Miller: "Queste morti atroci non possono continuare"

Jack Miller pensa che si debba trovare una soluzione per evitare le "atroci" morti dei piloti più giovani a cui abbiamo assistito nel 2021, l'ultima delle quali è stata quella di Dean Berta Vinales a Jerez.

Miller: "Queste morti atroci non possono continuare"

Il 15enne spagnolo Dean Berta Vinales, cugino del pilota MotoGP Maverick che correva nel Mondiale Supersport 300, ha perso tragicamente la vita in un terribile incidente avvenuto lo scorso fine settimana a Jerez de la Frontera.

La sua è stata la terza morte di un pilota adolescente in un campionato di livello Mondiale o Europeo nel 2021, dopo il 14enne Hugo Millan nella European Talent Cup a luglio ed il 19enne Jason Dupasquier nella Moto3 a maggio.

Questa recente tragedia ha scatenato un dibattito su come il motociclismo possa impedire che questo accada nuovamente in futuro, con proposte come limiti d'età, al numero delle moto in griglia ed eventuali cambiamenti alle moto che vengono utilizzate nelle categorie minori.

Dorna Sports, che organizza sia la MotoGP che la SBK, ha confermato a Motorsport.com all'inizio di questa settimana di aver istituito un gruppo di lavoro all'interno della società proprio per discutere di queste questioni.

Leggi anche:

Il pilota della Ducati, Jack Miller, che conosce uno degli altri piloti coinvolti nell'incidente di Vinales, ha detto di essersi stancato di assistere a minuti di silenzio durante i weekend di gara e ritiene quindi che le categorie junior debbano essere modificate per cercare di fermare queste tragedie.

"Abbiamo avuto questa discussione in Moto3, ma anche in Supersport 300. Quelle moto non sono veloci e sono davvero tante, inoltre non sono per niente leggere", ha detto quando gli è stato domandato il suo pensiero da Motorsport.com.

"Di sicuro con così tante moto e così pesanti, purtroppo quando qualcosa va storto le possibilità che succeda qualcosa di brutto sono sicuramente raddoppiate o triplicate".

"Le gare sono fantastiche in queste classi. Penso che sia bello avere una classe come la Supersport 300, che aiuta quei ragazzi giovani che non possono avere una possibilità in Moto3".

"Ma ci deve essere un grande passo avanti per quanto riguarda la sicurezza, a come vanno queste gare, perché non si può continuare così".

"Quest'anno è stato particolarmente brutto, ma non si può continuare così. Non possiamo avere tre giovani ragazzi che perdono la vita nello spazio di nemmeno nove mesi".

"E' atroce e penso di poter dire a nome di tutti che ci stiamo stancando di andare a questi minuti di silenzio per ragazzi che erano davvero molto giovani. E' davvero brutto, e di sicuro questo non può continuare. Non deve, in nessun modo", ha concluso il pilota australiano.

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team

Photo by: Ducati Corse

condivisioni
commenti
Espargaro: "Orgoglioso di come Aprilia ha appoggiato Maverick"

Articolo precedente

Espargaro: "Orgoglioso di come Aprilia ha appoggiato Maverick"

Prossimo Articolo

Dovizioso: "Troppi ragazzini? Sono poco maturi anche i grandi"

Dovizioso: "Troppi ragazzini? Sono poco maturi anche i grandi"
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021