Mir: "Devo guidare in modo innaturale per fare un tempo"

Joan Mir, campione del mondo in carica della MotoGP, è preoccupato per la difficoltà di fare un ottimo tempo sul giro secco al sabato. Questo, infatti, lo ha costretto sino a ora a partire molto indietro in gara.

Mir: "Devo guidare in modo innaturale per fare un tempo"

Marc Marquez rientrerà a gareggiare in MotoGP solo in questo fine settimana sul tracciato portoghese di Portimao, ma il campione del mondo della classe regina del Motomondiale, Joan Mir, sembra aver trovato comunque un avversario piuttosto complicato da battere.

Non stiamo parlando di una persona, dunque di un pilota, ma della GSX-RR in versione 2021. Il giro veloce, almeno negli ultimi anni, non è mai stato il punto forte della Casa di Hamamatsu, tant'è che l'unica pole centrata da quando è rientrata in MotoGP - nel 2015 - è stata centrata da Aleix Espargaro al GP di Catalogna proprio di quell'anno.

Nei primi 2 GP della stagione, Mir non è riuscito a qualificarsi direttamente in Q2, risultando costretto a effettuare la Q1 per riuscire a giocarsi le sue chance di pole. Eppure Joan non è riuscito a fare meglio di un modesto decimo tempo nella gara d'esordio, facendo poco meglio nel GP di Doha con il nono tempo.

"Abbiamo molto lavoro da fare. Siamo lontani, anche se ci stiamo avvicinando. Sappiamo in quali aree dobbiamo migliorare, perché per me è molto difficile fare un buon tempo sul giro secco".

"Devo guidare in modo diverso e non è naturale per me guidare in un modo differente dal mio per fare il tempo sul giro".

In gara le Suzuki hanno mostrato di avere tutto il potenziale per recuperare. L'ottima gestione gomme che consente di fare la GSX-RR ha portato Mir e Rins a ottenere comunque buoni risultati in gara, anche se la mancanza di potenza del motore ha privato Mir di un podio che nella pria uscita stagionale sembrava alla sua portata dopo una bella rimonta.

"Normalmente sono più stressato al sabato che alla domenica", ha aggiunto Mir. "E' qualcosa che dobbiamo aggiustare, perché non è normale essere così lontani dagli avversari sul giro secco".

"Alla fine, se guardiamo al ritmo di gara, siamo sempre molto competitivi, guidiamo molto bene. Ma quello che non è normale è che i nostri avversari riescano a migliorare di un secondo e mezzo in qualifica. Quindi è qualcosa su cui dobbiamo lavorare".

"Inoltre, il mio stile naturale di guida non mi aiuta. Di solito sono molto aggressivo e per fare un buon tempo sul giro bisogna esserlo Ma con questa moto devi essere molto fluido e rilassato".

condivisioni
commenti
Miller: "Riabilitazione ok, ma non sarò al 100%"

Articolo precedente

Miller: "Riabilitazione ok, ma non sarò al 100%"

Prossimo Articolo

Dovizioso: "Aprilia ha una buona base, mi divertirò al Mugello"

Dovizioso: "Aprilia ha una buona base, mi divertirò al Mugello"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Joan Mir
Team Team Suzuki MotoGP
Autore Giacomo Rauli
MotoGP: scatta l'allarme sicurezza per le velocità troppo alte Prime

MotoGP: scatta l'allarme sicurezza per le velocità troppo alte

I paurosi incidenti visti a Jerez hanno fatto scattare l'allarme tra i piloti per le velocità elevate raggiunte dalle MotoGP, ma convincere i costruttori a fare un passo indietro sembra davvero difficile.

MotoGP
7 mag 2021
Rossi: quanto è amaro dirsi addio Prime

Rossi: quanto è amaro dirsi addio

Valentino Rossi sta attraversando il più difficile avvio di stagione della carriera. Appena quattro punti in altrettante gare. Lontano dalla top15, il Dottore rischia di vivere una lenta stagione da incubo in attesa di ufficializzare una decisione che, onestamente, sarebbe stato bene intraprendere anni fa

MotoGP
5 mag 2021
Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo" Prime

Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo"

Franco Nugnes, in compagnia del Dottor Ceccarelli, affronta il tema dell'ennesimo caso di sindrome compartimentale in MotoGP. Fabio Quartararo si è dovuto arrendere al dolore durante il GP di Spagna: classe regina in allarme?

MotoGP
5 mag 2021
Miller: il sostegno psicologico arrivato dalla moglie di Crutchlow Prime

Miller: il sostegno psicologico arrivato dalla moglie di Crutchlow

Dopo un avvio di stagione da dimenticare, Jack Miller è riuscito ad ottenere la prima vittoria con Ducati a Jerez ed ha svelato come un grande aiuto psicologico sia arrivato dalla moglie del suo grande amico Cal Crutchlow.

MotoGP
4 mag 2021
Pagelle MotoGP: Riscatto Miller, Rossi a fondo Prime

Pagelle MotoGP: Riscatto Miller, Rossi a fondo

Tanti promossi e tanti bocciati al Gran Premio di Spagna di MotoGP. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com

MotoGP
4 mag 2021
Ducati: la doppietta di Jerez è una "svolta" epocale Prime

Ducati: la doppietta di Jerez è una "svolta" epocale

Sono almeno tre le svolte a cui abbiamo assistito a Jerez: quella della Desmosedici GP, che finalmente "gira" anche su una pista stretta. Quella della stagione di Jack Miller, che ha risposto con una vittoria ad un avvio di stagione deludente. E la trasformazione di Pecco Bagnaia in un top rider a tutti gli effetti, arrivata con la leadership in campionato.

MotoGP
3 mag 2021
MotoGP, GP di Spagna: animazione grafica della gara Prime

MotoGP, GP di Spagna: animazione grafica della gara

Andiamo a rivivere l'emozione del GP di Spagna di MotoGP in questa nostra animazione graficca

MotoGP
3 mag 2021
MotoGP: la griglia di partenza del GP di Spagna Prime

MotoGP: la griglia di partenza del GP di Spagna

Andiamo a scoprire insieme la griglia di partenza del GP di Spagna, quarta prova del Campionato del Mondo 2021 di MotoGP.

MotoGP
2 mag 2021