Mir: “Il sorpasso a Vale? In gara non pensi a chi hai davanti”

Joan Mir conquista il secondo podio della stagione a Misano con uno splendido terzo posto e conferma il potenziale della Suzuki. Lo spagnolo è quarto in classifica e può anche sognare in grande.

Mir: “Il sorpasso a Vale? In gara non pensi a chi hai davanti”

Il Gran Premio di San Marino ha incoronato Franco Morbidelli, che ha centrato il primo successo in carriera davanti ad uno stoico Francesco Bagnaia. Ma il podio è più che vario, perché sul terzo gradino sale Joan Mir ed al traguardo nelle prime tre posizioni troviamo tre moto diverse. Il pilota della Suzuki è autore di una gara magistrale terminata con una terza posizione conquistata proprio all’ultimo giro.

Lo spagnolo beffa Valentino Rossi nel finale dopo una grande battaglia che ha visto protagonista anche il compagno di squadra Rins. Il tentativo di Mir di sopravanzare Bagnaia è vano, ma il risultato finale è comunque di rilievo e con la terza posizione conferma le ottime prestazioni della Suzuki, che già era salita sul podio in Austria proprio con il maiorchino.

“Abbiamo dato tutto quello che avevamo – afferma Mir ai microfoni di Sky Sport – Sapevamo che all’inizio era un po’ più difficile essere competitivo. Sono quasi caduto un paio di volte, ma ho tenuto duro, sapevo dov’era il limite. Poi ho visto che mi sentivo bene e ho cominciato a fare 32 alti e mi sentivo a mio agio, riuscivo a prendere gli altri che lottavano per il podio e ho colto questa occasione”.

Leggi anche:

Mir descrive poi la costruzione del sorpasso a Rins ed a Rossi, che gli hanno consegnato la terza posizione. Il giovane spagnolo ha avuto la meglio sul nove volte campione del mondo, un risultato emozionante. Ma Mir non ci pensa: “Ho visto negli ultimi giri che ero abbastanza forte nel settore in cui ho passato Valentino, in staccata mi trovavo bene e ho potuto passare Rins al giro precedente. Poi ho capito che sarei stato in grado di passare Valentino al giro dopo, in quella curva. Pensare di passare Rossi? Io non vedevo nessuno, vedevo solo un oggetto davanti a me. Chiaramente sapevo di avere davanti Valentino, però in quel momento non pensi. Mi dispiace per lui, ma noi ce l’abbiamo fatta. È andata bene e ne sono contento”.

Il podio è arrivato nonostante qualche difficoltà nelle fasi iniziali di gara, che però Mir ha saputo gestire: “La moto era abbastanza nervosa nella parte veloce per tutta la gara, è stato difficile essere veloci in quel settore. Sembrava che gli altri andassero più forti perché evidentemente erano più stabili. Dopo le gomme non hanno calato tanto, forse mi è mancato un giro per poter passare Bagnaia, che soffriva abbastanza alla fine, ma anche il terzo posto va bene”.

Attualmente, il pilota Suzuki occupa la quarta posizione nella classifica generale e ha un distacco di soli 16 punti dalla vetta. Il sogno iridato non è matematicamente impossibile, ma Mir non vuole pensare in grande: “Manca tanto per pensare al mondiale. È importante essere così competitivi in tutte le gare che ci mancano, non dobbiamo cadere, non dobbiamo commettere errori, perché vediamo che gli altri stanno sbagliando tanto. Dobbiamo approfittare di questa situazione per vedere alla fine dove arriviamo”.

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
1/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
2/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
3/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
4/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
5/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
6/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
7/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
9/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
10/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
11/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Bagnaia: “Spero di essere compagno di Miller nel 2021”
Articolo precedente

Bagnaia: “Spero di essere compagno di Miller nel 2021”

Prossimo Articolo

Rossi scherza: "Ho allevato delle serpi in seno"

Rossi scherza: "Ho allevato delle serpi in seno"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021