MotoGP
04 apr
Evento concluso
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
18 apr
Prove Libere 1 in
4 giorni
G
GP di Spagna
02 mag
Gara in
20 giorni
G
GP di Francia
16 mag
Gara in
34 giorni
G
GP d'Italia
30 mag
Gara in
48 giorni
G
GP della Catalogna
06 giu
Gara in
55 giorni
G
GP di Germania
20 giu
Gara in
69 giorni
G
GP d'Olanda
27 giu
Gara in
76 giorni
G
GP di Finlandia
11 lug
Gara in
90 giorni
G
GP d'Austria
15 ago
Gara in
125 giorni
G
GP di Gran Bretagna
29 ago
Gara in
139 giorni
G
GP di Aragon
12 set
Gara in
153 giorni
G
GP di San Marino
19 set
Gara in
160 giorni
G
GP del Giappone
03 ott
Gara in
174 giorni
G
GP della Tailandia
10 ott
Gara in
181 giorni
G
GP d'Australia
24 ott
Gara in
195 giorni
G
GP di Malesia
31 ott
Gara in
202 giorni
G
GP di Valencia
14 nov
Gara in
216 giorni

Miller risponde a Mir: "Mi aveva già toccato tre volte..."

Il pilota della Ducati ha dato una versione diversa del tanto discusso contatto con lo spagnolo della Suzuki, secondo lui finito largo e rientrato in traiettoria senza guardare. Il tutto dopo aver sottolineato che c'erano già stati tre scontri tra loro.

Miller risponde a Mir: "Mi aveva già toccato tre volte..."

Per la seconda domenica consecutiva Jack Miller ha chiuso nono in Qatar, ma oggi il pilota della Ducati è salito alla ribalta delle cronache non tanto per il suo risultato, ma per un contatto con Joan Mir che ha fatto molto discutere.

Tra i due c'era già stato uno scambio di cortesie, quando il campione del mondo aveva toccato il ducatista in un tentativo di sorpasso. Qualche curva più tardi, alla 16, il pilota della Suzuki è finito largo e nell'incrocio di traiettorie c'è stato un altro scontro, che aveva dato la sensazione di poter essere evitabile.

Mir non ha dubbi e ritiene che Miller lo abbia colpito deliberatamente, forse per vendicare il contatto precedente. Secondo l'australiano invece è lo spagnolo che avrebbe dovuto prestare più attenzione a rientrare in traiettoria ed ha argomentato la sua teoria sottolineando di non essere stato penalizzato in alcuna maniera, cosa che ritiene corretta.

 

"Ero già stato colpito tre volte, ma queste sono le gare. Abbiamo visto quello che è successo, tutti hanno visto quello che è successo, ma entrambi abbiamo continuato la gara. Questo è quello che voglio dire. Se mi avessero dato la bandiera nera, avrebbero sbagliato".

Dopo la bandiera a scacchi, c'è stato anche un breve confronto in pista tra i due: "Dopo la gara, mi ha guardato. Anche io l'ho guardato e gli ho detto che la gara oggi andava così. E' chiaro quello che è successo: è andato largo e poi è rientrato senza preoccuparsi di quelli che sono in pista. Ma sono le gare, va bene così".

Come se non bastasse, nel finale di gara a presentargli il conto è arrivato anche un problema di "arm pump", che lo ha costretto a tirare i remi in barca dopo aver rimontato.

Leggi anche:

"Dopo il contatto con Mir, nel quale ho perso circa tre secondi, sono stato in grado di spingere e di chiudere il gap, ma mentre lo facevo ho iniziato a soffrire di arm pump al braccio destro, quindi è una cosa che dovremo verificare. L'avevo accusato leggermente anche la scorsa settimana, quindi non so se possa essere qualcosa legato a questa pista o al vento", ha spiegato.

"Negli ultimi quattro giri non riuscivo più a girare bene il gas e facevo fatica a sentire la leva del freno anteriore. E' un qualcosa che di solito mi capita all'inizio della stagione, ma che si risolve una volta terminati i test", ha aggiunto.

Ora la speranza del ducatista è che non sia necessario un intervento chirurgico per risolvere la questione: "L'anno scorso dopo Jerez avevo fatto dei trattamenti elettronici, ma spero che non serva un'operazione, perché non ci sarebbe proprio il tempo".

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
1/14

Foto di: Ducati Corse

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
2/14

Foto di: Ducati Corse

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
3/14

Foto di: Ducati Corse

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
4/14

Foto di: Ducati Corse

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
5/14

Foto di: Ducati Corse

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
6/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
7/14

Foto di: Ducati Corse

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
8/14

Foto di: Ducati Corse

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
9/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
10/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
11/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
12/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
13/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team
14/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Fotogallery MotoGP: il bis Yamaha con Quartararo nel GP di Doha

Articolo precedente

Fotogallery MotoGP: il bis Yamaha con Quartararo nel GP di Doha

Prossimo Articolo

Viñales: “Il problema è stato la partenza. È colpa mia”

Viñales: “Il problema è stato la partenza. È colpa mia”
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Doha
Sotto-evento Gara
Location Losail International Circuit
Piloti Jack Miller , Joan Mir
Team Team Suzuki MotoGP , Ducati Team
Autore Matteo Nugnes
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021
La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader Prime

La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader

L'esplosione immediata del rookie della Ducati Pramac ha aggiunto un nuova stella all'elenco sempre più lungo dei piloti che possono ambire a fare grandi cose in MotoGP. Per lui, come per tanti altri, si prospetta un grande futuro, anche se al momento all'orizzonte non si vede ancora un talento capace di prendere l'eredità di quella leadership che è stata prima di Valentino Rossi e poi di Marc Marquez.

MotoGP
6 apr 2021
Pagelle MotoGP: al GP di Doha stupisce Martin, disastro Petronas Prime

Pagelle MotoGP: al GP di Doha stupisce Martin, disastro Petronas

Tanti promossi e tanti bocciati nel secondo appuntamento in Qatar, il Gran Premio di Doha. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes, Responsabile MotoGP per Motorsport.com, e Franco Nugnes.

MotoGP
6 apr 2021
Yamaha a due facce: il Factory Team convince, Petronas a picco Prime

Yamaha a due facce: il Factory Team convince, Petronas a picco

Umori opposti nelle due squadre della Casa di Iwata: quella ufficiale ha iniziato il 2021 alla grande, con una vittoria a testa per Vinales e Quartararo. Il box Petronas invece sembra entrato in crisi, con appena 4 punti a testa per Morbidelli e Rossi. I giapponesi stanno puntando tutto sui Factory?

MotoGP
5 apr 2021
MotoGP: la griglia di partenza del GP di Doha Prime

MotoGP: la griglia di partenza del GP di Doha

Martin conquista la prima pole in MotoGP nel GP di Doha, seconda gara del Motomondiale 2021. Disastro Valentino Rossi, solo 21°.

MotoGP
4 apr 2021
MotoGP: ecco perché c'è grande attesa per la serie di Amazon Prime

MotoGP: ecco perché c'è grande attesa per la serie di Amazon

La MotoGP avrà una sua versione di Drive to Survive su Amazon Prime nel prossimo futuro: una notizia accolta positivamente dai principali piloti della griglia, visto l'impatto della serie sulla Formula 1, con la speranza che sia uguale per le due ruote, che ne hanno un disperato bisogno.

MotoGP
4 apr 2021