Morbidelli: "Il caso Yamaha? Sono concentrato sulla pista"

Il pilota del team Petronas ha brillato sia in condizioni di pista bagnata che asciutta dicendosi soddisfatto di aver trovato subito il feeling con la sua M1 sin dai primi metri percorsi.

Morbidelli: "Il caso Yamaha? Sono concentrato sulla pista"

Le prime due sessioni di libere della MotoGP andate in scena sul tracciato di Valencia si sono concluse con un Franco Morbidelli miglior pilota Yamaha del venerdì.

Il portacolori del team Petronas, infatti, è stato in grado di ottenere il secondo tempo al mattino, in condizioni di pista bagnata, e di chiudere con il terzo riferimento al pomeriggio, su asfalto asciutto, pagando 2 decimi di ritardo dal gran mattatore di giornata, Jack Miller.

Per la Casa giapponese le prestazioni di Morbidelli sono state l’unico raggio di sole in una giornata resa nerissima dalla vicenda motori che ha creato numerose polemiche nel paddock anche tra gli stessi piloti.

Franco non si è sottratto quando ha dovuto affrontare l’argomento e non ha voluto attaccare la Casa giapponese per l’irregolarità commessa.

“Non voglio perdere tempo a scervellarmi su questa vicenda. Accetto la decisione dei commissari e voglio voltare pagina. Sono concentrato solamente sulla guida, ci sono altre persone dedicate ad affrontare questi aspetti”.

“Non sono dispiaciuto o amareggiato. Tutte le persone in Yamaha sono guidate da una grande passione e cercano sempre di migliorare. Alcune volte per cercare di progredire si possono commettere degli errori. E’ andata così, non sono arrabbiato con Yamaha”.

Morbidelli ha poi parlato delle ottime sensazioni vissute in sella alla M1 in questo venerdì spagnolo. Franco ha sottolineato di aver subito trovato un’ottima confidenza con la sua moto che gli ha consentito di spingere immediatamente.

“E’ stato un venerdì positivo, sicuramente un buon modo per iniziare il weekend. Siamo stati competitivi sia sul bagnato che in condizioni miste. Ho iniziato con calma ma ho subito avuto un buon feeling con la moto. Sono stato in grado di spingere e di rischiare di più così da riuscire ad entrare nei primi tre”.

In casa Yamaha è però suonato un campanello d’allarme. Maverick Vinales, infatti, dovrà partire dalla pit lane a causa della sostituzione del motore e dell’installazione della sesta unità. Franco si è detto dispiaciuto per lo spagnolo, ma ha valutato come la sfortuna, o meglio i problemi, abbiano colpito un po' tutti i piloti nel corso di questa stagione.  

“Sono preoccupato da cose più importanti come il set up che non la possibilità di dover sostituire un motore. Mi dispiace che Maverick dovrà partire in gara dalla pit lane, ma se guardate all’intera stagione quasi tutti hanno subito guasti. L’unico esente è stato Fabio. Ha avuto la giusta combinazione tra fortuna e velocità”.

Morbidelli oggi è stato competitivo sia sul bagnato che sull’asciutto e per domani il cielo di Valencia promette altra pioggia. Franco, però, non sembra intimorito da queste previsioni meteo a differenza, forse, del suo compagno di team Quartararo che proprio sotto l’acqua entra in crisi.

 “Dobbiamo essere preparati per ogni condizione atmosferica e per questo motivo sono stato il primo a scendere in pista sia al mattino che al pomeriggio. Dobbiamo cercare di migliorare nei nostri punti deboli ed al momento posso dire di essere soddisfatto”.

“Oggi mi è servito poco tempo per trovarmi subito a mio agio con la moto. Quando sono tornato in pista sono riuscito ad essere subito veloce”.

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Caso Yamaha? Non capisco la strategia degli altri"

Articolo precedente

Dovizioso: "Caso Yamaha? Non capisco la strategia degli altri"

Prossimo Articolo

Vinales monta il sesto motore: partirà dalla pitlane

Vinales monta il sesto motore: partirà dalla pitlane
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021