Miller tuona: “Aspettano sempre i soliti, poi si difendono!”

Il pilota Ducati chiude la qualifica di Assen in ottava posizione e spera di trovare il guizzo in gara. Si scaglia poi contro i piloti che si fermano in qualifica per aspettare un traino, criticando il fatto che abbiano il coraggio di difendersi.

Miller tuona: “Aspettano sempre i soliti, poi si difendono!”
Carica lettore audio

Jack Miller è arrivato ad Assen sapendo che il tracciato olandese non fosse particolarmente favorevole alla Ducati e così si è dimostrato. L’australiano ha faticato per tutto il fine settimana, chiudendo la qualifica in ottava posizione, a quasi otto decimi dal poleman Maverick Vinales. Lo strapotere Yamaha si è confermato e le difficoltà della Desmosedici GP sono emerse su una pista che in questo momento vede le Rosse a inseguire.

Il Gran Premio d’Olanda sarà in salita per il pilota Ducati, che si è anche trovato in difficoltà nel suo ultimo giro cronometrato a causa di una bandiera gialla: “Sto provando a fare del mio meglio, la velocità non è male. Però nel mio ultimo giro in Q2 ho trovato una bandiera gialla e non ho potuto fare il mio tempo. È stata un’occasione persa, però la gara è domani. Nelle curve 6 e 12 faccio molta fatica, perché sono punti in cui bisogna essere precisi e questo è il mio punto debole. Devo lavorarci su. Come passo però non sono troppo lontano dai primi e in gara riesco sempre a trovare qualcosa in più.

Tuttavia, a dispetto delle difficoltà, Miller non si dà per vinto: “Quartararo sembra molto forte e anche Vinales pare che abbia deciso di correre (scherza). La Yamaha ha mostrato una grande potenza, questa pista si adatta perfettamente alla M1, ma quest’anno abbiamo visto che le cose possono cambiare. Bagnaia e Zarco potrebbero mettersi davanti con una buona partenza e rompere il ritmo, e questa cosa potrebbe aiutare noi per il finale della gara”.

 

Ciò che però maggiormente ha infastidito Jack Miller in qualifica è stato il comportamento reiterato di piloti che aspettano un traino e vanno lenti in pista. Per l’ennesima volta, l’australiano prende una posizione nei confronti di una situazione per lui inconcepibile: “Ho espresso la mia opinione in Safety Commission. Ci sono piloti che si trovano sempre un questa situazione. Se tu glielo fai notare si difendono dicendo che non è pericoloso. La realtà è che non si può mai sapere quando arriva un’altra moto”.

“Qui siamo in MotoGP e non bisogna farlo – prosegue – invece nelle libere mi sono trovato Jorge Martin fermo alla Curva 6, che è uno dei punti più veloci della pista. Invece continuano a farlo e hanno anche il coraggio di difendersi. Secondo me è uno spettacolo brutto, non capisco perché succeda. Tanto prendi una penalità solamente se cadi o se prendi le bandiere gialle, altrimenti non esistono provvedimenti. Non devo fare i nomi, loro sanno a chi mi riferisco”.

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
1/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
2/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
3/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
4/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
5/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
6/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
7/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
8/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
9/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team, Ducati
Jack Miller, Ducati Team, Ducati
10/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
11/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
12/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
13/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
14/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
15/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
16/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team
Jack Miller, Ducati Team
17/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Rossi: "Neanche Michelin sa se le gomme funzionano"
Articolo precedente

Rossi: "Neanche Michelin sa se le gomme funzionano"

Prossimo Articolo

Marquez in difficoltà: “Questa sarà solo una gara di passaggio”

Marquez in difficoltà: “Questa sarà solo una gara di passaggio”
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021