Miller: "Pensavo di aver vinto, Oliveira è stato furbo"

Il pilota del team Pramac ha sfiorato il successo in una gara condizionata daccapo da una bandiera rossa, ma nell'ultima curva è stato beffato da un incredulo Miguel Oliveira.

Miller: "Pensavo di aver vinto, Oliveira è stato furbo"

Un secondo posto che vale quanto una vittoria. Si può riassumere così la seconda gara disputata al Red Bull Ring da un Jack Miller non al massimo della forma e conclusa ancora una volta a podio.

Anche questa domenica la corsa è stata interrotta con bandiera rossa e Miller è stato l’unico pilota ad essere in lotta per il successo sia prima che dopo lo stop.

Il portacolori del team Pramac, però, si è dovuto arrendere nei metri finali ad un Miguel Oliveira decisamente furbo nell’ammirare da posizione privilegiata la lotta tra Miller ed Espargaro per poi beffare l’australiano e centrare il primo successo in MotoGP.

Jack, intervistato dai microfoni di Sky Sport MotoGP, non ha espresso delusione per il secondo posto odierno ma è apparso davvero soddisfatto per un risultato inatteso alla vigilia anche considerando le sue condizioni fisiche lontane dalla perfezione.

“Speravo davvero nella vittoria, ma sono molto contento perché allo stesso tempo non pensavo di trovarmi a lottare tra i primi”.

Il pilota del team Pramac era stato protagonista di un acceso duello con Nakagami nel corso della prima parte di gara per il secondo gradino del podio ed anche dopo la bandiera rossa è stato ugualmente incisivo trovandosi in lotta serrata con Pol Espargaro.

Il pilota della Ducati del team Pramac e quello della KTM hanno affrontato le ultime centinaia di metri della corsa affiancati per poi arrivare larghi nell’ultima curva e spalancare così le porte del primo gradino del podio ad un incredulo Oliveira.

“Ad essere onesto se non ci fosse stato Oliveira sarei riuscito a vincere dato che ero riuscito ad impormi nel duello con Pol, ma Miguel è stato il più furbo ed ha avuto il merito di trovarsi nella posizione giusta per sfruttare al meglio la situazione”.

“Quando sono arrivato all’ultima curva ho pensato di aver vinto, ma poi lui mi ha passato come una freccia”.

Miller ha poi voluto rendere merito a tutto lo staff medico che l’ha seguito in questi giorni e gli ha consentito di prendere il via ed ottenere un piazzamento inatteso date le premesse.

“Vorrei ringraziare molto la Clinica Mobile e tutte le persone che mi hanno aiutato per riuscire a correre dopo lo strano infortunio. Senza di loro non ce l’avrei fatta”.

Il pilota del team Pramac, infine, ha potuto ammirare da vicino la KTM ed ai microfoni di Sky ha analizzato i punti forti della moto del momento.

“Sembra che la KTM sia migliorata parecchio, soprattutto in uscita di curva 1. Io sono stato uno dei più veloci nel primo settore durante tutto il weekend. Pol e la KTM avevano molto grip al posteriore e riuscivano ad entrare molto presto in curva 1 e gestire lo spin alla perfezione”.

Guarda la MotoGP live su DAZN. Sempre a 9,99€ al mese

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
1/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Andrea Dovizioso, Ducati Team, Jack Miller, Pramac Racing

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Andrea Dovizioso, Ducati Team, Jack Miller, Pramac Racing
2/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
3/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
4/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing, Paulo Ciabatta

Jack Miller, Pramac Racing, Paulo Ciabatta
5/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
6/22

Foto di: MotoGP

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
7/22

Foto di: MotoGP

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
8/22

Foto di: MotoGP

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
9/22

Foto di: MotoGP

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
10/22

Foto di: MotoGP

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
11/22

Foto di: MotoGP

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
12/22

Foto di: MotoGP

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
13/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
14/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
15/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
16/22

Foto di: MotoGP

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
17/22

Foto di: MotoGP

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
18/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
19/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
20/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing,

Jack Miller, Pramac Racing,
21/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
22/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Espargaro: "Penalità? Ho già perso 2 posizioni all'ultima curva"

Articolo precedente

Espargaro: "Penalità? Ho già perso 2 posizioni all'ultima curva"

Prossimo Articolo

Vinales: la sua M1 era l'unica Yamaha con le pinze 2019

Vinales: la sua M1 era l'unica Yamaha con le pinze 2019
Carica commenti
Ecco come KTM ha portato una ricchezza di talenti in MotoGP Prime

Ecco come KTM ha portato una ricchezza di talenti in MotoGP

Formando una scala che va dalla Red Bull Rookies Cup alla MotoGP, KTM ha creato un flusso costante di grandi talenti nelle gare di gran premio che ha portato il marchio austriaco al successo che ci si aspetta dal marchio. Ecco come è andata.

MotoGP
1 ago 2021
Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021