP

Articolo precedente

KTM conferma Pedrosa e Kallio come collaudatori MotoGP

Prossimo Articolo

Petronas: "Rossi sarà molto veloce con il nostro appoggio"

Petronas: "Rossi sarà molto veloce con il nostro appoggio"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Franco Morbidelli
Team Petronas Yamaha SRT
Autore Lewis Duncan
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021