Rabbia Mir: “Marquez mi ha impedito di lottare per la pole!”

A Portimao, Joan Mir ha conquistato la prima fila per la prima volta da quando è in MotoGP, un risultato che lo candida come grande contendente alla vittoria del Gran Premio dell'Algarve. Tuttavia il pilota Suzuki ritiene che avesse qualcosa in più, se non fosse stato disturbato da Alex Marquez durante la Q2.

Rabbia Mir: “Marquez mi ha impedito di lottare per la pole!”

Un punto debole di Joan Mir è sempre stato il giro secco e la qualifica ha rappresentato, fino ad oggi, il tasto dolente del weekend. Tuttavia, in Algarve il pilota Suzuki è riuscito a rompere la maledizione della qualifica conquistando la prima fila per la prima volta da quando è in MotoGP. Il maiorchino è riuscito a trovare un buon giro, andando ad insidiare la doppietta Ducati, che ha monopolizzato le prime due posizioni.

Staccato di 168 millesimi dal poleman Pecco Bagnaia, Mir può ritenersi soddisfatto per il lavoro svolto con la squadra. C’è un però: già, perché lo spagnolo ritiene che ne avesse anche di più e che fosse in grado di essere un po’ più avanti se non si fosse imbattuto in Alex Marquez. Il pilota Honda infatti ha impedito al connazionale di poter insidiare la pole con una manovra inspiegabile secondo il maiorchino.

Marquez si è infatti messo alle spalle di Mir cercando la scia, ma lo ha poi superato e ha rallentato una volta che gli era davanti. Chiaramente questa manovra ha indispettito il pilota Suzuki, che a fine qualifiche si è avvicinato al giovane dei fratelli Marquez per chiedere spiegazioni. Il maiorchino ha poi raccontato lo svolgimento dei fatti mostrandosi contrariato: “Sono un po’ arrabbiato, perché pensavo che oggi potevo lottare per la pole position. È un peccato, perché il tempo l’ho fatto con la prima gomma, che era già un bel tempo che non mi aspettavo”.

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

“Nel secondo run ho fatto il primo giro aiutando Alex Marquez, che avevo già aiutato all’inizio – prosegue – Quando ho fatto il primo giro per riscaldare le gomme, nel secondo giro, che era l’ultimo, mi ha sorpassato alla fine del rettilineo e ha chiuso il gas! Io queste cose non le capisco. Mi chiede scusa, ma alla fine mi ha distrutto la possibilità di lottare per la pole position”.

A dispetto di quanto accaduto con Alex Marquez, Joan Mir si ritiene soddisfatto della posizione, per la prima volta senza nessuno davanti. Era già accaduto in Stiria quest’anno, ma solamente perché aveva tratto vantaggio dalla penalità di Johann Zarco, terzo ma poi retrocesso: “Sono contento della posizione, ma quando non riesco a dare il 100% mi arrabbio, è normale. Io ho fatto tutto quello che ho potuto. Già durante la stagione abbiamo fatto un buon lavoro sui piccoli dettagli. Già da Misano 1 avevamo trovato qualcosa che mi aiutasse a essere un po’ più competitivo. Però per un motivo o per un altro non lo abbiamo mai dimostrato con una buona qualifica”.

“Dai test di Misano avevo i nuovi pezzi che mi hanno aiutato, ma non riuscivo a dimostrarlo e per questo ero molto arrabbiato. Tornare qui e dimostrare che si può lottare per la pole è molto importante per me e per il team, se lo meritano molto. Ringrazio Suzuki per avermi dato il pacchetto per lottare. Nelle FP4 non ero contentissimo, perché abbiamo provato una cosa sul davanti e non mi è piaciuta, non fermavo bene la moto. facevo tempi piuttosto costanti, ma non riuscivo a essere forte con la gomma media. Non ho potuto fare 39, che penso sarà il passo della gara. Mi mancava un po’ nonostante fossi costante. Ma per la gara di domani lo sistemiamo”.

condivisioni
commenti
Bagnaia: "Stoner mi ha aiutato tanto, sarebbe un bel regalo"
Articolo precedente

Bagnaia: "Stoner mi ha aiutato tanto, sarebbe un bel regalo"

Prossimo Articolo

Quartararo: "Dobbiamo ritrovare feeling per puntare alla vittoria"

Quartararo: "Dobbiamo ritrovare feeling per puntare alla vittoria"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021