Melandri: "Se attaccavi Rossi, diventavi il personaggio cattivo"

L'ex campione del mondo della 250cc ha ricordato la sua rivalità con il "Dottore" nel documentario Ri-Vale di DAZN, sottolineando di non aver mai apprezzato il modo in cui è stata creata e come è stata successivamente gestita.

Melandri: "Se attaccavi Rossi, diventavi il personaggio cattivo"

Sono passate appena un paio di settimane da quando Valentino Rossi ha detto definitivamente addio alla MotoGP. Il "Dottore" ha annunciato la sua intenzione di dire basta lo scorso agosto in Austria, e subito dopo sono arrivati tanti attestati di stima anche da quelli che sono stati i rivali storici della sua carriera lunga ben 26 anni.

Basta pensare ai vari Max Biaggi, Jorge Lorenzo e Casey Stoner, che pur con qualche riferimento alla sua potenza mediatica, ha sottolineato la grande importanza che il pesarese ha avuto nel far crescere la MotoGP in tutto il mondo.

C'è anche chi però quella rivalità sembra averla patita davvero tanto e, a distanza di anni, fatica ancora a digerire il modo in cui è stato messo a confronto con quello che era un suo amico fin dai tempi delle minimoto. Si tratta di Marco Melandri, che è stato molto diretto nelle dichiarazioni che ha rilasciato a Ri-Vale, il documentario sul #46 realizzato da DAZN.

"Rossi ti attaccava psicologicamente. Il problema era che finché lo faceva lui era una dote, mentre, quando lo attaccavi tu, diventavi automaticamente il personaggio cattivo" ha detto Melandri, che ora veste proprio i panni di telecronista per la piattaforma streaming.

Leggi anche:

"Era difficile correre contro di lui perché per qualsiasi cosa facesse di sbagliato Valentino c’era sempre un motivo buono per giustificarlo. Al contrario, chi lo sfidava o faceva qualcosa fuori dalle righe era sempre attaccato e messo in croce", ha aggiunto.

Il 38enne poi ha appunto ribadito che non gli è piaciuto il modo in cui è stata creata la rivalità tra lui e Valentino, così come il modo in cui sono stati confrontati per il solo fatto che lui si affacciava alla classe regina da campione della 250cc.

"In quel periodo storico c'era bisogno di una grande rivalità. C’erano due italiani e così hanno fatto in modo che tutto si accendesse in anticipo. Perciò entrambi siamo stati sfruttati facilmente".

"Non ho mai digerito il fatto di essere stato messo a confronto con Valentino. È stato un peso, qualcosa che non cercavo perché sono molto diverso da lui", ha concluso.

Marco Melandri and Valentino Rossi

Marco Melandri and Valentino Rossi

Photo by: Gresini Racing

condivisioni
commenti
KTM: Beirer e Leitner spiegano la ristutturazione
Articolo precedente

KTM: Beirer e Leitner spiegano la ristutturazione

Prossimo Articolo

Lorenzo: “Andrò al Ranch, Valentino mi ha invitato alla 100 km!”

Lorenzo: “Andrò al Ranch, Valentino mi ha invitato alla 100 km!”
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021