Marquez: "Sono circondato da tifosi. Non ho bisogno del bodyguard"

condivisioni
commenti
Marquez:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
19 mag 2016, 17:11

Marc Marquez arriva al Mugello con l'intento di riprendersi la leadership del Mondiale, ma sarà seguito da un bodyguard nel Paddock: "I tifosi mi chiedono foto e autografi. Non ho bisogno di questa misura di sicurezza".

Marc Marquez, Repsol Honda Team firma autografi ai fan
Guardia del corpo di Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Guardia del corpo di Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team with crash damage
Marc Marquez, Repsol Honda Team with crash damage
Marc Marquez, Repsol Honda Team with crash damage
Marc Marquez, Repsol Honda Team

Nello scorso appuntamento della MotoGP, corso sul tracciato francese di Le Mans, Marc Marquez ha perso la leadership della graduatoria generale piloti a causa di una caduta quasi in simultanea con Andrea Dovizioso, scivolato a sua volta pochi metri davanti a lui.

Il pilota catalano della Honda arriva al Mugello conscio che il tracciato di Scarperia non gli renderà la vita facile. La sua Honda RC213V non sembra avere le caratteristiche ideali per affrontare al meglio il layout toscano, eppure lo scorso anno - almeno in gara - le cose non andarono male.

"Lo scorso anno qui soffrimmo, ma in gara andò molto meglio del previsto. Vedremo di cogliere un bel risultato anche qui. Dovremo certamente prendere nota del comportamento delle gomme su questa pista. Dopo l'errore che ho commesso a Le Mans cercherò di rifarmi sin da questa gara".

Nel corso degli ultimi giorni il mercato piloti per il 2017 si è infiammato e ha coinvolto anche la Honda. Il team HRC ha rinnovato il contratto con Dani Pedrosa e, a questo punto, manca solo il suo rinnovo per completare il puzzle riguardo i piloti di primo piano della classe regina delle due ruote.

"Sì, Dani ha rinnovato con Honda e io credo di essere molto vicino a mia volta a rinnovare con HRC. Manterremo uguale il team anche nei prossimi anni e questo è molto importante. COntinueremo a lavorare sempre nella medesima direzione per migliorare di volta in volta la moto".

Così come Joge Lorenzo, anche Marc sarà seguito in questo fine settimana da un bodyguard. Se il maiorchino sembra non essere dispiaciuto di questa scelta della Dorna, Marquez ha invece fatto sapere di non averne bisogno.

"Da quando sono arrivato qui nella giornata di ieri mi sono sempre sentito molto bene. I fan sono qui, che chiedono autografi e foto. Questa mattina, quando sono uscito dal motorhome, ho visto un bodyguard. Onestamente ho detto alla Dorna di non averne bisogno. Non voglio un bodyguard. Voglio sentirmi normale. Questa è solo una pista e siamo protagonisti in uno sport dove certi incidenti non accadono. Dunque ho detto loro che il bodyguard non mi serve. Mi sento molto bene e questa è la cosa più importante".

Prossimo articolo MotoGP
La Suzuki annuncia l'ingaggio di Andrea Iannone fino al 2018

Articolo precedente

La Suzuki annuncia l'ingaggio di Andrea Iannone fino al 2018

Prossimo Articolo

Rossi: "Bulega ha un grande talento e la testa giusta per vincere"

Rossi: "Bulega ha un grande talento e la testa giusta per vincere"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Italia
Sotto-evento Giovedì
Location Mugello
Piloti Marc Márquez Alenta Acquista adesso
Team Repsol Honda Team
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Conferenza stampa