MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
21 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
27 giorni
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
16 apr
Prossimo evento tra
41 giorni
G
GP di Spagna
29 apr
Prossimo evento tra
54 giorni
G
GP di Francia
13 mag
Prossimo evento tra
68 giorni
G
GP d'Italia
27 mag
Prossimo evento tra
82 giorni
G
GP della Catalogna
03 giu
Prossimo evento tra
89 giorni
G
GP di Germania
17 giu
Prossimo evento tra
103 giorni
G
GP d'Olanda
24 giu
Prossimo evento tra
110 giorni
G
GP di Finlandia
08 lug
Prossimo evento tra
124 giorni
G
GP d'Austria
12 ago
Prossimo evento tra
159 giorni
G
GP di Gran Bretagna
26 ago
Prossimo evento tra
173 giorni
G
GP di Aragon
09 set
Prossimo evento tra
187 giorni
G
GP di San Marino
16 set
Prossimo evento tra
194 giorni
G
GP del Giappone
30 set
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP della Tailandia
07 ott
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP d'Australia
21 ott
Prossimo evento tra
229 giorni
G
GP di Malesia
28 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP di Valencia
11 nov
Prossimo evento tra
250 giorni

Mir: "Credevo di vincere, ma ho avuto un problema all'anteriore!"

Mir è il nuovo leader del Mondiale di MotoGP, ma è dispiaciuto per non essere riuscito a vincere ad Aragon, in una gara che pensava di poter portare a casa e che invece ha chiuso al terzo posto.

Mir: "Credevo di vincere, ma ho avuto un problema all'anteriore!"

Terminato il Gran Premio d'Aragona, la MotoGP ha un nuovo leader del Mondiale. Si tratta di Joan Mir, che oggi ha concluso la gara al terzo posto alle spalle del compagno di squadra e vincitore della gara Alex Rins e della sorpresa della giornata Alex Marquez.

Mir, dato tra i favoriti per il successo in questo weekend, ha iniziato la gara tenendo fede alle aspettative che in molti avevano nei suoi confronti. Poi, però, ha dovuto fare i conti con un problema all'anteriore della sua Suzuki.

Questo ha fatto sì che lo spagnolo non sia riuscito a difendersi dagli attacchi di un Alex Marquez sempre più sorprendente.

"Pensavo che oggi fosse il giorno della mia prima vittoria, ma così non è stato. Quando mi sono trovato alle spalle di Rins, ho avuto un problema alla parte anteriore della moto. Si è trattato di un problema che non ho mai avuto per tutto il weekend. Ho perso tanto negli ultimi giri. Un peccato, ma queste sono le gare".

Leggi anche:

"Nelle ultime curve ero molto forte, anche la mia moto andava bene. Poi però negli ultimi giri ho avuto difficoltà e andavo molto largo in quel segmento. Mi ha passato anche Alex Marquez e in quel punto non mi ha mai passato nessuno. Ero davvero convinto di vincere oggi e sono dispiaciuto per non essere riuscito a farlo".

Il focus del discorso si è inevitabilmente spostato sulla lotta per il titolo mondiale. Mir ha spiegato come a Le Mans sia stato messo in crisi in gara per non aver mai girato con una MotoGP sul bagnato, ma ha anche ammesso di non poter sperare di poter vincere il titolo senza vincere almeno una gara nel corso di questa stagione.

"Non avevo mai corso sul bagnato in MotoGP non avevo esperienza. Per questo nei primi giri non avevo confidenza. Poi, però, sono migliorato molto in gara e sono fiducioso di poter andar forte".

"Questo titolo si vince vincendo anche qualche gara. Non si vince stando solo sul podio", ha ammesso ai microfoni di Sky Sport.

Ultima battuta dedicata a quelli che potrebbero essere i suoi principali rivali per il titolo 2020. Un po' a sorpresa, Mir ha indicato Dovizioso come uno dei più pericolosi nelle ultime gare della stagione.

"Penso che Quartararo, Vinales e Dovi siano tutti pericolosi per il titolo. Se Andrea trova qualcosa per la prossima gara è pericoloso e dovremo fare i conti con lui sino alla fine".

Il vincitore della gara Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, terzo classificato Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Il vincitore della gara Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, terzo classificato Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: il vincitore della gara Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, secondo classificato Alex Marquez, Repsol Honda Team, terzo classificato place Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Podio: il vincitore della gara Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, secondo classificato Alex Marquez, Repsol Honda Team, terzo classificato place Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
15/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Alex Marquez: "La RC213V è una moto difficile, ma da podio"

Articolo precedente

Alex Marquez: "La RC213V è una moto difficile, ma da podio"

Prossimo Articolo

Morbidelli: "Al terzo giro ho capito che non era giornata"

Morbidelli: "Al terzo giro ho capito che non era giornata"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Aragon
Sotto-evento Gara
Location Motorland Aragon
Piloti Joan Mir
Team Team Suzuki MotoGP
Autore Giacomo Rauli
Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni Prime

Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni

Nonostante i suoi 42 anni, Valentino Rossi non ne vuole sapere di appendere il casco al chiodo: per continuare a correre in MotoGP ha accettato di passare al Team Petronas, ma con supporto ufficiale Yamaha. Crede ancora in sé stesso ed ha voglia di dimostrare a tutti di poter continuare a lottare con i migliori. Ce la farà a rinascere ancora una volta?

MotoGP
2 mar 2021
Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata Prime

Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata

Il Pramac Racing entra nella sua 20esima stagione in MotoGP, la 17esima con Ducati ed insegue ancora la sua prima vittoria con la Casa di Borgo Panigale, pur avendola sfiorata in diverse occasioni. Ripercorriamo insieme tutte le volte che è mancato veramente un soffio.

MotoGP
28 feb 2021
Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati Prime

Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati

Il ritorno di un pilota australiano in sella ad una Ducati ufficiale fa tornare alla memoria un periodo glorioso per la Casa di Borgo Panigale. Miller, però, è un personaggio che potrà aiutare il team a tornare ai vertici.

MotoGP
25 feb 2021
Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test? Prime

Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test?

Dopo un 2020 senza vittorie in MotoGP, la Honda è chiamata assolutamente al riscatto nel 2021, anche se la sua stagione inizierà in salita: Marc Marquez non è ancora pronto, quindi dovrà saltare i test e non si sa ancora quando potrà tornare a correre. Che impatto avrà questo sullo sviluppo della RC213V?

MotoGP
24 feb 2021
Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici Prime

Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici

La crescita di Alex Marquez è stata una delle sorprese della MotoGP 2020 e, uscendo finalmente dall'ombra del fratello Marc, ha dimostrato che alcune persone si sbagliavano. Non che gli importi di questo, come ha spiegato a Lewis Duncan.

MotoGP
21 feb 2021
La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales Prime

La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales

Dopo l'elettrizzante inizio della sua carriera in Yamaha nel 2017, Maverick Vinales ha faticato a trovare la costanza. Molti temono che l'arrivo di Fabio Quartararo possa significare un disastro per lui, ma la partenza di Valentino Rossi potrebbe essere proprio l'impulso di cui ha bisogno.

MotoGP
19 feb 2021
Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte" Prime

Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte"

Intervista esclusiva a Luca Marini, esordiente nel campionato 2021 di MotoGP. Il marchigiano si racconta ai nostri microfoni in vista del primo anno da rookie in sella ad una Ducati del team Esponsorama.

MotoGP
19 feb 2021
KTM: attacco a quattro punte, ma forse manca il "bomber" Prime

KTM: attacco a quattro punte, ma forse manca il "bomber"

La Casa austriaca prova a cambiare filosofia, schierando quelli che ritiene essere due team ufficiali a tutti gli effetti. Dopo le tre vittorie del 2020, le ambizioni sono elevate, ma i quattro piloti ne saranno all'altezza?

MotoGP
15 feb 2021