Marquez: "Sono contento della base del motore, ma del resto meno"

Il pilota della Honda ha provato il nuovo motore, con il quale si è trovato subito abbastanza a suo agio o comunque di più rispetto agli anni passati.

Marquez: "Sono contento della base del motore, ma del resto meno"
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Bike of Marc Marquez, Repsol Honda Team
Bike of Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marquez ha concluso i test di Valencia nello stesso modo in cui ha chiuso l'anno, dominando. Il catalano è stato il più veloce nella seconda giornata, realizzando il miglior tempo assoluto. I due piloti della Honda Repsol hanno monopolizzato le prime due posizioni, dando la sensazione che per il momento la Casa giapponese sia quella più avanti nello sviluppo in vista della prossima stagione.

La Yamaha e la Ducati non sono ancora riuscite a portare in pista la moto 2018. La Honda invece ha portato in questo test la base del motore che monterà l'anno prossimo. Un propulsore che, a differenza delle stagioni precedenti, quando si era lamentato del suo comportamento, ha lasciato soddisfatto il campione del mondo in carica.

"Come inizio, siamo all'interno di parametri accettabili" ha confermato Marquez. "A volte, quando un motore nuovo va sistemato a livello di elettronica e di erogazione, ma quest'anno mi sono trovato subito bene. Quindi ora dobbiamo lavorare sul telaio".

E questa volta la Honda non è riuscita invece a trovare la chiave per le altre componenti che ha portato a Cheste.

"La base del motore è buona, ma il resto non è così buono" ha detto quando gli è stato chiesto se fosse contento del materiale provato in questi due giorni. "Dobbiamo capire quali siano le cose migliori ed escludere quelle peggiori da qui a Sepang" ha spiegato il #93.

Il catalano ha evidenziato le qualità del nuovo propulsore, una prima versione su cui i tecnici della Honda continueranno a lavorare nel corso dell'inverno.

"Abbiamo guadagnato potenza, che è quello che cerchiamo normalmente. Ed è positivo, perché a volte sembra così al banco, ma poi in pista le cose vanno diversamente".

"La moto con cui ho fatto il tempo però è la 2017 con qualche piccola modifica. Motore di quest'anno e telaio leggermente modificato. Con il nuovo prototipo non ho potuto girare troppo, perché abbiamo avuto dei normali problemi di gioventù. Ma in generale mi sono trovato bene".

Anche Marquez è rimasto stupito della decisione di Livio Suppo, che lunedì ha ufficializzato la sua uscita dal team dopo aver ottenuto "Triplete" iridato.

"Ha preso questa decisione a sorpresa. Ha vissuto degli anni molto buoni con noi, con un ottimo lavoro in Honda. Confido però che sapranno trovare un sostituto all'altezza".

condivisioni
commenti
Alberto Puig è il favorito per sostituire Livio Suppo alla Honda

Articolo precedente

Alberto Puig è il favorito per sostituire Livio Suppo alla Honda

Prossimo Articolo

Marquez e Pedrosa non parteciperanno ai test della Honda a Jerez

Marquez e Pedrosa non parteciperanno ai test della Honda a Jerez
Carica commenti
MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati Prime

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati

Bagnaia precede Miller nella doppietta Ducati in quel di Misano. Alle spalle delle rosse di Borgo Panigale, abbiamo la Yamaha di Fabio Quartararo.

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon! Prime

MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon!

Il Motorland di Aragon vede la Ducati di pecco Bagnaia primeggiare davanti a tutti: ecco la griglia di partenza completa

MotoGP
12 set 2021
Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha? Prime

Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha?

Il forlivese ha flirtato a lungo con l'Aprilia nel 2021, facendo anche un programma di test in sella alla RS-GP, ma quando si è presentata l'opportunità di entrare in orbita Yamaha non ha esitato un secondo, anche se il suo ritorno prevede cinque gare in sella ad una vecchia M1 "Spec B" del 2019 prima di approdare su quella factory gestita dal team satellite nel 2022. Sarà stata la scelta più giusta?

MotoGP
8 set 2021
Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo Prime

Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo

Il terzo posto di Aleix Espargaro ha rappresentato il primo podio della Casa di Noale nell'era MotoGP. Un risultato che premia per un percorso che è stato costellato di ostacoli, ma che deve essere preso come punto di partenza per ambire a qualcosa di ancora più grande. Anche perché ora c'è pure un sogno di nome Maverick Vinales.

MotoGP
1 set 2021
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.