Morbidelli: "E' stata la gara più bella della mia vita"

Il pilota della Yamaha Petronas ha celebrato la sua seconda vittoria in MotoGP ad Aragon, spiegando di aver guidato come mai prima e ringraziando il team.

Morbidelli: "E' stata la gara più bella della mia vita"

Franco Morbidelli aveva detto molto chiaramente di puntare alla vittoria oggi a Motorland Aragon, ma alle parole il pilota della Yamaha Petronas ha fatto seguire i fatti.

Scattato benissimo dalla prima fila, si è infatti messo davanti dopo poche curve, approfittando anche della scivolata del poleman Takaaki Nakagami, e da lì ha dato vita ad un monologo che si è concluso solamente sotto alla bandiera a scacchi, dove ha celebrato la sua seconda affermazione nella top class dopo quella di Misano.

Un trionfo che a caldo Franco ha indicato come probabilmente la gara più bella della sua vita. Ed effettivamente si fa fatica a dargli torto, visto che ha anche rilanciato le sue ambizioni iridate, riportandolo a -25 dal leader Joan Mir.

"La mia analisi è che forse è stata la gara più bella della mia vita. Sapevo di dover essere aggressivo e sono partito forte. C'è stato un po' un inciampo con Nakagami, ma poi lui è caduto ed io ho avuto via libera davanti a me. Da quel momento in poi mi sono detto che avrei dovuto dare tutto fino alla fine" ha detto Morbidelli ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

"Ero convinto del lavoro che avevamo fatto durante le prove, quindi credevo molto nella durata delle gomme ed ho spinto molto fin dall'inizio. Alla fine ero un po' in difficoltà, ma anche gli altri a quanto pare. E' stata una gara bellissima, perché ho spinto tantissimo fino a quattro giri dalla fine".

Leggi anche:

Morbidelli poi ha sottolineato proprio il grande lavoro della sua squadra, ed in particolare del capo tecnico Ramon Forcada. fondamentale per andare a cogliere questa vittoria

"Questa vittoria l'abbiamo costruita davvero di team. Ieri con Ramon siamo stati fino alle dieci nel box per capire cosa potevamo fare per migliorare ancora un pelino la moto e far durare un pelino di più questa gomma. Li ringrazio tanto, perché si vede che ci mettono il cuore, e stiamo andando molto bene".

Indubbiamente però anche il #21 ci ha messo tanto del suo a livello di guida e dopo la gara ha ammesso di aver trovato un feeling che forse non aveva mai provato prima nella sua carriera.

"L'anno scorso avevo visto un video del capo tecnico di Vietti, che diceva che Celestino entra un po' in una zona magica ad un certo punto della gara. Io non ci credevo ed ho anche un po' preso in giro Celestino, ma oggi ho capito questa cosa, perché mi veniva tutto in maniera veramente naturale, poi avevo un livello di concentrazione veramente alto. La gara è scivolata via come un bicchier d'acqua, è stata un trip, come se fosse durata solo due giri e non 23".

Uno dei tratti in cui era più evidente il suo miglioramento rispetto alla scorsa settimana erano le curva 14 e 15 ed il relativo cambio di direzione.

"Mi venivano molto bene, invece la gara scorsa erano il nostro punto debole. Abbiamo lavorato molto per migliorare il turning a centro curva ed abbiamo fatto un grande step. Il risultato si è visto oggi".

Prima di tornare ai box, Morbidelli ha festeggiato la vittoria con il pilota di Moto3 Andrea Migno, suo grande amico che lo ha raggiunto in pista. Il pilota dello Sky Racing Team VR46 ha preso anche la manopola del gas della sua M1 e ha dato una bella sgasata. Franco quindi gli ha mandato un simpatico messaggio davanti alle telecamere.

"Mig, ho pochi motori, non puoi sgasare tutte le volte così! Te lo dico in diretta tv, perché tanto se te lo dico quando siamo da soli non mi dai retta!".

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
1/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
2/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
3/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
4/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
6/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
7/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
8/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
9/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
10/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
11/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
12/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
13/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
14/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
15/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
16/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
17/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
18/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
19/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
20/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP: Morbidelli sbanca Teruel davanti alle Suzuki

Articolo precedente

MotoGP: Morbidelli sbanca Teruel davanti alle Suzuki

Prossimo Articolo

Mir: "Abbiamo la velocità per lottare per il titolo"

Mir: "Abbiamo la velocità per lottare per il titolo"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Teruel
Sotto-evento Gara
Location Motorland Aragon
Piloti Franco Morbidelli
Team Petronas Yamaha SRT
Autore Matteo Nugnes
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021