Marquez: "Prima della gara avrei firmato per un quinto posto"

Lo spagnolo della Honda, reduce dal volo di sabato, ha affermato di aver ottenuto il miglior risultato possibile stante la netta superiorità Ducati e Yamaha, ma si mostra soddisfatto di aver perso soltanto cinque punti nei confronti di Lorenzo.

Marc Marquez lascia il Red Bull Ring con un mix di sentimenti contrastanti. Se, infatti, il quinto posto finale non può certamente essere considerato un risultato di prestigio per lo spagnolo, i soli cinque punti persi nei confronti di Jorge Lorenzo e l'aver comunque concluso una gara in condizioni fisiche non perfette dopo il volo di sabato, fanno guardare il bicchiere mezzo pieno a Marquez.

Il pilota Honda ha affermato di essere consapevole sin dal warm up mattutino che il quinto posto sarebbe stato il massimo risultato possibile su un tracciato favorevole alle Ducati ed alle Honda.

"So che può suonare strano, ma prima della gara avrei firmato per un quinto posto. Ero consapevole della velocità delle Ducati ed anche del potenziale delle Yamaha mentre noi eravamo leggermente più lenti. Ho capito nel warm up del mattino quale sarebbe stato il risultato finale. Non è andata male, abbiamo perso soltanto cinque punti da Lorenzo".

Marquez è sceso in pista con ancora dolori alla spalla infortunata ieri mattina, ma questo inconveniente fisico non ha influito sul risultato finale.

"La spalla non mi ha dato fastidio, ma eravamo consapevoli che questo circuito non si adattava alla nostra moto".

Quando mancano otto appuntamenti al termin della stagione, lo spagnolo ha tracciato un bilancio di questa prima parte di stagione, evidenziando come non si vedrà un dominio netto di una moto o di un pilota nel corso dell'anno, ma saranno i tracciati più favorevoli ad un team piuttosto che ad un altro a determinare l'esito finale delle singole gare.

"La tendenza in questa stagione è sempre la stessa. Ci sono alcuni tracciati dove andiamo meglio ed altri dove soffriamo. Le Mans ci è costata molto e qui in Austria ho cercato di evitare di commettere gli stessi errori e conquistare quanti più punti possibile".

Da metà gara in poi il ritmo di Marquez è calato e la Honda #93 non è più stata in grado di seguire il gruppo di testa. Lo spagnolo ha affermato di aver commesso du errori che lo hanno irrimediabilmente tagliato fuori dalla lotta per il podio.

"Ho cercato di guidare in maniera aggressiva perché era l'unico modo per poter stare davanti, ma quando ho commesso due errorri ed ho perso la scia dei primi è stato complicato riuscire a recuperare il distacco".

Già il prossimo weeend la MotoGP torna in pista sul tracciato di Brno e Marquez si mostra fiducioso, consapevole che il circuito della Repubblica Ceca sia gradito a Lorenzo.

"Il risultato di oggi non è certamente sufficiente. Sabato, dopo la caduta, non sapevo se avrei avuto la possibilità di correre. Bisogna valutare tutto gara dopo gara. Adesso arriva Brno, un tracciato dove Lorenzo è sempre stato molto veloce ma dove lo scorso anno sono stato vicino a lui. Dobbiamo cercare di perdere meno punti possibile ed attaccare nei tracciati favorevoli".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Austria
Sub-evento Domenica, post-gara
Circuito Red Bull Ring
Piloti Marc Márquez Alenta
Team Repsol Honda Team
Articolo di tipo Intervista