Mir: “Sono tranquillo. Vi aspettate che io vinca tutte le gare?”

Il campione del mondo MotoGP ha voluto lanciare un messaggio di tranquillità dopo aver concluso il Gran Premio di Spagna in quinta posizione, a meno di due secondi dal podio.

Mir: “Sono tranquillo. Vi aspettate che io vinca tutte le gare?”

Joan Mir si è dovuto accontentare della quinta posizione in una gara che ha definito complicata, ma in cui ha raccolto dei punti importanti per il campionato che sta difendendo, in cui attualmente è quarto in classifica a 17 punti dal leader Pecco Bagnaia.

“La gara è andata bene – spiega la domenica al termine del Gran Premio di Spagna – sono soddisfatto, non contento, abbiamo dato il cento per cento. A Jerez abbiamo problemi con le alte temperature, è difficile avvicinarsi al pilota davanti e ci rende complicato fermare la moto. Il ritmo è completamente diverso quando giri solo rispetto a quando hai un pilota davanti”.

“Ho potuto fare tempi buoni nelle prove guidando da solo, ma in gara a Jerez è così, non siamo gli unici a cui succede. Alle moto con meno motore condiziona un po’. Se avessi avuto un pilota più rapido davanti, il nostro ritmo sarebbe stato migliore. 00c8frustrante, ma non è la prima volta che ci succede su questa pista”.

 

Tuttavia, Mir assicura di sentirsi tranquillo e di non pensare in maniera ossessiva al campionato: “Non sono per niente preoccupato per il titolo, perché non sto guardando la classifica generale. Ora sto dando il cento per cento in ogni gara per prendere il massimo dei punti possibile ogni domenica. Stiamo vedendo piloti più forti di noi. Immaginavo un inizio di stagione così, anche più difficile. L’anno scorso ho vinto il mondiale e qui a Jerez sono stato anche più lento, ho faticato molto di più. In Qatar ho lottato per il podio, a Portimao ci siamo stati. Penso che sto facendo una buona stagione. Cosa ci si aspetta da noi, che le vinciamo tutte? Penso che siamo messi bene, l’obiettivo è dare il massimo ad ogni gara e in questa il massimo era il quinto posto. Ora andiamo a Le Mans, che è una pista in cui sicuramente avremo più problemi”.

A Mir è stata posta una domanda su quanto successo a Quartararo, che ha accusato problemi fisici quando era al comando, chiudendo solo in 13esima posizione: “Quello che è successo a Fabio è una cosa simile alla bandiera rossa quando sei primo. Credo sia frustrante, ma sono fattori esterni. In questo caso è un problema fisico. Io non ho questo problema con le braccia e non posso capire, ma ci sono circuiti difficili per i piloti per via delle accelerazioni e delle frenate e qui a Jerez tutto questo si complica. Mi dispiace per Fabio, non posso dire altro”.

Non poteva mancare una domanda su Marc Marquez, che sembra faticare nel suo rientro alle gare: “Io Marc Marquez lo considero sempre. La situazione che sta vivendo è complicata. Sicuramente pensava che fosse più facile riprendere dopo aver sbaragliato la concorrenza come ha fatto nel 2019, ma è difficile stare un anno fuori. Marc molte volte ci ha fatto domandare se fosse un extraterrestre o un essere umano e quando vedi che persone come lui soffrono, ti rendi conto che anche loro sono esseri umani”.

“Non si tratta di arrivare, dire ‘sono Marc Marquez’, questa è la MotoGP, rientro e faccio ciò che voglio. No, questa categoria è difficile, ogni anno il livello è sempre più alto, i piloti più preparati, le moto più equilibrate e anche se sei Marc Marquez la situazione è questa. Nessuno dubita del talento e delle capacità di Marc, ma le cose vanno così e sicuramente per lui non è facile. Ad ogni modo è in top 10 in tutte le gare, quindi complimenti a lui”.

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
1/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
2/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
3/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
4/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
5/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
6/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
7/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
8/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
9/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
10/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
11/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
12/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
13/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
14/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
15/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
16/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
17/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
18/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
19/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
20/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
21/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
22/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
23/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
24/24

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Fotogallery MotoGP: grande doppietta Ducati a Jerez

Articolo precedente

Fotogallery MotoGP: grande doppietta Ducati a Jerez

Prossimo Articolo

Pol Espargaró: “Non decido io quale moto guidare, lo dice Honda”

Pol Espargaró: “Non decido io quale moto guidare, lo dice Honda”
Carica commenti
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021
Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio Prime

Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio

La scomparsa di Jason Dupasquier a seguito dell'incidente di cui è stato vittima al Mugello ha alimentato una serie di polemiche e speculazioni - paradossalmente - tra i non addetti ai lavori. Come insegna Bambi, "quando non sai che cosa dire, è meglio che non dici nulla". E sarebbe il caso di apprendere questa regola aurea, soprattutto davanti ad un lutto.

MotoGP
1 giu 2021
Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez" Prime

Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez"

La maturazione del pilota della Yamaha è evidente e con un pizzico di fortuna in più forse staremmo già parlando di un dominio incontrastato. Proprio come Marquez, Fabio sta dimostrando di saper andare anche oltre il valore del mezzo. E ora è davvero un peccato che lui e Marc non si possano battere alle pari...

MotoGP
1 giu 2021