Morbidelli e Dovizioso pronti ad aprire "un nuovo capitolo"

L'effetto domino della partenza di Maverick Vinales ha portato Franco Morbidelli ad unirsi al team ufficiale Yamaha ed Andrea Dovizioso a tornare a correre con Petronas SRT.

Morbidelli e Dovizioso pronti ad aprire "un nuovo capitolo"

La comunicazione ufficiale da parte delle squadra coinvolte tarda ad arrivare, ma i piloti più attesi nel weekend del Gran Premio di San Marino non hanno fatto segreto di ciò che li attende a Misano.

Andrea Dovizioso, che è sempre stato molto parsimonioso sui suoi canali social, nella giornata di ieri ha pubblicato un inequivocabile "Dovi is back" in una storia legata al suo merchandising. Poi è toccato a Franco Morbidelli in serata, con un messaggio di addio alla Petronas SRT, squadra in cui sarà sostituito proprio da Dovizioso.

"Questi ragazzi sono stati al mio fianco per due anni e mezzo", ha scritto Morbidelli. "Abbiamo passato momenti meravigliosi insieme, e insieme abbiamo combattuto duramente e in armonia... E' difficile per me separarmi da questa squadra e penso che sia lo stesso per lo, ma a volte lo sport è così... Sono solo grato per la chance che ho avuto di lavorare con queste grandi persone e professionisti! Domani inizia un nuovo capitolo per tutti noi, che potrebbe essere come quello che abbiamo avuto insieme... O anche meglio! Mille grazie SRT".

 

Il nuovo capitolo per Morbidelli inizia con l'approdo nel team ufficiale Yamaha, una diretta conseguenza del divorzio tra Maverick Vinales ed il costruttore giapponese. Dopo il suo licenziamento in Austria, lo spagnolo è stato sostituito da Cal Crutchlow a Silverstone ed Aragon, ma poi si sapeva che quel posto sarebbe stato destinato a Morbidelli, visto che il britannico non voleva tornare a tempo pieno dopo il suo ritiro.

Dopo un'operazione al ginocchio avvenuta all'inizio dell'estate, Morbidelli ha dovuto aspettare di poter fare finalmente il suo ritorno in occasione della gara di Misano, dove lo scorso anno ha conquistato la sua prima vittoria. Dopo una dolorosa convalescenza, è tornato in sella per un test a Misano alla fine di agosto e oggi si sottoporrà ad un ulteriore controllo medico in circuito per essere dichiarato "fit". Ora andrà a prendere quindi il posto accanto a Fabio Quartararo nel box ufficiale Yamaha, dove inizierà a lavorare con una nuova squadra guidata da Silvano Galbusera.

Il box della Petronas SRT sarà caratterizzato invece dallo sbarco di Andrea Dovizioso come nuovo compagno di squadra di Valentino Rossi. Dall'infortunio di Morbidelli i sostituti sono andati e venuti: prima Garrett Gerloff, poi Crutchlow ed infine Jake Dixon, il cui ritorno in Moto2 è stato confermato mercoledì. Dovizioso sembrava interessato ad un ritorno in gara con l'Aprilia, con la quale ha fatto un programma di test in questa stagione, ma alla fine è stato Vinales ad accasarsi alla Casa di Noale, non appena è stata confermata la sua uscita dalla Yamaha.

Il domino che ha animato l'estate ha quindi portato il forlivese ad ereditare la YZR-M1 basata sulle specifiche 2019 che ha dovuto guidare Morbidelli in questa stagione, ma con prospettive future più allettanti. Bisogna ricordare infatti che SRT, che cesserà la sua attività alla fine di questa stagione, deve infatti annunciare la sua nuova identità proprio oggi, rivelando di più di quelli che saranno i suoi progetti futuri.

Leggi anche:

condivisioni
commenti
La Yamaha contagia Quartararo con la "Sindrome Vinales"

Articolo precedente

La Yamaha contagia Quartararo con la "Sindrome Vinales"

Prossimo Articolo

Yamaha ufficializza Morbidelli: il contratto è fino a fine 2023!

Yamaha ufficializza Morbidelli: il contratto è fino a fine 2023!
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021