Misano, Libere 1: Dovizioso parte forte e precede Crutchlow e Vinales. Marquez e Rossi fuori dalla top 10

condivisioni
commenti
Misano, Libere 1: Dovizioso parte forte e precede Crutchlow e Vinales. Marquez e Rossi fuori dalla top 10
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
07 set 2018, 09:01

Le Ducati sono parse subito piuttosto in palla, perché c'è anche Lorenzo quarto ed i due Pramac nella top 10. Marquez arretra nel finale, mentre Valentino non ha mai dato l'impressione di avere il ritmo dei migliori stamattina.

Andrea Dovizioso e la Ducati hanno iniziato il weekend del GP di San Marino e della Riviera di Rimini con il piede giusto. Il forlivese è infatti riuscito a mettere tutti in fila nella prima sessione di prove libere, che rischia di avere un peso specifico importante in ottica accesso diretto alla Q2, con la pioggia che potrebbe arrivare a bagnare la FP2 di oggi pomeriggio.

"Desmodovi" ha fermato il cronometro su un tempo di 1'32"608, staccando di 1010 millesimi la Honda di Cal Crutchlow in una sessione che vede i primi quattro raccolti nello spazio di meno di due decimi. Un gruppetto di cui fanno parte anche la Yamaha di Maverick Vinales, partito in palla con il terzo tempo a 131 millesimi, e la seconda Ducati ufficiale di Jorge Lorenzo.

All'appello questa mattina invece sono mancati i due grandi protagonisti della giornata di ieri, con la mancata stretta di mano, perché Marc Marquez e Valentino Rossi non sono riusciti a ritagliarsi uno spazio nelle prime dieci posizioni: lo spagnolo della Honda è 13esimo a sette decimi, ma probabilmente nel finale non ha messo la gomma nuova. 15esimo crono a 1" invece per il "Dottore". Se la pioggia li metterà in difficoltà però lo scopriremo solo pomeriggio.

Continuando a scorrere la classifica, in quinta posizione c'è la Suzuki di Andrea Iannone a poco più di tre decimi, seguita dalla Ducati di Jack Miller, che di decimi ne paga quasi sei però. L'australiano del Pramac Racing è anche incappato in una caduta alla curva 1 nel finale, fortunatamente senza particolari conseguenze.

L'aria di Misano sembra sempre fare bene a Dani Pedrosa, vincitore qui due anni fa, che è riuscito a staccare il settimo tempo, risultando il migliore tra i piloti HRC. Dietro di lui il quadro dei piloti che al momento avrebbero accesso diretto alla Q2 si completa con la Yamaha Tech 3 di Johann Zarco, la Ducati Pramac di Danilo Petrucci e la Honda della Marc VDS di un sorprendente Franco Morbidelli, bravo a pagare poco meno di sette decimi dalla vetta.

11esimo tempo per la migliore delle Aprilia, che questa volta è stata quella di Scott Redding, mentre la migliore delle KTM è quella di Bradley Smith in 18esima piazza. Il compagno di squadra Pol Espargaro, al rientro dopo tre gare d'assenza per infortunio, si è dovuto invece accontentare della 21esima piazza. Poco più avanti c'è Michele Pirro, alla seconda wild card stagionale con la Ducati dopo quella sfortunata del Mugello: il pilota pugliese è nella scia di Rossi, 16esimo una manciata di millesimi più indietro.

Da segnalare anche un'altra caduta, quella di Hafizh Syahrin alla curva 10, ma pure il pilota della Yamaha Tech 3 non ha avuto problemi. Come previsto invece sta faticando abbastanza l'esordiente Christophe Ponsson, che stamattina saliva per la prima volta su una MotoGP: pur senza fare disastri, il francese della Ducati Avintia viaggia con un ritardo di oltre 7" sui migliori, ma circa 5" su Syahrin che lo precede.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 4 Italy Andrea Dovizioso Ducati 20 1'32.608     164.357 295
2 35 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 20 1'32.709 0.101 0.101 164.178 294
3 25 Spain Maverick Viñales Yamaha 24 1'32.739 0.131 0.030 164.125 293
4 99 Spain Jorge Lorenzo Ducati 19 1'32.807 0.199 0.068 164.004 294
5 29 Italy Andrea Iannone Suzuki 21 1'32.923 0.315 0.116 163.800 291
6 43 Australia Jack Miller Ducati 19 1'33.193 0.585 0.270 163.325 291
7 26 Spain Daniel Pedrosa Honda 21 1'33.209 0.601 0.016 163.297 295
8 5 France Johann Zarco Yamaha 20 1'33.241 0.633 0.032 163.241 290
9 9 Italy Danilo Petrucci Ducati 21 1'33.255 0.647 0.014 163.216 293
10 21 Italy Franco Morbidelli Honda 18 1'33.304 0.696 0.049 163.131 287
11 45 United Kingdom Scott Redding Aprilia 18 1'33.322 0.714 0.018 163.099 287
12 19 Spain Alvaro Bautista Ducati 22 1'33.404 0.796 0.082 162.956 290
13 93 Spain Marc Márquez Alenta Honda 22 1'33.406 0.798 0.002 162.953 292
14 42 Spain Alex Rins Suzuki 20 1'33.607 0.999 0.201 162.603 291
15 46 Italy Valentino Rossi Yamaha 20 1'33.615 1.007 0.008 162.589 289
16 51 Italy Michele Pirro Ducati 20 1'33.696 1.088 0.081 162.448 292
17 30 Japan Takaaki Nakagami Honda 21 1'33.843 1.235 0.147 162.194 286
18 38 United Kingdom Bradley Smith KTM 20 1'34.286 1.678 0.443 161.432 289
19 41 Spain Aleix Espargaro Aprilia 19 1'34.544 1.936 0.258 160.991 291
20 6 Germany Stefan Bradl Honda 20 1'34.584 1.976 0.040 160.923 295
21 44 Spain Pol Espargaro KTM 18 1'34.614 2.006 0.030 160.872 292
22 12 Switzerland Thomas Lüthi Honda 21 1'34.801 2.193 0.187 160.555 288
23 10 Belgium Xavier Simeon Ducati 18 1'34.967 2.359 0.166 160.274 287
24 17 Czech Republic Karel Abraham Ducati 17 1'35.077 2.469 0.110 160.089 290
25 55 Malaysia Hafizh Syahrin Yamaha 20 1'35.529 2.921 0.452 159.331 291
  23 France Christophe Ponsson Ducati 22 1'40.038 7.430 4.509 152.150 281
Prossimo articolo MotoGP
Ufficiale: Bradley Smith diventa collaudatore Aprilia nel 2019

Articolo precedente

Ufficiale: Bradley Smith diventa collaudatore Aprilia nel 2019

Prossimo Articolo

Misano, Libere 2: Dovizioso propizia la doppietta Ducati, risalgono Marquez e Rossi

Misano, Libere 2: Dovizioso propizia la doppietta Ducati, risalgono Marquez e Rossi
Carica commenti