Mir: "Non posso lottare per la vittoria, spero nella Top 5"

Il campione del mondo ha chiuso il secondo turno di libere, disputato sull'asciutto, con il tredicesimo tempo ed ha parlato di scarsa fiducia nell'anteriore della sua Suzuki.

Mir: "Non posso lottare per la vittoria, spero nella Top 5"

Il pilota della Suzuki ha iniziato molto bene le prime prove libere del mattino e ha stabilito il tempo più veloce nella prima parte della sessione, svoltasi in condizioni di bagnato, per poi concludere le FP1 con il terzo tempo.

Tuttavia, nel pomeriggio, su pista asciutta ma con temperature fredde, lo spagnolo ha sofferto rendendosi protagonista di una scivolato e concludendo con il tredicesimo tempo in classifica.

"Mi sentivo bene sul bagnato, mentre sull'asciutto non andavo male ma qualcosa non funzionava con l’anteriore. Quando volevo spingere non ero in grado di realizzare un buon tempo e sono anche caduto. Ho dovuto prendere l'altra moto e il set-up era diverso. Questa cosa mi ha fatto arrabbiare", ha ammesso il pilota della Suzuki.

"Domani miglioreremo. Di sicuro questa non è la nostra pista preferita, ma penso che abbiamo spazio per migliorare. Sarà difficile essere con i primi perché le altre moto stanno lavorando molto bene qui, quindi cercheremo di superare questo fine settimana limitando al minimo i rischi", ha aggiunto il maiorchino.

 

Il campione del mondo si era detto consapevole che in terra francese avrebbe vissuto un weekend complicato.

 "Ho fatto tutto il possibile per far funzionare le cose e quell'incidente non ci voleva. Spero di poter disputare una sessione sull’asciutto domani, anche se le sensazioni non sono delle migliori. Qui sembra che le altre moto stiano facendo bene mentre noi stiamo lottando. Lo scorso anno il peggior risultato l’abbiamo ottenuto su questa pista”.

“Oggi non mi sentivo a mio agio e sono caduto, ma sono fiducioso di poter ribaltare la situazione anche se non credo di poter vincere domenica. Potrò dirmi soddisfatto se riuscirò a lottare con i primi cinque sarò soddisfatto”.

Secondo Mir i problemi riscontrati oggi sono, in linea di principio, dovuti alle caratteristiche della pista.

"Le Mans è difficile per la nostra moto, mi piaceva e mi sono divertito nelle altre categorie, ma ora non mi sento a mio agio. La squadra ha lavorato bene e penso di poter migliorare domani, ma non so fino a che punto”.

"Quando non hai un buon feeling con l'anteriore hai la sensazione che la ruota scivoli e questo ti impedisce di far girare la moto e fermarla in curva. Questo asfalto non è aggressivo con gli pneumatici, quindi la cosa più importante qui è proprio avere fiducia nell’anteriore" ha sottolineato lo spagnolo.

Leggi anche:

Con una situazione così desolante, forse una corsa flag to flag non è la peggiore notizia per Mir.

"Non sono particolarmente impaziente di disputare una gara flag to flag, ma è un'esperienza che devo fare prima o poi per crescere come pilota e prima la vivremo meglio sarà. È un po' strano dover cambiare moto nel bel mezzo di una gara, anche se onestamente preferirei una gara asciutta”.

"Non credo che una gara bagnata ci aiuterà, ma sono fiducioso di ribaltare la situazione domani e di essere nella top 10 nelle FP3. Penso che possiamo avere un buon fine settimana, sono ottimista, mi sono sentito bene sul bagnato e questo è importante".

Infine, Mir ha parlato della doppia gara in agosto in Austria, annunciata oggi dopo la cancellazione del GP di Finlandia. Su questa pista la Suzuki era andata molto forte l'anno scorso.

"L'Austria è una pista dove non abbiamo problemi ad andare veloce. Non so perché, ma la moto va bene su quel tracciato e mi sento a mio agio su quella pista. Non so com'è la Finlandia, ma almeno avremo più giorni di vacanza", ha concluso il pilota di Palma.

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP crash
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP crash
1/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
2/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
3/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
4/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
5/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
6/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
7/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
9/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
10/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
11/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Morbidelli: “Un po’ preoccupato per la prestazione sul bagnato”
Articolo precedente

Morbidelli: “Un po’ preoccupato per la prestazione sul bagnato”

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: le Prove Libere del GP di Francia a Le Mans

Fotogallery MotoGP: le Prove Libere del GP di Francia a Le Mans
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021