Martin brilla ‘troppo tardi’ per una Ducati ufficiale nel 2022

Jorge Martin continuerà con Pramac per la prossima stagione, anche se il suo contratto prevedeva una clausola che gli avrebbe consentito un equipaggiamento ufficiale Ducati.

Martin brilla ‘troppo tardi’ per una Ducati ufficiale nel 2022

Nella sua stagione di debutto in MotoGP, Jorge Martin è diventato uno dei grandi protagonisti del campionato. L’esordio del pilota spagnolo ricorda quello di altri giovani che hanno finito per diventare figure importanti e grandi campioni, come Jorge Lorenzo o Dani Pedrosa.

Nella sua seconda gara nella classe regina, Martin ha brillato conquistando la pole position e ha disputato un fine settimana da sogno a Doha, conducendo la gara per gran parte dei giri e salendo sul podio con una terza posizione. In Portogallo, terzo appuntamento della stagione, un infortunio con diverse fratture lo ha costretto a sottoporsi a ben tre interventi chirurgici. La riabilitazione che è stata una corsa contro il tempo lo ha anche portato a pensare di smettere, come ha riconosciuto in un’intervista a Dazn Spagna.

Dopo aver perso la gara di Portimao, ad aprile, e i Gran premi di Spagna, Francia e Italia, Martin è tornato in pista a Barcellona, la prima settimana di giugno, dove ha potuto verificare che gli mancava ancora un po’ per recuperare pienamente la forma fisica. Lo spagnolo infatti ha concluso la prima parte della stagione, al Sachsenring e in Olanda, soffrendo nel portare a termine le gare.

Dopo cinque settimane di pausa estiva, un Martin completamente recuperato è diventato uno dei piloti più in forma della griglia: nella doppietta in Austria, il pilota del team Pramac ha conquistato entrambe le pole position, una vittoria e un terzo posto, quest’ultimo nella sua prima gara flag-to-flag, dimostrando che oltre ad avere esplosività e velocità sul giro secco è anche in grado di gestire situazioni delicate.

Il riassunto che fanno in Ducati, proprietaria del contratto di Martin, è che il pilota spagnolo ha disputato solamente quattro gare al massimo della forma fisica, le due in Qatar e le due in Austria, in cui ha conquistato tre pole e tre podi, uno di questi salendo sul gradino più alto. Tuttavia, i successi di Martin arrivano “tardi” perché la situazione del pilota cambi in vista della prossima stagione.

Secondo quanto appreso da Motorsport.com infatti, il contratto del pilota comprende una clausola di rendimento, in base alla quale, in funzione di alcuni risultati concreti, sarebbe potuto passare al team ufficiale nel 2022. Però questa clausola scadeva il 1 agosto.

“Si sono messi insieme due fattori, l’infortunio di Jorge e il fatto che Jack Miller avesse vinto due gare consecutive, a Jerez e Le Mans. Questo ha portato Ducati a rinnovare Miller a fine maggio, consapevoli del fatto che l’infortunio di Jorge gli avrebbe impedito di rispettare la clausola e passare al team ufficiale”, spiega a Motorsport.com una persona che conosce i termini del contratto.

In Ducati danno per chiuso il tema e confermano che, se non succede nulla di strano, nel 2022 sia il team ufficiale sia quello Pramac manterranno le rispettive line-up senza stravolgimenti. Per quanto riguarda il pilota, non ha fretta di arrivare al team ufficiale. In Pramac ha trovato un buon ambiente per formarsi e per lavorare e si trova a proprio agio. L’obiettivo di Martin è di continuare a progredire e diventare il primo pilota Ducati nel 2023, vestito di rosso.

condivisioni
commenti
Marquez: "Il Marc pre-infortunio lotterebbe per il titolo con la Honda 2021"
Articolo precedente

Marquez: "Il Marc pre-infortunio lotterebbe per il titolo con la Honda 2021"

Prossimo Articolo

MotoGP 2021: gli orari TV del Gran Premio di Gran Bretagna

MotoGP 2021: gli orari TV del Gran Premio di Gran Bretagna
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021