Miller: "Una mano intorpidita mi è costata il podio"

Jack Miller ha spiegato di aver visto sfumare un potenziale podio nel Gran Premio di Spagna, a causa di un "torpore" ad una mano nella seconda metà della gara di Jerez.

Miller: "Una mano intorpidita mi è costata il podio"

Miller, che il prossimo anno passerà nel team ufficiale Ducati, è stato nella top 3 per i primi 19 dei 25 giri previsti a Jerez, dopo aver preso il via dal quinto posto in griglia.

Il portacolori della Ducati Pramac era riuscito a risalire fino al secondo posto, alle spalle del vincitore Fabio Quartararo, dopo aver superato nel corso del nono giro la Yamaha di Maverick Vinales, e ha mantenuto la posizione fino a quando lo spagnolo lo ha superato circa 10 giorni dopo.

"Jackass" poi è sceso al quarto posto quando Marc Marquez lo ha infilato al 20esimo giro, recuperando la posizione poi un giro più tardi quando lo spagnolo è caduto. Alla fine, però, l'australiano si è visto comunque negare il podio da Andrea Dovizioso.

Dopo aver concluso quarto, a meno di un secondo dal forlivese, Miller ha spiegato che i problemi alla mano destra lo hanno rallentato e ritardato.

Leggi anche:

"Il problema maggiore che ho avuto è stato un po' di intorpidimento alla mano a 12 giri dalla fine" ha detto Miller. "Penso che abbia qualcosa a che fare con la posizione sul manubrio. Da quel momento in poi, sono stato un po' un bersaglio facile".

"Le mie gomme sono state fantastiche, la mia moto è stata fantastica. E' stato un peccato aver perso un feeling e non essere stato in grado di essere morbido sull'acceleratore verso la fine della gara".

"Oggi prendiamo la quarta posizione e punti importanti per il campionato, poi torneremo qui tra sette giorni con un quadro più chiaro ora che abbiamo fatto 25 giri in gara".

E ha aggiunto: "E' un peccato non essere stati nelle condizioni di seguire Maverick (Vinales) come avrei voluto, perché ha finito appena davanti a me. Ma non credo che avrei potuto stare con Fabio (Quartararo), perché oggi aveva un grande ritmo".

Miller poi ha spiegato che le caratteristiche della pista di Jerez hanno giocato un ruolo importante nel suo problema, che aveva ammesso di aver già sperimentato durante il GP di Spagna dello scorso anno.

"Nelle curve a sinistra non è un dramma, la frenata non è un dramma. Penso che in passato potesse essere un problema legato all'arm pump, ma credo che abbia più a che fare con il modo in cui mi aggrappo al manubrio quando mi sporgo fuori dalla moto".

Informazioni aggiuntive di Mark Bremer

Guarda il Gran Premio Red Bull di Andalusia live su DAZN. Attiva ora

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Puig: “Marc non ha nulla di cui pentirsi, lo ammiriamo molto”

Articolo precedente

Puig: “Marc non ha nulla di cui pentirsi, lo ammiriamo molto”

Prossimo Articolo

Sollievo Marquez: operazione riuscita e il nervo è salvo

Sollievo Marquez: operazione riuscita e il nervo è salvo
Carica commenti
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021
Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio Prime

Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio

La scomparsa di Jason Dupasquier a seguito dell'incidente di cui è stato vittima al Mugello ha alimentato una serie di polemiche e speculazioni - paradossalmente - tra i non addetti ai lavori. Come insegna Bambi, "quando non sai che cosa dire, è meglio che non dici nulla". E sarebbe il caso di apprendere questa regola aurea, soprattutto davanti ad un lutto.

MotoGP
1 giu 2021
Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez" Prime

Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez"

La maturazione del pilota della Yamaha è evidente e con un pizzico di fortuna in più forse staremmo già parlando di un dominio incontrastato. Proprio come Marquez, Fabio sta dimostrando di saper andare anche oltre il valore del mezzo. E ora è davvero un peccato che lui e Marc non si possano battere alle pari...

MotoGP
1 giu 2021