Michelin: primo test dell'identificazione automatica delle gomme

Il primo giorno dei test di Sepang è servito alla Michelin per provare per la prima volta il sistema che permettera ai tifosi di sapere che gomme utilizzano i piloti in ogni momento.

Michelin: primo test dell'identificazione automatica delle gomme
Carica lettore audio

Il dispositivo è costituito da un sensore che è in grado di offrire anche i dati della pressione degli pneumatici e della temperatura della gomma. A queste ora si aggiunge la specifica della gomma montata. Ogni pneumatico ha anche un codice a barre, che viene controllato dai tecnici della Michelin al momento del montaggio sul cerchio.

Quando la moto esce dai box, il sensore emette un segnale alla centralina, che a sua volta farà lo stesso quando la moto transiterà davanti al primo punto di rilevazione del tempo. Da qui in avanti sarà la Dorna a decidere cosa fare con queste informazioni, anche se resta inteso che dovrebbero essere distribuite alle emittenti televisive.

Per questa prima giornata, la Michelin ha deciso di mantenere il segreto sui nomi dei due piloti che hanno sperimentato in anteprima il sistema.

Tre opzioni all'anteriore e quattro al posteriore

Riguardo alle specifiche che i piloti avranno a disposizione in questo test, l'offerta si compone di tre opzioni anteriori (soft, media e hard) con la stessa carcassa utilizzata nel corso dell'ultimo GP a Valencia, e quattro posteriori.

Di queste, tre mescole (soft, media e hard) hanno una carcassa già utilizzata nel 2016, mentre la quarta è stata provata nei test privati che si sono svolti a Jerez de la Frontera a fine novembre.

"L'idea con questa nuova carcassa è trovare più grip e trazione, oltre che scaldarla velocemente" ha detto Piero Taramasso a Motorsport.com.

Ogni pilota avrà a disposizione un massimo di 10 gomme anteriori ed altrettante al posteriore.

condivisioni
commenti

Vinales: "Yamaha veloce sul giro, dobbiamo migliorare sulla distanza"

Stoner: "La Ducati ha confermato le buone sensazioni dei giorni scorsi"